Di me cosa ne sai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Di me cosa ne sai
Paese di produzioneItalia
Anno2009
Durata79 min
Generedocumentario
RegiaValerio Jalongo
SoggettoValerio Jalongo, Giulio Manfredonia, Felice Farina
MontaggioMirco Garrone
Interpreti e personaggi

Di me cosa ne sai è un film documentario del 2009 scritto e diretto dal regista Valerio Jalongo.

Il film è stato presentato nella rassegna Giornate degli autori nell'ambito della 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia ricevendo una menzione speciale (premio fedic).

Oggetto del documentario è il declino del cinema italiano con interviste a protagonisti quali il produttore Dino De Laurentiis e il regista Mario Monicelli. Il produttore racconta di come la legge Andreotti[1] (Legge 958/49) tutelò il cinema italiano mentre la successiva legge Corona (Legge 1213/65) fu una delle cause che lo costrinsero ad emigrare negli Stati Uniti per continuare la propria attività.

Il documentario analizza l'irrompere della televisione commerciale e dell'auditel citando la campagna Non si interrompe un'emozione contro le interruzioni pubblicitarie nei film trasmessi in televisione, che vide tra i promotori Federico Fellini del quale vengono riproposti alcuni interventi dell'epoca. Vengono documentati spietatamente eventi quali la diffusione dei multisala, la progressiva centralità della rappresentazione televisiva nell'immaginario italiano e la scomparsa delle sale cinematografiche nei centri urbani, contrapposti alle figure di registi impegnati a riappropriarsi delle pellicole perdute dei propri film, piccoli proprietari di sala intenti a promuovere film d'autore e proiezionisti itineranti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'edizione DVD è presente fra gli extra un'intervista a Giulio Andreotti riguardante le norme a tutela del cinema italiano nel secondo dopoguerra e il rapporto con l'industria cinematografica statunitense.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema