Jordan Peele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Jordan Haworth Peele (New York, 21 febbraio 1979) è un comico, attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense.

Diventato famoso come attore comico grazie ad un ruolo nella serie TV MADtv, ha conquistato la notorietà planetaria come regista e sceneggiatore grazie al film horror Scappa - Get Out, vincitore di un premio Oscar alla migliore sceneggiatura originale. In seguito a questa esperienza ha continuato a lavorare sia come attore che come regista e produttore, dedicandosi principalmente al cinema horror in questo campo ma continuando a dedicarsi alle commedie come attore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jordan Haworth Peele è nato a New York City il 21 Febbraio 1979, figlio di Hayward Peele e Lucinda Williams, che lo crebbe da sola nel West Side di Manhattan. Frequentò la Computer School di Manhattan, si laureò alla Calhoun School e in seguito andò al Sarah Lawrence College. Dopo due anni però, Peele lasciò il college per formare un duo comico con il suo coinquilino e la futura scrittrice di Key & Peele Rebecca Drysdale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prima di iniziare con la carriera televisiva, Peele ha iniziato ad esibirsi regolarmente presso alcuni locali come comico.[1] Lui e la sua collega Nicole Parker divennero abbastanza noti grazie ai loro duetti musicali, e così Peele ebbe l'opportunità di fare da presentatore durante l'MTV Comedy Weekend 2002.[1] A partire dal 2003, Peele entra a far parte del programma televisivo Mad TV, in cui esegue svariate imitazioni di personaggi noti del mondo dello spettacolo, tra cui Timbaland, James Brown e Morgan Freeman.[2] Il successo di Peele all'interno del format è molto ampio, e così il comico viene confermato per un totale di 5 stagioni dello show.[2] Nel 2007 l'attore debutta al cinema nel film Twisted Fortune, a cui fa seguito nel 2010 Vi presento i nostri.[2]

Nel 2009 Peele appare nelle serie TV Reno 911 e The Station, mentre dal 2010 ha un ruolo da protagonista nella serie TV Children Hospital, che mantiene per l'intera durata della serie fino al 2015. Nel 2011 appare nella serie TV Love Bites. A partire dal 2012 interrompe la sua attività presso Mad TV.[2] Dal 2012 al 2015, Peele e la sua co-star di MadTV Keegan-Michael Key sono stati protagonisti della serie di comedy central Key & Peele,[3] ottenendo un notevole successo.[4] In questo stesso periodo, l'attore appare in svariate serie televisive, tra cui la serie antologica Fargo, di genere commedia nera. Nel 2012 torna al cinema nel film Nudi e felici, a cui farà seguito il film Keanu nel 2012, occasione in cui Peele fa il suo debutto come produttore cinematografico.[2] Il film ottiene un buon successo in USA, e così Peele ottiene la possibilità di passare dall'altro lato della macchina da presa e debuttare come regista.[5]

Nel 2017 Peele debutta ufficialmente come regista e sceneggiatore cinematografico nel film Scappa - Get Out, un film fortemente incentrato su temi sociali come il razzismo.[6] Il film ottiene un successo straordinario di pubblico e critica, rafforzando enormemente la fama di Peele a livello mondiale e vincendo un Oscar nella categoria miglior sceneggiatura originale: Peele diventa il primo uomo nero a vincere questo premio. Il film diventa inoltre il terzo nella storia ad essere nominato contemporaneamente nelle categorie miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura originale.[7] Per quanto riguarda il successo commerciale, a fronte di un budget di 4,5 milioni di dollari il film riesce ad incassarne oltre 255.[8] Sulla scia di questo enorme successo, Peele dirige un secondo film horror intitolato Noi, film con protagonista Lupita Nyong con cui affronta tematiche simili al precedente.[9] Il film esce in tutto il mondo nel 2019.[10] Un terzo approccio al cinema horror avviene alla produzione ed alla sceneggiatura di Candyman, remake di un celebre film horror degli anni '90 che affronta tematiche simili a quelle dei film diretti da Peele.[9]

A partire dal 2018, Peele produce dei lavori di genere horror anche per la televisione: si tratta delle serie TV The Twilight Zone, Hunters e Lovecraft Country - La terra dei demoni. In The Twilight Zone, Peele partecipa anche in qualità di attore.

Stile e influenze[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda lo stile e le tematiche della sua regia, Peele ha citato i seguenti film come fonti d'ispirazione: Rosemary's Baby, La notte dei morti viventi, Shining, Candyman, La Casa Nera, Scream, Il silenzio degli innocenti, Funny Games, Misery non deve morire, La finestra sul cortile, L'erba del vicino e Indovina chi viene a cena.[11]

Come comico si è definito ispirato dalla serie In Living Color e dai comici Richard Pylor, Dave Chappelle, Steve Martin e Martin Lawrence.[12]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Peele è imparentato per via materna con alcuni personaggi molto importanti nella lotta alla segregazione razziale: Nathaniel Woodhull e Abraham Woodhull.[13]

Nel 2015 Peele ha sposato l'attrice comica Chelsea Peretti.[14] La coppia ha avuto un figlio di nome Beaumont nel 2017.[15]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Jordan Peele è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) GradeSaver, Jordan Peele Biography | List of Works, Study Guides & Essays | GradeSaver, su www.gradesaver.com. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  2. ^ a b c d e Jordan Peele, su IMDb. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  3. ^ TV.com, Key & Peele, su TV.com. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  4. ^ (EN) Jordan Zakarin, How Key & Peele Make Comedy That Goes Really, Insanely Viral, su BuzzFeed. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Keanu (2016). URL consultato il 26 ottobre 2020.
  6. ^ (EN) Scott Mendelson, Jordan Peele Talks 'Get Out' And His Love For Horror Movies, su Forbes. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Cara Buckley, ‘Call Me by Your Name,’ ‘Get Out’ Win Big at Muted Gotham Awards (Published 2017), in The New York Times, 28 novembre 2017. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  8. ^ Get Out, su Box Office Mojo. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  9. ^ a b Davide Mirabello, Candyman: ecco il trailer del film horror di Jordan Peele, su Lega Nerd, 27 febbraio 2020. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  10. ^ MYmovies.it, Noi, su MYmovies.it. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  11. ^ (EN) Jordan Peele: The Art of the Social Thriller, su BAM.org. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  12. ^ (EN) Josh Lezmi, Jordan Peele Reveals 2 Major Comedic Influences, su Showbiz Cheat Sheet, 27 marzo 2019. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  13. ^ (EN) Family relationship of Abraham Woodhull and Jordan Peele via Richard Woodhull III., su famouskin.com. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  14. ^ (EN) Chelsea Peretti and Jordan Peele Engaged, su PEOPLE.com. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  15. ^ (EN) Jordan Peele and Chelsea Peretti Welcome Their First Child, su E! Online, Mon Jul 17 16:47:00 GMT+0 2017. URL consultato il 26 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN296942943 · ISNI (EN0000 0004 0192 5080 · LCCN (ENno2013025104 · GND (DE1135697051 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013025104