David di Donatello 2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il conduttore della serata Carlo Conti

La cerimonia di premiazione della 66ª edizione dei David di Donatello si è svolta l'11 maggio 2021 a Roma.

La trasmissione dell'evento è avvenuta in diretta in prima serata su Rai 1, con la conduzione di Carlo Conti[1].

In tale edizione è stata effettuata una modifica al regolamento per poter ammettere in concorso anche le pellicole che, a causa delle disposizioni di emergenza legate al contenimento della pandemia di COVID-19, non hanno potuto godere della proiezione nelle sale cinematografiche e sono state quindi distribuite sulle piattaforme streaming[2].

La cerimonia si è svolta in presenza con i candidati divisi in due luoghi, uno al Teatro dell’opera di Roma e negli studi televisivi Fabrizio Frizzi.

Le candidature sono state annunciate il 26 marzo 2021; i film che hanno ottenuto il maggior numero di candidature sono stati Volevo nascondermi, Hammamet, Favolacce, L'incredibile storia dell'Isola delle Rose e Miss Marx [2].

Vincitori e candidati[modifica | modifica wikitesto]

Miglior film[modifica | modifica wikitesto]

Miglior regia[modifica | modifica wikitesto]

Miglior regista esordiente[modifica | modifica wikitesto]

Migliore sceneggiatura originale[modifica | modifica wikitesto]

Migliore sceneggiatura adattata[modifica | modifica wikitesto]

Miglior produttore[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attrice protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Miglior attore protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attrice non protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Miglior attore non protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore autore della fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Miglior compositore[modifica | modifica wikitesto]

Migliore canzone originale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior scenografo[modifica | modifica wikitesto]

Miglior costumista[modifica | modifica wikitesto]

Miglior truccatore[modifica | modifica wikitesto]

Miglior acconciatore[modifica | modifica wikitesto]

Miglior montatore[modifica | modifica wikitesto]

Miglior suono[modifica | modifica wikitesto]

Migliori effetti speciali visivi[modifica | modifica wikitesto]

Miglior documentario - Premio Cecilia Mangini[modifica | modifica wikitesto]

Miglior cortometraggio[modifica | modifica wikitesto]

Miglior film straniero[modifica | modifica wikitesto]

David Giovani[modifica | modifica wikitesto]

David speciale[modifica | modifica wikitesto]

David dello spettatore[modifica | modifica wikitesto]

Targa David 2021 - Riconoscimento d'onore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ David di Donatello 2021, le candidature: 15 a Volevo nascondermi con Elio Germano e 14 per Hammamet con Pierfrancesco Favino, su ilfattoquotidiano.it, Il Fatto Quotidiano, 26 marzo 2021. URL consultato il 28 marzo 2021.
  2. ^ a b David di Donatello 2021, i premi ai film italiani nell’anno senza cinema: ecco le candidature, su lastampa.it, La Stampa, 26 marzo 2021. URL consultato il 28 marzo 2021.
  3. ^ David di Donatello 2021, tutte le candidature, su ciakmagazine.it, Ciak, 26 marzo 2021. URL consultato il 28 marzo 2021.
  4. ^ Valentina D'Amico, DAVID DI DONATELLO 2021: A SANDRA MILO IL DAVID ALLA CARRIERA, su Movieplayer.it, 28 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021.
  5. ^ Patrizio Marino, DIEGO ABATANTUONO RICEVERÀ IL DAVID SPECIALE 2021, su Movieplayer.it, 30 aprile 2021. URL consultato il 30 aprile 2021.
  6. ^ A Tolo Tolo di Checco Zalone il David dello Spettatore, su ANSA, 7 maggio 2021. URL consultato il 7 maggio 2021.
  7. ^ David Di Donatello 2021 a tre professionisti sanitari le targhe David 2021 – Riconoscimento d'onore, su zazoom.it, 4 maggio 2021. URL consultato il 4 maggio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema