Francesco Scali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Scali (Roma, 9 maggio 1958) è un attore italiano, di origini calabresi e pugliesi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Scali inizia come comico per i piccoli teatri alternativi del circuito romano finché non viene notato da Federico Fellini che gli affida una piccola parte in E la nave va (1984). Da allora Francesco Scali inizia a lavorare in film come Dagobert di Dino Risi (1984), Il nome della rosa di Jean-Jacques Annaud (1986), Momo di Johannes Schaaf (1986). Sempre in quel periodo fa il suo debutto televisivo: nel 1985, infatti, lo vuole Renzo Arbore nella trasmissione Quelli della notte, nel ruolo di un facchino.

È uno dei protagonisti del videoclip della canzone Due destini dei Tiromancino.

Dal 2000 è interprete fisso di tutte le dieci stagioni finora realizzate della serie televisiva di Rai Uno Don Matteo, nel ruolo del sagrestano Pippo.

In televisione è apparso assieme a Nino Frassica alla trasmissione Colorado Café live su Italia 1 dove ha interpretato il vicecapocomico Carlo Scacchi. In passato (dal 1988 al 1990) aveva fatto parte del cast fisso della trasmissione Europa Europa condotta da Elisabetta Gardini.

Sempre insieme a Frassica, nel 2010 partecipa al varietà di Rai 1 I migliori anni (condotto da Carlo Conti), dove interpreta il personaggio dell'aspirante cantautore Gianfranco Padda, e dal 2011 partecipa al programma radiofonico Meno male che c'è Radiodue condotto da Nino Frassica e Simone Cristicchi. Nel 2015 affianca nuovamente Frassica a Radio 2 nel Programmone e a Rai 2 in Stracult, ancora con Frassica e con Andrea Delogu.

Nel 2016 interpreta ancora il sagrestano Pippo a fianco di Simone Montedoro e Nino Frassica nello spin-off di Don Matteo 10, Complimenti per la connessione.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli attori, Roma, Gremese, 2002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema