Il paradiso delle signore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il paradiso delle signore
Ilparadisodellesignore3.png
immagine tratta dalla sigla della terza stagione
PaeseItalia
Anno2015 – in produzione
Formatoserie TV
Generein costume, soap opera
Stagioni3
Episodi90 (al 16 novembre 2018)
Durata50 min (st. 1-2)
40 min (st. 3)
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaMonica Vullo, Isabella Leoni, Marco Maccaferri, Riccardo Mosca, Francesco Pavolini
Interpreti e personaggi
ProduttoreGiannandrea Pecorelli
Casa di produzioneAurora TV, Rai Fiction
Prima visione
Dall'8 dicembre 2015
Alin corso
Rete televisivaRai 1

Il paradiso delle signore è una soap televisiva italiana, originariamente serie televisiva diretta da Monica Vullo trasmessa dall'8 dicembre 2015 in prima serata su Rai 1.

A partire dalla terza stagione la serie va in onda con un cast rinnovato e nel formato di una soap opera pomeridiana, trasmessa sempre su Rai 1.

È ispirata all'omonimo romanzo Al paradiso delle signore di Émile Zola, ma è ambientata a Milano tra il 1956 e il 1960.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

1956, Castelbuono. Una giovane di nome Teresa Iorio, desiderosa di lasciare una volta per tutte Salvo, storico fidanzato traditore che il padre le ha propinato poiché figlio del sindaco, decide di scappare dalla triste realtà del suo paese siciliano d'origine alla volta di Milano, la ricca città del Nord Italia in cui spera di poter trovare lavoro al fianco dello zio Vincenzo, ormai trapiantato da tempo lì e proprietario di un negozio di abbigliamento. Giunta presso il capoluogo lombardo, viene accolta dagli zii con una spiacevole sorpresa: Vincenzo, ormai sull'orlo della rovina come molti altri negozianti del posto, è accusato di aver incendiato il furgone di proprietà de "Il paradiso delle signore", l'illustre magazzino con cui è in concorrenza, e quindi arrestato.

Lo spregiudicato padrone del grande magazzino è Pietro Mori, giovane imprenditore dal passato misterioso, che dopo un viaggio negli Stati Uniti è riuscito dalle macerie della guerra a creare improvvisamente un magazzino elegante e all'avanguardia. Ma Teresa, coraggiosa e vulcanica, non accetta che la sua famiglia si sottometta al volere di Mori e si reca al magazzino. Qui, dopo essersi invano gettata in un burrascoso scontro verbale con il capo, decide di partecipare alla nuova selezione delle "Veneri", ossia le giovani e avvenenti commesse del negozio capitanate dalla rigida e integerrima Clara Mantovani, dalla quale viene ingiustamente bocciata per l'eccessiva originalità e lontananza dal mondo finto che contraddistingue il negozio. Tuttavia, prima di lasciare il luogo, viene notata dallo scaltro e geniale pubblicitario Vittorio Conti, che, affascinato sin dal primo momento dalla ragazza, prende in stretta considerazione il consiglio di avvicinare maggiormente il negozio al popolo. Così, mediante l'intercessione di Conti, Teresa diventa una delle nuove Veneri, insieme a Lucia, Anna e Silvana, le tre ragazze con le quali condividerà il susseguirsi delle giornate tra difficoltà, gioie ed imprevisti. Nel lavoro si distinguerà per spirito d'intraprendenza e solarità, conquistando a poco a poco il cuore e la fiducia di tutti.

Ma Teresa è anche una sognatrice e, nella ricerca della tanto amata indipendenza, finirà per innamorarsi perdutamente di Pietro Mori, l'uomo apparentemente insensibile che tutto d'un tratto si prodigherà con successo a proteggere i suoi sogni dalle volontà del padre, povero contadino costretto a riportare la figlia in Sicilia per rispettare l'accordo pattuito con il sindaco di Castelbuono, disposto a garantirgli i possedimenti terrieri soltanto se acconsentirà ad un matrimonio tra Salvo e Teresa. Ma Pietro, nonostante ricambi i sentimenti della ragazza, è ormai un uomo irraggiungibile, poiché dedito unicamente alla sua impresa e disposto, pur di salvare il suo sogno, non soltanto a muoversi ai confini del lecito ma anche a sposare Andreina Mandelli, la figlia del ricco banchiere milanese che, a causa di un terribile delitto di guerra compiuto per mano di Mori verso il fratello, sta ideando un diabolico piano per distruggere il magazzino.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Teresa e Pietro vivono felicemente la loro relazione finché nella vita di Pietro non torna improvvisamente Rose Anderson, la sua prima moglie. Per salvare il buon nome del Paradiso, quando Bruno Iacobi viene incastrato, Rose compra le sue quote del Paradiso e ne diventa dunque socia. Nel mentre Vittorio si afferma come pubblicitario aprendo uno studio e prende a lavorare con sè Andreina Mandelli, che ha fatto ritorno in Italia.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

1959, due anni dopo dalla morte di Pietro Mori. Vittorio Conti, il suo migliore amico, ha un sogno: riaprire "Il Paradiso delle Signore", chiuso da quella maledetta notte. Riaprire "Il Paradiso delle Signore" vuol dire per lui anticipare le mode e tornare ai fasti di un tempo. Per portare a termine il suo progetto, però, avrà bisogno di un prestito e ciò lo porterà ad allearsi con i Guarnieri, una ricca famiglia milanese, la cui generosità ha secondi fini.

Vittorio non sa ancora di essersi alleato con il suo peggior nemico: i Guarnieri sono coloro che ostacoleranno e minacceranno il successo dell’operazione. Ma Vittorio non è solo, ha accanto una donna giovane e appassionata che crede nel suo sogno, Marta, la figlia più piccola di Umberto Guarnieri. La ragazza, con il suo modo leggero e sfrontato di sfidare le convenzioni, fin dal primo incontro lo lascerà senza fiato e lo sosterrà, assieme alle persone che lavorano per lui e con lui, nella guerra contro il padre. A dividere i due anche un uomo misterioso e spregiudicato, Luca Spinelli, che punta le donne della famiglia Guarnieri per vendicarsi di Umberto e riappropriarsi di quello che hanno sottratto alla sua famiglia.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima visione
Prima stagione 20 2015-2016
Seconda stagione 20 2017
Terza stagione 180 2018-2019

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Teresa Iorio (st. 1-2), interpretata da Giusy Buscemi.
    È una donna determinata e coraggiosa, pronta a sfidare anche la realtà antiquata che l'avrebbe condannata a vivere in rigidi ed obsoleti schemi, pur di acquistare libertà ed indipendenza senza perdere i valori e le tradizioni in cui è cresciuta. Solare, energica, sognatrice, intraprendente e diretta, riesce a comunicare agli altri la naturalezza e la bellezza della sua anima, diventando un punto di riferimento per Il paradiso delle signore, seppur conquistando l'invidia delle donne e l'ammirazione degli uomini. Finirà per cedere al fascino del suo misterioso capo, il signor Mori, costringendosi alla sofferenza e al dolore per un amore impossibile. Lascia Milano dopo la morte di Mori.
  • Pietro Mori (st. 1-2), interpretato da Giuseppe Zeno.
    È l'affascinante proprietario dal nobile carattere de Il paradiso delle signore, la perla di eleganza e grazia che attrae i milanesi degli anni '50. È molto premuroso, generoso, altruista e riconoscente verso chiunque e tiene molto ai suoi dipendenti, in particolare a Teresa della quale s'innamora. Conserva nel cuore la triste e allo stesso tempo fortunata esperienza in America, che ha fatto di lui un imprenditore visionario desideroso d'investire sull'Italia del dopoguerra con il suo unico grande amore "Il paradiso delle signore", ma ancora incatenato ad un passato misterioso che rischia di minacciare la sopravvivenza del suo stesso gioiello. Viene ucciso da Jacobi per vendetta.
  • Vittorio Conti (st. 1-in corso), interpretato da Alessandro Tersigni.
    È il geniale e ambizioso consulente pubblicitario del magazzino ed amico di vecchia data di Mori, con il quale ha eretto le mura del negozio, ma che conserva un difficile rapporto con la famiglia. Frustrato da una carriera che non sembra correre secondo le aspettative, si rifugia nella conquista spassionata di donne: commesse, clienti, colleghe, tutte cadono ai suoi piedi, tranne Teresa, la ragazza ribelle dalla grazia scontrosa che l'ha colpito fin dal primo istante e per la quale maturerà un intenso rapporto di gelosia nei confronti di Pietro Mori, il suo primo rivale e che lo porterà ad affrontare delle scelte che non sempre risulteranno vantaggiose per l'immagine dell'azienda.
  • Clara Mantovani (st. 1-2), interpretata da Christiane Filangieri.
    È intransigente, integerrima, severa, rigida e spigolosa, è la responsabile del personale de "Il paradiso delle signore", dove è rispettata e temuta da tutti, ma amata da nessuno. Ha all'incirca 35 anni. Dietro allo sguardo fiero e austero della zitella anni cinquanta, si nasconde una donna debole e dalle grandi ferite, illusa e disillusa, che vive da sola in una casa cupa con una madre anziana dalla mentalità bigotta e all'antica, che temendo l'arrivo per la figlia di una storia d'amore dolorosa come le è gia successo in passato, preferisce costringere Clara a non cedere a nessun uomo. Clara infatti circa 10 anni prima quand'era molto giovane aveva avuto una relazione con un uomo sposato di nome Ettore che l'aveva lasciata dopo che lei era rimasta incinta di una bambina. Clara così era stata costretta ad abbandonare la sua piccola alla quale aveva messo nome Matilde, portandola in un orfanotrofio come purtroppo accadeva all'epoca. Riuscirà però a ritrovarla e ad aiutare lei e la madre adottiva di nome Donata (mantenendo però il segreto), in difficoltà economiche dopo la morte del marito, alla quale offrirà un posto come commessa all'interno del Paradiso nel reparto cosmetici licenziando così la perfida Monica Giuliani. Ma quando una sera Matilde nota che Clara porta al collo un ciondolo con all'interno incisa la sua data di nascita, Donata intuisce che quest'ultima è la madre naturale della bambina, così la mattina dopo non si presenta a lavoro e se ne va misteriosamente insieme alla piccola. Clara serba inoltre un debole per Pietro Mori, l'uomo che serve diligentemente, consiglia scrupolosamente e ama segretamente.
  • Andreina Mandelli (st.1-in corso), interpretata da Alice Torriani.
    Invidiosa e ricca, Andreina gode di un tenore da principessa e per interessi familiari è promessa in matrimonio al braccio destro del padre, fino a quando, rimasta preda dell'irresistibile fascino del signor Mori, decide di ribellarsi agli ordini del padre e d'inseguire le sue passioni, inconsapevole di essere diventata la pedina fondamentale sulla scacchiera dello scontro tra il padre, desideroso di portare avanti la sua vendetta, e Pietro, l'uomo che la sfrutta per proteggersi dai pericolosi attacchi dell'uomo di cui è figlia. Dopo un litigio con Mori lei spara a lui e è quindi obbligata a trasferirsi in un altro paese: l'America. Nella seconda stagione, al ritorno a Milano assiste alla dolorosa morte del padre; quindi acquisisce le redini della banca e continua i suoi progetti, fidanzandosi con Vittorio e, successivamente, salvando il paradiso delle signore e Pietro Mori comprandolo. Nella terza stagione è latitante per il presunto omicidio di Pietro Mori, ucciso invece da Bruno Jacobi.
  • Marta Guarnieri (st. 3-in corso), interpretata da Gloria Radulescu.
    Dopo l'uscita di scena di Teresa, diventa la nuova protagonista.

Le Veneri[modifica | modifica wikitesto]

  • Lucia Gritti (st.1-2), interpretata da Lorena Cacciatore.
    Dall'aspetto ispirato a Marilyn Monroe, Lucia è l'incarnazione della commessa perfetta. Bella, dolce e premurosa, riesce a soddisfare i desideri dei clienti e a diventare ben presto la pupilla della signorina Mantovani. Lucia è però anche la madre di un delizioso bambino e la sposa di un marito speciale, un panettiere milanese che ha dovuto sposare contro il volere della famiglia e andando incontro a serie difficoltà economiche. Il suo status, in un'Italia che non gode ancora di emancipazione femminile, è però costretto a rimanere nel segreto e a divenire una possibile arma di ricatto se rivelato ad orecchie nemiche.
  • Anna Imbriani (st.1-2), interpretata da Giulia Vecchio.
    Proveniente da un piccolo paesino di cui non si fa neppur menzione e di cui rinnega le origini, è un'amante della dolce vita milanese e lavora al grande magazzino con l'unico scopo di trovare un buon partito da sposare. L'uomo che sembra poter incarnare perfettamente le sue esigenze è un ingegnere impegnato nella costruzione dell'Autostrada del Sole, di cui tesse ininterrottamente le lodi, ma dopo esserne rimasta incinta, scopre che lui era già sposato. Nella seconda stagione, dovendo mantenersi da sola, lavora come assistente del ragionier Galli, inoltre andrà a vivere da Teresa e Silvana per sfuggire al suo ex e a sua moglie, che vogliono prendersi il suo bambino. Distante dal mondo di Teresa, ordirà delle malvagie trappole per costringere la collega a far ritorno in Sicilia e, una volta non vinta la partita, tenterà di agitare maldicenze sul suo rapporto con il signor Mori e il dottor Conti, ma la grande delusione d'amore che vivrà la porterà a riprendere la purezza del suo smalto originale.
  • Silvana Maffeis (st.1-2), interpretata da Silvia Mazzieri.
    Ingenua, carina, estroversa e sognatrice, non riesce a controllare facilmente le proprie emozioni ed essendo un po' svampita, non è sempre in grado di rispettare i rigidi ordini della signorina Mantovani. Come tutte le commesse de "Il paradiso delle signore" possiede un sogno. Il suo è quello di diventare un'attrice ed è per questo motivo che si ciba continuamente di opere cinematografiche, specialmente quelle che vedono come protagonista la sua attrice preferita Audrey Hepburn, di cui conosce perfettamente tutti i ruoli interpretati e tutte le battute, e che non può evitare di nominare in ogni dibattito che si presenti.

I consulenti pubblicitari[modifica | modifica wikitesto]

  • Elsa Tadini (st.1-2), interpretata da Claudia Vismara.
    È una giovane architetto dalla mentalità moderna e anticonformista e amante della libertà, riuscita, a differenza di molte altre donne del periodo, a conquistare una propria emancipazione e che stringerà con Teresa un rapporto di reciproca ammirazione.
  • Roberto Landi (st.1-2), interpretato da Filippo Scarafia.
    È il diligente consulente pubblicitario che lavora al fianco di Conti ed Elsa, sempre pronto a dare utili consigli e a seguire i propositi dell'esperto dottor Conti. È anche un grande amico dell'automobilista Eugenio Castellotti, che inviterà con successo a partecipare alla nuova collezione d'abiti. Prova dei sentimenti per Vittorio Conti che vanno ben oltre l'amicizia, proverà a nasconderli e reprimerli cominciando a frequentare Silvana. Verso la fine della seconda stagione si dichiara omosessuale e lascia Silvana.

I magazzinieri[modifica | modifica wikitesto]

  • Corrado Colombo (st.1-2), interpretato da Marco Bonini
    È il capo magazziniere di origini pugliesi furbo e disonesto cresciuto in orfanotrofio, che, coinvolto in loschi traffici, per evitare che i responsabili del personale si accorgano delle sue attività illegali, fingerà di essere attratto dalla signorina Mantovani con la quale avrà successivamente una storia. Nella seconda stagione, grazie alle sue conoscenze sul ciclismo, parteciperà a quattro puntate di Lascia o raddoppia?, dove verrà accompagnato dalla signorina Mantovani, tranne alla quarta puntata, dove perderà all'ultima domanda, pensando a Clara. A seguito di questo lascerà per un po' il Paradiso per la vergogna.
  • Quinto Reggiani (st.1-2), interpretato da Cristiano Caccamo.
    È il magazziniere giovane ed inesperto che ha seguito la sua Anna, adesso commessa al negozio, dal paesino d'origine a Milano per conquistarla e sposarla a suon di musica lirica e dei pezzi di Maria Callas.
  • Domenico D’Angelo (st. 2), interpretato da Lorenzo Cervasio.
    È il nuovo magazziniere, sopravvissuto al disastro di Marcinelle, e per questo molto tormentato e aggressivo. Inizialmente innamorato di Benedetta, una ragazza che può incontrare solo segretamente per via del padre di lei, lega molto con Letizia.

Gli antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Monica Giuliani (st.1), interpretata da Margherita Laterza.
    Perfida, maligna, pettegola e intrigante, pur di essere assunta come commessa a "Il paradiso delle signore", addosserà le proprie colpe alle colleghe, poi, approfittando della scarsa fiducia che la signorina Mantovani ripone in Teresa, accuserà la collega meridionale di essere colpevole dei continui saccheggi che avvengono in negozio e, come se non bastasse, intraprenderà uno spietato e poco decoroso corteggiamento con Vittorio Conti, di cui utilizzerà l'imponente figura in negozio per convincere la Mantovani a diventare una Venere. Ma, vicina dall'ottenere il tanto desiderato posto di lavoro, il dottor Conti non si curerà di raccomandarla e, soltanto dopo ricatti e intimidazioni, sarà accontentata con un posto di segretaria presso l'ufficio di un cliente di Vittorio e proprio dalla sua nuova prestigiosa postazione, approfittando della conoscenza di Valeria Craveri, ideatrice di uno splendido rossetto in vendita al negozio, si reintrodurrà nel personale de "Il paradiso delle signore" per minare ancora una volta all'equilibrio delle Veneri ma alla fine verrà licenziata dalla signorina Mantovani.
  • Federico Cazzaniga (st.1), interpretato da Riccardo Leonelli.
    Scagnozzo di Carlo Mandelli, si occuperà di mettere in atto la vendetta del potente banchiere e d'investigare sul presunto omicidio compiuto da Mori, ma nel corso delle ricerche finirà per incappare in un incidente di percorso che gli costerà la sofferenza per un amore impossibile con Lucia Gritti, la Venere bionda che è segretamente sposata e madre di un bambino. Muore alla fine della prima stagione durante il naufragio dell'Andrea Doria.
  • Bruno Jacobi (st.1-2), interpretato da Alessandro Averone.
    Strozzino appartenente alla malavita milanese e vecchio amico del signor Mori, di cui quest'ultimo si servirà per saldare il debito con Mandelli, ma che, nonostante verrà ripagato del suo lavoro in tempo, approfitterà della grave situazione in cui è Mori per richiedere ancora più denaro. Inoltre aiuta la signorina Mantovani a ritrovare la propria figlia che aveva dato in adozione. Alla fine della prima stagione si rimette a posto e Pietro decide di farlo diventare socio del Paradiso. All'inizio della seconda stagione però, nell'intento di aiutare un'altra volta la Mantovani a ritrovarle nuovamente la figlia dopo che la madre adottiva l'aveva portata via; rimarrà ancora coinvolto suo malgrado in dei loschi affari che lo porteranno ad essere arrestato dalla polizia. Cercherà di rimettersi in riga, ma tornerà al contrabbando, stavolta di droga, ucciderà Rose Anderson e quando Mori lo segnala alla polizia scappa dopo un breve scontro a fuoco, dove ferisce un agente. Nel finale della seconda stagione uccide Mori, che si prende il colpo destinato a Teresa. Sul punto di uccidere anche lei, la risparmia e fugge.
  • Rose Anderson (st.1-2), interpretata da Andrea Osvárt
    Ex moglie di Pietro Mori, arriva a Milano alla fine della prima stagione per diventare socia del "Paradiso delle Signore" insieme al suo ex marito e mettere zizzania tra lui e Teresa. Viene uccisa da Bruno Jacobi (probabilmente mandante dell'omicidio) a Roma, dopo una lite con Mori.
  • Umberto Razzi (st. 1).
  • Umberto Guarnieri (st. 3), interpretato da Roberto Farnesi.
  • Adelaide di Sant'Erasmo (st. 3), interpretata da Vanessa Gravina.

La famiglia Iorio[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincenzo Iorio (st.1), interpretato da Fabrizio Ferracane.
    Zio di Teresa, è da tempo emigrato a Milano dove ha formato una famiglia con Francesca e ha aperto un negozio di abbigliamento, ma, schiacciato così come molti altri commercianti dalla concorrenza de "Il paradiso delle signore", la sua attività commerciale non procede affatto bene e, accecato dalla rabbia, incendierà uno dei furgoni di proprietà del signor Mori, che ritirerà la denuncia d'arresto nei suoi confronti soltanto dopo che egli confesserà di aver appiccato fuoco. Verrà poi scelto personalmente dal signor Mori come sarto presso l'azienda che era stata una volta di proprietà del suo rifornitore, ma non accettando le regole proprie del suo nuovo lavoro, deciderà di licenziarsi e di trasferirsi con tutta la famiglia a Monaco di Baviera, in Germania.
  • Francesca Iorio (st.1), interpretata da Alessia Giuliani.
    Moglie di Vincenzo, è una zia e madre comprensiva, che aiuterà Teresa a proteggere i suoi sogni anche a costo di litigare con il marito.
  • Mario Iorio (st.1), interpretato da Andrea Arcangeli.
    È il fratello minore di Teresa, amico di Salvo, il promesso sposo della sorella in Sicilia, e giunto a Milano per convincere la ragazza a convolare a nozze e per intraprendere come la sorella un percorso lavorativo nella grande metropoli italiana.
  • Giuseppe Iorio (st.1-2), interpretato da Antonio Milo.
    Padre di Teresa, è un umile contadino cresciuto in Sicilia, ancora legato a schemi antiquati e obsoleti, che vanno di volta in volta a scontrarsi con le idee rivoluzionarie della figlia Teresa, alla quale tuttavia permetterà di restare a Milano.

La famiglia Mandelli[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Mandelli (st.1-2), interpretato da Corrado Tedeschi.
    Potente e vendicativo, è un uomo appartenente all'alta borghesia milanese, dagli ideali conservatori e proprietario della banca che finanzia l'impresa di Mori. È pronto a tutto pur di distruggere "Il paradiso delle signore", il grande magazzino eretto da colui che ritiene essere l'assassino del fratello. Nella seconda stagione muore a causa di un infarto causato da un litigio con Pietro Mori.
  • Viola/Marisa Mandelli (st.1-2), interpretata da Helene Nardini.
    Moglie di Carlo Mandelli e madre di Andreina. Nella seconda stagione si allontana da Andreina dopo la morte del marito ed il tentativo fallito di recuperare la banca da parte di Andreina. Muore nella terza stagione, suicida.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ragionier Galli (st.1-2), interpretato da Andrea Pennacchi.
  • Contessa (st.1-2), interpretata da Valeria Fabrizi. È la cliente più esigente del Paradiso. Stringe un legame stretto con Teresa sin dall'inizio. È la prima donna di Milano ad aver ottenuto la patente.
  • Ragionier Luciano Cattaneo (st.3-in corso), interpretato da Giorgio Lupano.
  • Ludovica Brancia di Montalto interpretata da Giulia Arena (st.3).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La fiction è stata prodotta per Rai 1 dalla casa di produzione laziale Aurora TV, diretta da Giannandrea Pecorelli, mentre le riprese iniziate ad aprile 2015 e concluse l'11 settembre dello stesso anno, si sono alternate tra Milano e Roma.[1]. Subito dopo la fine della stagione, visti gli ottimi ascolti la direttrice della Rai, Eleonora Andreatta ha già annunciato che sarebbe stata prodotta una seconda stagione. Da dicembre 2016 a giugno 2017 si sono infatti svolte le riprese della seconda, andata in onda dall'11 settembre 2017.

Il 18 giugno 2018 sono iniziate le riprese della terza stagione, in versione daily, caratterizzata da un cast quasi completamente nuovo. Le 180 puntate da 40 minuti sono in onda da lunedì 10 settembre 2018 e proseguiranno fino alla primavera 2019.

La prima stagione della fiction è disponibile in streaming on-line anche sulla piattaforma Netflix.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora della fiction in costume, composta da Francesco De Luca e Alessandro Forti ed eseguita dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Emanuele Boss, è uscita su tutte le piattaforme digitali il 16 dicembre 2015. Alla realizzazione hanno partecipato numerosi jazzisti, tra cui spicca il trio swing Ladyvette, presente anche all'interno della storia con i nomi d'arte di Sugar, Pepper e Cherry.[2]

  1. Il paradiso delle signore
  2. Tema paradiso
  3. Un incontro romantico
  4. La selezione
  5. Un passaggio in auto
  6. Il mondo di Teresa
  7. Le ragazze del Paradiso
  8. Il colloquio
  9. Milano Swing
  10. Ribot
  11. Una nuova giornata
  12. Un passato da dimenticare
  13. Slogan
  14. Pietro e Andreina
  15. Intrighi e sospetti
  16. La notte delle lucciole
  17. La collezione invernale
  18. Un altro bacio
  19. I favolosi anni '50
  20. Sentimentale
  21. Arrivo a Milano
  22. Il discorso di Pietro Mori
  23. Un incontro romantico (Big Band Version)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Paradiso delle signore, riprese finite. Messa in onda nell’inverno 2015/2016, su velvetcinema.it, 12 settembre 2015.
  2. ^ Francesco De Luca e Alessandro Forti, IL PARADISO DELLE SIGNORE - Uscita la colonna sonora, su cinemaitaliano.info, 16 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione