Cittadinanza onoraria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La cittadinanza onoraria è un'onorificenza concessa da un comune per onorare una persona, anche non residente, che è ritenuta legata alla città per nascita, per il suo impegno o per le sue opere. La persona deve essersi distinta particolarmente nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'industria, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico od in opere, imprese, realizzazioni, prestazioni in favore degli abitanti del comune, rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù, o in azioni di alto valore a vantaggio della nazione o dell'Umanità intera.

Cittadinanza onoraria conferita da un comune italiano[modifica | modifica wikitesto]

La concessione avviene solitamente sulla base di un regolamento interno.

La concessione, in assenza di un regolamento apposito, avviene dopo che il consiglio comunale abbia votato a maggioranza una delibera.

I riferimenti normativi sono:

Le motivazioni della benemerenza possono essere: nascita, riconoscimenti sociali e culturali, la riconoscenza per uno specifico atto straordinario, altro.

Il testo della determinazione da stampare e consegnare al cittadino onorario viene solitamente incluso nella delibera con il mandato al Sindaco per la notifica al Cittadino onorario nelle forme ufficiali. La cittadinanza onoraria può essere conferita anche a cittadini non residenti in Italia e post-mortem.[1] Alcuni esempi noti di cittadinanza onoraria concessa post-mortem, ovvero dopo il decesso, sono: Lucio Dalla a Lipari, Donato Moro a Otranto, Grazia Deledda a Galtelli, Mauro Rostagno a Trapani e Giacomo Matteotti a Riano.

Cittadinanza onoraria conferita all'estero[modifica | modifica wikitesto]

Stati stranieri e singole città all'estero, possono conferire la propria cittadinanza onoraria, anche a stranieri, secondo criteri e modalità molto variabili, ma sempre in connessione con gli alti meriti dell'insignito. Anche in questo caso, per essere ritenuta valida, la cittadinanza onoraria dev'essere conferita da un ufficiale autorità comunale o statale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Conferimento cittadinanza onoraria post mortem a Giacomo Matteotti e istituzione del "Libro delle persone illustri di Riano", su www.comune.riano.rm.it. URL consultato il 16 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4151123-2