Antonia Liskova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonia Liskova (Bojnice, 25 marzo 1977) è un'attrice slovacca naturalizzata italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Slovacchia, a 18 anni si trasferisce in Italia. Lavora prima come cameriera a Roma, successivamente come modella e in campo pubblicitario, per poi intraprendere la carriera d'attrice, alternandosi tra cinema e televisione. Sul grande schermo è apparsa, tra l'altro, nel film Promessa d'amore (2004), per la regia di Ugo Fabrizio Giordani.

Tra i suoi numerosi lavori televisivi, ricordiamo: la sit-com di Italia 1, Via Zanardi 33 (2001), diretta da Antonello De Leo, la serie tv Incantesimo 6 (2003), in cui è protagonista insieme a Lorenzo Ciompi, il film tv La notte di Pasquino (2003), diretto da Luigi Magni, con Nino Manfredi, Il tunnel della libertà (2004), miniserie tv diretta da Enzo Monteleone e trasmessa da Canale 5, e le miniserie di Rai Uno, Il cuore nel pozzo (2005), regia di Alberto Negrin, I figli strappati (2006) e Caccia segreta (2007), queste ultime dirette da Massimo Spano.

Nel 2008 ha ottenuto una candidatura ai David di Donatello come migliore attrice protagonista per Riparo. Tra il 2008 e il 2009 è protagonista di altre fiction televisive, tra cui: le miniserie Zodiaco, regia di Eros Puglielli, e Il bene e il male, regia di Giorgio Serafini.

Nel 2010 è stata protagonista in coppia con Emilio Solfrizzi della seconda serie di Tutti pazzi per amore, interpretando il ruolo che nella prima stagione era di Stefania Rocca. Confermata anche nel 2011 per la terza serie a Roma (Cinecittà). Successivamente è stata nel cast artistico di Un corpo in vendita di Liliana Cavani. Sempre nello stesso anno ha fatto parte del film tv per la Rai Maria di Nazareth, regia di Giacomo Campiotti (2011).

In aprile 2012 la Rai trasmise Zodiaco - Il libro perduto seconda serie con Antonia presente solo nella prima puntata. Nell'aprile 2012 il suo debutto in teatro con Il gioco dell'amore e del caso, di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux, al Teatro della Pergola di Firenze. In un'intervista di Gherardo Vitali Rosati per il Corriere Fiorentino ha dichiarato: "È molto diverso rispetto al lavoro per la tv o il cinema, in teatro si torna alle origini e si prova l'emozione di parlare direttamente alle persone che stanno lì ad ascoltare. È straordinario comunicare in tempo reale con gli spettatori".[1] Nel 2015 è protagonista della fiction di Canale 5 Solo per amore.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2010 si sposa a Roma nella chiesa di Sant'Alessandro con il chirurgo plastico Luca Ferrarese, da cui nel 2005 ha avuto la figlia Liliana. Nel 2012 avviene la separazione. Attualmente è legata al produttore e regista teatrale Gabriele Guidi, figlio di Johnny Dorelli e Catherine Spaak.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nastro d'argento europeo" 2008 per il film "Riparo"
  • Globo D'oro come attrice rivelazione 2008 per il film "Riparo"
  • candidatura al David di Donatello 2008 come miglior attrice protagonista per il film "Riparo"
  • Festival du Cinéma Italien d'Annecy (2007) - Prix d'Interprétation Féminine per il suo ruolo nel film Riparo
  • Premio Flaiano come migliore attrice televisiva dell'anno ricevuto e ritirato a Pescara presso il Teatro d'Annunzio in Pescara l'8 luglio 2012 per il film di Rai Uno “Troppo amore”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN31829943 · SBN: IT\ICCU\RAVV\422327 · LCCN: (ENno2009000884