Perfetti sconosciuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Perfetti sconosciuti
Perfetti sconosciuti.png
Una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno2016
Durata97 min
Generecommedia, drammatico
RegiaPaolo Genovese
SoggettoPaolo Genovese
SceneggiaturaPaolo Genovese, Filippo Bologna, Paolo Costella, Paola Mammini e Rolando Ravello
ProduttoreMarco Belardi
Casa di produzioneMedusa Film, Lotus Production, Leone Film Group con il contributo del MiBACT in collaborazione con Monte dei Paschi di Siena e Mediaset Premium
Distribuzione (Italia)Medusa Film
FotografiaFabrizio Lucci
MontaggioConsuelo Catucci
Effetti specialiBluma Lab
MusicheBungaro e Cesare Chiodo
ScenografiaChiara Balducci
Interpreti e personaggi

Perfetti sconosciuti è un film del 2016, diretto da Paolo Genovese, con Giuseppe Battiston, Anna Foglietta, Edoardo Leo, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher e Kasia Smutniak.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Ognuno di noi ha tre vite: una pubblica, una privata e una segreta. »

(Tag-line del film)

Eva e Rocco invitano a cena a casa loro gli amici di sempre: Cosimo e Bianca, Lele e Carlotta, e Peppe. I padroni di casa sono ormai da tempo in crisi, situazione cui contribuisce anche il rapporto conflittuale con la figlia adolescente Sofia; la seconda coppia, un tassista e una veterinaria, è invece formata da novelli sposi; i terzi hanno anche loro i propri problemi; l'ultimo è un insegnante di educazione fisica che, dopo il divorzio, non riesce a trovare né un lavoro né una compagna stabile. Durante la cena, mentre discutono di una coppia di comuni amici, separati a causa dei messaggi sul telefonino, Eva propone a tutti di mettere sul tavolo il proprio cellulare e di rivelare ai presenti il contenuto di tutte le comunicazioni che riceveranno nel corso della serata: pur con molti tentennamenti, tutti accettano, ma quello che doveva essere un gioco si trasforma ben presto in una pubblica confessione di tutti i segreti dei commensali.

Si scopre così che Rocco, chirurgo plastico, è da tempo in analisi all'oscuro della moglie, analista a sua volta, e che ella stessa ha intenzione di rifarsi il seno, ma l'intervento lo dovrà eseguire non il marito bensì un famoso chirurgo. Rocco, inoltre, dà consigli alla figlia Sofia sulla prima esperienza sessuale e in merito a ciò le aveva comprato una scatola di preservativi, senza che la moglie lo sapesse. Bianca si sente con il suo ex all'insaputa del marito, ma solo per aiutarlo ad affrontare la complicata relazione che sta avendo con la nuova compagna. Cosimo, oltre ad avere un'amante rimasta incinta durante il loro ultimo rapporto, ha una relazione proprio con Eva, moglie di Rocco. Lele intrattiene una relazione online con un'altra donna, così come anche Carlotta ha una relazione online con un altro uomo, oltre a voler mettere in una casa di riposo la suocera che abita con lei e il marito, senza che quest'ultimo ne sapesse nulla. Infine, Peppe rivela a tutti la propria omosessualità, che è anche la causa per la quale ha perso il posto di insegnante, e nel corso della serata emerge una profonda omofobia di Cosimo e Carlotta. Si scopre inoltre che Carlotta, guidando ubriaca, ha ucciso un uomo, ma dell'evento si è assunto la responsabilità Lele in modo da evitare il carcere alla moglie e il disfacimento familiare.

A serata conclusa, si scopre che in realtà il gioco dei cellulari non è mai avvenuto, in seguito all'opposizione decisa di Rocco: i commensali tornano a casa, dopo quella che è stata un'ordinaria cena tra amici. Ognuno ritorna alle proprie menzogne: Peppe è escluso dal calcetto con una scusa da Lele, Cosimo e Rocco; e, sotto richiesta degli amici, promette che alla prossima occasione presenterà loro l'inesistente Lucilla (in realtà il suo compagno Lucio). Cosimo scorre i messaggi dell'amante Marika e risponde a un messaggio di Eva, che nel frattempo si toglie il paio di orecchini regalatole dallo stesso Cosimo. Carlotta reindossa gli slip che l'amante virtuale le aveva chiesto di togliersi per gioco e il marito Lele controlla la foto inviata dalla sua amante Isa Clementini.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono tenute a Roma fra il settembre e l'ottobre del 2015.[1][2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche l'11 febbraio 2016, distribuito da Medusa Film in 550 copie.[3] Il 14 aprile 2016 è presentato al Tribeca Film Festival nella sezione International Narrative Competition,[4] vincendo il premio per la migliore sceneggiatura.[5]

Il film è stato distribuito per il mercato home video nei formati DVD e Blu-ray Disc, disponibili in Italia dal 15 giugno 2016.[6]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha debuttato al primo posto dei film più visti della settimana, con un incasso di € 3.325.953 nel solo primo weekend.[7] In totale ha superato i 16 milioni di euro, imponendosi come secondo miglior incasso dell'anno per il cinema italiano, dopo Quo vado?. Il successo, sia di incassi che di critica, ha fatto sì che da molti paesi, come Francia e Stati Uniti, siano stati richiesti i diritti per un remake. «Ha riscosso grande interesse al Mercato della Berlinale, siamo letteralmente sommersi da richieste di diritti per i remake, arrivate da tutto il mondo, perché l'idea alla base della storia funziona a Roma, come a Tokyo, come a New York», ha infatti commentato Giampaolo Letta (amministratore delegato di Medusa Film, produttrice e distributrice della pellicola).[8] Il film ha incassato complessivamente € 17.360.000, diventando uno dei film più visti della stagione 2015-16.[9]

Nel maggio 2018 il film viene distribuito in Cina con 4 mila copie, incassando 1 milione di dollari nel primo giorno di programmazione, attestandosi al quinto posto della classifica dei film più visti in sala.[10]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica. Sono stati apprezzati soprattutto la costruzione della sceneggiatura, la regia, la recitazione da parte di tutti gli interpreti e la qualità dei dialoghi.

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo del film sono stati realizzati diversi remake internazionali. In Grecia è stato prodotto Teleioi ksenoi per la regia di Thodoris Atheridis, mentre nel corso del 2017 ne è stato realizzato l'adattamento spagnolo, Perfectos desconocidos, diretto da Álex de la Iglesia.[11] Cebimdeki Yabanci del 2018, di produzione turca, segna il debutto alla regia di Serra Yılmaz.

Ne esiste inoltre un remake fedele ungherese e uno svedese, ed è in uscita nel 2018 quello francese.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema