Giornalisti (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giornalisti
PaeseItalia
Anno2000
Formatoserie TV
Generecommedia drammatica
Stagioni1
Episodi13
Durata50
Lingua originaleItaliano
Rapporto4:3
Crediti
RegiaDonatella Maiorca
SoggettoLinda Brunetta
SceneggiaturaLinda Brunetta
Interpreti e personaggi
FotografiaFernando Ciangola
MontaggioCaterina Bonavita
MusichePino Donaggio
ScenografiaLuciano Ricceri
CostumiMariella Dirindelli
ProduttoreCarlo Bixio e Marco Ravera per PubliGlobo
Produttore esecutivoCarlo Principini
Casa di produzioneMediatrade
Prima visione
Dal30 marzo 2000
Al22 giugno 2000
Rete televisivaCanale 5

Giornalisti è una serie televisiva trasmessa nel 2000 e diretta da Donatella Maiorca e prodotta da Mediatrade.

Venne trasmessa su Canale 5 dal 30 marzo 2000 fino 22 giugno dello stesso anno, per 13 episodi.[1]

La serie era basata sul format Periodistas, serie di successo (aveva una media del 40% di share) trasmessa su Telecinco, il canale spagnolo di Mediaset. La versione italiana, al contrario della controparte iberica, ha invece ottenuto bassi indici d'ascolto tanto che, dopo quattro puntate, venne declassata dalla prima serata del giovedì al pomeriggio del sabato, e dunque è stata cancellata dopo una sola stagione.

In seguito è stata comunque replicata su Rete 4, sul canale digitale For You, e più recentemente da Mediaset Extra e Italia 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra le vicende dei giornalisti che lavorano nella redazione de Il Cronista, un immaginario quotidiano romano. Protagonista è Luca Ferrari, un reporter che, tornato dagli Stati Uniti, diventa il nuovo capo-redattore del giornale, ed intreccia una storia d'amore con la collega Laura Della Seta. Sullo sfondo si sviluppano le vicende degli altri cronisti del quotidiano, che spesso si lasciano coinvolgere fin troppo dal loro lavoro, finendo invischiati in casi di omicidi, corruzione, mafia, malasanità, malagiustizia ed altri ancora.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione