Giorgio Diritti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Diritti nel 2010

Giorgio Diritti (Bologna, 21 dicembre 1959) è un regista, sceneggiatore e montatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si forma lavorando al fianco di vari autori italiani e in particolare Pupi Avati, con cui collabora in vari film. Realizza vari casting per film in Emilia-Romagna, tra cui La voce della luna (1990) di Federico Fellini. Partecipa all'attività di Ipotesi Cinema, Istituto per la formazione di giovani autori, fondato e diretto da Ermanno Olmi. Come autore e regista dirige documentari, cortometraggi e programmi televisivi. In ambito cinematografico il suo primo cortometraggio, Cappello da marinaio (1990), è stato selezionato in concorso a numerosi festival internazionali, tra cui quello di Clermont-Ferrand. Nel 1993 ha realizzato Quasi un anno, film per la TV prodotto da Ipotesi Cinema e Rai 1.

Il suo film d'esordio, Il vento fa il suo giro (2005), partecipa a oltre 60 Festival nazionali e internazionali, vincendo oltre 36 premi[senza fonte]. Riceve 5 candidature ai David di Donatello 2008 (fra cui Miglior film, Miglior regista esordiente, Miglior produttore e Miglior sceneggiatura) e 4 candidature ai Nastri d'argento 2008. Il film inoltre diventa un “caso nazionale”, restando in programmazione al Cinema Mexico di Milano per più di un anno e mezzo.

Il secondo film, L'uomo che verrà (2009), viene presentato nella selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2009, dove vince il Gran Premio della Giuria Marc'Aurelio D'argento, il Premio Marc'Aurelio D'oro del Pubblico e il Premio "La Meglio Gioventù". Uscito poi in sala il 22 gennaio 2010, partecipa a numerosi festival italiani e internazionali ricevendo molti riconoscimenti importanti, tra cui i premi come Miglior film e Miglior produttore ai David di Donatello[1] 2010 e il Nastro d'argento 2010 come Miglior produttore e Migliore scenografia.

Nel 2013 dirige Un giorno devi andare, di cui ha curato anche soggetto e sceneggiatura, e che è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival.

Nel 2014 pubblica il suo primo romanzo, Noi due.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Quasi un anno (1993)

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Mediometraggi e cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Cappello da marinaio (1990)
  • Dio (1992)
  • Dal buio (1995)
  • Segno d'ombra (2000)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • La zattera di Vesalio (2007)
  • Novelle fatte al piano (2010)
  • Gli occhi gli alberi le foglie (2011)

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ David: vince film Giorgio Diritti sulla strage di Marzabotto, ansa.it. URL consultato l'8 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233346728 · ISNI (EN0000 0004 2340 0162 · SBN IT\ICCU\LO1V\270919 · LCCN (ENno2008183239