Felice Farina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Felice Farina (Roma, 14 agosto 1954) è un regista italiano di cinema.

Felice Farina

.

Biografìa[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio eclettico, inizia la sua carriera come attore teatrale, ma poi si dedica anche ad animazione, fotografia, allestimenti artistici, documentari, sceneggiatura, effetti visivi e regia. Si è formato come attore nella ricchissima esperienza dell'avanguardia teatrale romana degli anni settanta, percorrendo i teatri di cantina di Mario Ricci, Giancarlo Sepe, Giuliano Vasilicò, Renato Mambor, Pippo Di Marca fino ai 25 anni. Si è avvicinato al cinema grazie alla passione per la tecnica e la sperimentazione, occupandosi di animazione, effetti speciali, tecniche di ripresa.

Inizia l'attività di regia con alcuni cortometraggi e documentari industriali; in seguito, nel corso degli anni '80 e '90, si occupa di alcuni programmi per Rai 2 e Rai 3.

Ciccio Ingrassia sul set di Condominio (1991).

Fa il suo esordio come regista con il lungometraggio Sembra morto... ma è solo svenuto (1986), scritto assieme a Gianni Di Gregorio e Sergio Castellitto, che del film è anche protagonista assieme a Marina Confalone.

Felice Farina con Paola Cortellesi sul set de La fisica dell'acqua (2010).

È noto essenzialmente come regista cinematografico, in particolare per le commedie Condominio (1991) e Bidoni (1995). Grazie alla sua interpretazione in Condominio Ciccio Ingrassia vince il suo primo ed unico David di Donatello. In una intervista del 1990 Ingrassia dice:

"Come mai Ciccio in un ruolo patetico? Solo i grandi registi hanno capito che il mio potenziale va oltre i ruoli comici e questo giovane regista me lo ha ricordato con una letterina che mi ha sedotto..." (intervista a Repubblica, 13 Novembre 1990)

Negli ultimi anni è diventato anche produttore indipendente con la Ninafilm, società di produzione di cinema e audiovisivo, con cui realizza documentari per programmi Rai e con cui continua a sperimentare, nell'odierno panorama dell'universo digitale, tecniche di ripresa ed elaborazione dell'immagine e del suono.

La sua carriera lo vede come uno dei primi in Italia ad affidare il montaggio di uno dei suoi film all'editing digitale: nel 1995 il montaggio del suo film Bidoni viene eseguito sull'allora nascente piattaforma Avid. È anche programmatore Arduino e ama progettare, costruire e sperimentare personalmente gli strumenti e gli accessori utilizzati per il suo lavoro sul set. Ha supervisionato e collaborato personalmente alla realizzazione degli effetti speciali impiegati su La fisica dell'acqua (2010) e Patria (2014).

Felice Farina al Festival di Venezia 2014 insieme a Francesco Pannofino e Carlo Gabardini, protagonisti di Patria (2014).


Il suo film più recente Patria (2014), con Francesco Pannofino, Roberto Citran e Carlo Gabardini è ispirato al libro Patria 1978-2008 (2009) di Enrico Deaglio, il quale ha dichiarato:

"Non avevo la più pallida idea di come tutto questo potesse diventare un film. È come fare un film da un dizionario o da una guida del telefono. Oppure bisognerebbe avere grandissimi mezzi e attori, locations, costumi, comparse, budget illimitati e trasformare tutta l'Italia in un teatro; far rivivere Aldo Moro e i ragazzi che lo uccisero, le masse degli operai licenziati dalla Fiat, le migliaia di morti ammazzati di Palermo. E come si fa? Sarebbe come in quel raccontino di Borges in cui si sviluppa talmente l'arte della cartografia, che la mappa di una regione copre una provincia… Felice Farina ha fatto uno splendido lavoro… ha fatto un film “popolare italiano”, come non se ne facevano più da parecchio tempo. Altro grande pregio: l'ha fatto con pochi soldi."

Si interessa anche di arte ed ha progettato delle sculture con l'amico artista Gregorio Botta. È attivo nel movimento Centoautori, associazione di autori di cinema e audiovisivo.


Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista cinematografico[modifica | modifica wikitesto]

Regia Fiction televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il lago Trasimeno, TV
  • I sassi di Matera, TV
  • Il tratturo, TV
  • La festa dei serpenti di Cocullo, TV
  • La festa di Santa Gemma, TV
  • Il Vesuvio, TV

Art Works[modifica | modifica wikitesto]

  • Respiro, scultura semovente (insieme a Gregorio Botta, 2008) Mart, Rovereto, 2010

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN228086809 · LCCN: (ENno2012009695
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie