Greta Scacchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Greta Scacchi

Greta Scacchi (Milano, 18 febbraio 1960) è un'attrice italiana naturalizzata australiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Greta Scacchi nasce a Milano, in Italia, figlia del pittore e mercante d'arte italiano Luca Scacchi, soprannominato Gracco dall'amico Pablo Picasso e che spesso utilizzò accanto al proprio nome, e della ballerina e curatrice d'articoli d'antiquariato inglese Pamela Risbey[1], ex-componente delle Bluebell Girls. Ha due fratelli gemelli maggiori, Tom e Paul, e una sorella - nata dal secondo matrimonio del padre - Sarah Georgette.

A seguito del divorzio dei genitori, avvenuto quando lei non aveva che quattro anni d'età, si trasferì con la madre ed i due fratelli maggiori in Inghilterra, stabilendosi dapprima a Londra e, successivamente, a Haywards Heath (nel West Sussex)[2]. Quando poi la madre, nel 1975, convolò a seconde nozze, tutta la famiglia si trasferì in Australia, a Perth, dove il patrigno era stato convocato in qualità di docente invitato presso l'Università dell'Australia Occidentale[3][4][5]. Durante il suo soggiorno australiano, frequentò la Hollywood Senior High School[6] e, in seguito, la UWA's University Dramatic Society, tramite la quale esordì sul palcoscenico del New Dolphin Theatre, recitando nella commedia surrealistica Early Morning del drammaturgo inglese Edward Bond, sotto la regia di Arne Neeme[7]. Nel 1977, a diciott'anni, ritorna da sola in Inghilterra, per poter studiare presso l'Old Vic Theatre di Bristol, diplomandosi nel 1981.

Debutta nel cinema nel 1982 nel film tedesco La moglie... gli uccelli (Das zweite Gesicht), sotto la direzione di Dominik Graf. Dopo una serie di pellicole, fiction televisive e lavori teatrali, acquista notorietà grazie al film Coca Cola Kid del belgradese Dušan Makavejev, che viene presentato al Festival di Cannes. Recita poi in Presunto innocente al fianco di Harrison Ford e Prova schiacciante di Wolfgang Petersen, I protagonisti di Robert Altman ed Emma, tratto dal romanzo di Jane Austen. Inoltre recita in Il ronzio delle mosche, nel film diretto da Kevin Spacey Beyond the Sea e un piccolo ruolo nel thriller Flightplan - Mistero in volo.

Nel 1996 è stata membro della giuria al Festival di Cannes. Nel 1997 ha interpretato Penelope nella miniserie televisiva L'Odissea.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dalla relazione con l'attore statunitense Vincent D'Onofrio, nel 1992 ha avuto una figlia, Leila. Ha un altro figlio, Matteo, nato nel 1998 dall'unione col compagno Carlo Mantegazza, con il quale vive in Australia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Greta Scacchi è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Greta Scacchi profile, in The Guardian, London. URL consultato il 4 maggio 2010.
  2. ^ Cally Law e Greta Scacchi, Slight mischief, in The Sunday Times, 17 Aug 2008, p. 2.
  3. ^ Nerida Newbigin, Giovanni Carsaniga (1934-2016), su Australasian Centre for Italian Studies, 4 aprile 2016. URL consultato il 24 settembre 2016.
  4. ^ Jane Cornwell, Greta Scacchi: acting royalty, in The Sydney Morning Herald, 22 giugno 2014. URL consultato il 15 gennaio 2016.
  5. ^ In Conversation… with Greta Scacchi, University of Western Australia, 9 novembre 2014.
  6. ^ Michael Bosworth, Hollywood Senior High School – A History (PDF), su shenton.wa.edu.au, 2000. URL consultato il 6 gennaio 2011.
  7. ^ The Octagon Takes a Bow, in Uniview, vol. 29, nº 1, Summer 2010, pp. 16–19. URL consultato il 6 gennaio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85145671 · ISNI (EN0000 0001 1476 3904 · SBN IT\ICCU\RAVV\090496 · LCCN (ENno90017659 · GND (DE13257392X · BNF (FRcb139356803 (data) · WorldCat Identities (ENno90-017659