Giulio Manfredonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giulio Manfredonia (Roma, 3 novembre 1967) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nipote del regista Luigi Comencini, dopo varie esperienze come aiuto regista di Antonio Albanese, Luigi e Cristina Comencini, esordisce nella regia nel 2001, con la commedia fantastica Se fossi in te, nel quale i tre protagonisti, Emilio Solfrizzi, Gioele Dix e Fabio De Luigi, si scambiano le identità.

Allo stesso genere appartiene il successivo È già ieri (2004), remake della fortunata commedia statunitense Ricomincio da capo (Groundhog Day,1993), con Antonio Albanese nel ruolo che fu di Bill Murray. Si può fare (2008) è invece ispirato alla storia vera di una cooperativa di ex pazienti di un manicomio gestita da un sindacalista e da uno psichiatra, il film riscuote un discreto successo.

Nel 2011 e 2012 dirige nuovamente Antonio Albanese, questa volta nei panni del suo famoso personaggio di Cetto La Qualunque prima in Qualunquemente e poi in Tutto tutto niente niente, dove compaiono anche altri personaggi creati dal comico lombardo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN101346365 · LCCN: (ENno2012009693 · GND: (DE139626875