Gisella Sofio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gisella Sofio negli studi di Radio Rai nel 1958

Gisella Sofio (Milano, 19 febbraio 1931Roma, 27 gennaio 2017) è stata un'attrice italiana di teatro, cinema e televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di un conte anglo-egiziano, si unisce in matrimonio con l'avvocato Maurizio Gajo, dal quale nel 1953 ha il figlio Roberto. A sedici anni esordisce nella rivista Il Tevere blu, nonostante la sua scelta fosse stata osteggiata dalla famiglia[1]. Nei primi anni cinquanta comincia a lavorare nel cinema, debuttando nel film Accidenti alle tasse!! (1951) di Mario Mattoli. Bionda, elegante, dotata di una spiccata vis comica, Gisella Sofio affronta una carriera lunga e proficua, divisa tra teatro (partecipa a numerose piece, tra cui la commedia musicale Enrico '61 di Garinei e Giovannini), cinema (lavora con registi come Vittorio De Sica, Luigi Comencini, Michelangelo Antonioni e Pupi Avati) e televisione (lavora per Carosello e per molti varietà televisivi, ma anche con Cochi e Renato nella fiction Nebbia in Valpadana).

Muore a Roma il 27 gennaio 2017 all'età di 85 anni. Il suo ultimo film Il crimine non va in pensione è uscito nelle sale il 15 giugno 2017.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Gisella Sofio nel film La liceale (1975)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Varietà TV[modifica | modifica wikitesto]

Gisella Sofio nello spettacolo Hotel Folies del 1957

Commedia musicale[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Varietà radio RAI[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Sofio ha dichiarato che, andando a lavorare come attrice e soubrette, «mia nonna pensava che andassi a battere». Puntata di Cinematografo del 21/08/2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29861312 · SBN IT\ICCU\RAVV\414956 · BNF (FRcb15744131d (data) · WorldCat Identities (EN29861312