Stagione (televisione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La stagione televisiva è il periodo di trasmissione regolare di un programma.[1]

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il concetto di stagione si applica alla fiction — la cui lunghezza è variabile, rientrando in un ampio «recinto» che inquadra da 3 a 200 capitoli (rinominati episodi o puntate) —[1] ed alla serie, che ha a sua volta una durata mutevole.[2]

È da notare come ricadano sotto la casistica solo i programmi con almeno due cicli di trasmissione[3], escludendo in tal modo le miniserie.[1]

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Il criterio stagionale riguarda il periodo in cui la serie viene messa in onda, circostanza che coincide sovente con l'autunno.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Aldo Grasso, Enciclopedia della televisione, in Le Garzantine, 3ª edizione, Garzanti Libri, 2008, p. 965, ISBN 9788811505266.
  2. ^ Come si fa una serie tv, su ilpost.it, 27 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Libby Torres, 53 of the longest-running American TV shows of all time, su insider.com, 27 settembre 2019.
  4. ^ Marina Pierri, Dieci nuove serie tv da non perdere in autunno: guida alla visione, su corriere.it, 20 agosto 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione