Roberta Greganti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberta Greganti nel 1990

Roberta Greganti (Roma, 31 marzo 1956) è un'attrice, doppiatrice e direttrice del doppiaggio italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nota per aver dato voce, fra le altre molte attrici, a Marcia Cross nel telefilm degli anni 1990 Melrose Place, a Rachel Ward, protagonista della miniserie televisiva Uccelli di rovo, a Jane Badler nella miniserie V - Visitors e nella seguente serie tv sui Visitors ed a Catherine Bell nella serie JAG - Avvocati in divisa. Inoltre, è lei a prestare la voce a Katherine Mayfair a partire dalla quarta stagione di Desperate Housewives e a Sue Sylvester in Glee.
Tra le attrici di cinema doppiate figurano Julianne Moore, Salma Hayek, Uma Thurman, Sean Young, Emma Thompson, Laura Linney, Jennifer Jason Leigh, Annette Bening, Nathalie Baye e Goldie Hawn.

Nel luglio 2014 ha vinto il "Leggio d'oro voce femminile dell'anno".[1]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposata con il doppiatore Vittorio Guerrieri.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Blu notte, regia di Daniela Ardini (Radio2 Rai, 1998)
  • Eros per tre (Radio2 Rai, 2000)
  • Diabolik, prima serie, regia di Arturo Villone (Radio2 Rai, 2000)
  • Il terzo gemello, regia di Massimo Guglielmi (Radio2 Rai, 2001)
  • Il ritorno di Fiamma, regia di Massimo Guglielmi (Radio2 Rai, 2002)
  • Dylan Dog (Radio2 Rai, 2002)
  • Diabolik, seconda serie, regia di Arturo Villone (Radio2 Rai, 2004)
  • Fiamma a bordo, regia di Enrico Caria e Fulvio Ottaviano (Radio2 Rai, 2006)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Film TV[modifica | modifica wikitesto]

Miniserie TV[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Soap opera e telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Palmarès 2014, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]