Nathalie Baye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nathalie Baye

Nathalie Baye (Mainneville, 6 luglio 1948[1]) è un'attrice francese di cinema, teatro e televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato danza dall'età di quattordici anni nel Principato di Monaco, a diciassette si è recata negli USA con una compagnia di ballo. Al ritorno in Francia ha continuato l'attività di ballerina frequentando contestualmente Il corso di formazione teatrale di René Simon. Diplomatasi poi al CNSAD (Conservatorio nazionale d'arte drammatica di Parigi) con una tesi su commedia, dramma e teatro in lingua estera, ha iniziato nel 1972 la carriera nel mondo dello spettacolo.

È madre dell'attrice Laura Smet (nata nel 1983 dalla sua relazione - durata dal 1982 al 1986 - con l'attore e cantante-rock Johnny Hallyday) ed è stata componente di giuria al festival di Cannes nel 1996. Per il cinema ha lavorato con i maggiori registi francesi, da Jean-Luc Godard a François Truffaut a Bertrand Tavernier, recitando a fianco dei più noti attori. Nelle versioni dei suoi film in lingua italiana è stata doppiata da Roberta Greganti e da Paila Pavese.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nathalie Baye ha vinto per due volte il Premio César per la migliore attrice: nel 1983 per il film La spiata (La balance), diretta da Bob Swaim, e nel 2006 per l'interpretazione in Le petit lieutenant, di Xavier Beauvois (interpretazione che le è valsa anche una Stella d'oro per un ruolo femminile alle Étoiles d'or du cinéma français). Ai César era stata premiata anche nel 1981 e nel 1982 come migliore attrice non protagonista.

Nel 2006 ha ricevuto un riconoscimento come migliore attrice anche al Festival internazionale del cinema di San Sebastián per il film Mon fils à moi girato con Gérard Depardieu. Tra gli altri premi ricevuti in carriera figurano, nel 1999, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile alla Mostra del Cinema di Venezia per Une liaison pornographique (Una relazione privata), di Frédéric Fonteyne, e il premio come migliore attrice al Festival cinematografico di Seattle per Vénus beauté (institut), di Tonie Marshall. Riceve il Premio Magritte onorario ai Premi Magritte 2012.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Nathalie Baye ai Premi César 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Talune fonti - si veda ad esempio teemix.aufeminin.com - viene indicato che è nata nel 1951.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per la migliore attrice Successore
Isabelle Adjani
per Possession
1983
per La spiata
Isabelle Adjani
per L'estate assassina
I
Yolande Moreau
per Quand la mer monte
2006
per Le petit lieutenant
Marina Hands
per Lady Chatterley
II
Predecessore Premio César per la migliore attrice non protagonista Successore
Nicole Garcia
per Le cavaleur
1981
per Si salvi chi può (la vita)
Nathalie Baye
per Une étrange affaire
I
Nathalie Baye
per Si salvi chi può (la vita)
1982
per Une étrange affaire
Fanny Cottençon
per L'étoile du Nord
II
Controllo di autorità VIAF: (EN56795335 · ISNI: (EN0000 0001 2280 4411 · LCCN: (ENno96064453 · GND: (DE130571431 · BNF: (FRcb13891255w (data)