True Lies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo di Philip Ross, vedi Sotto mentite spie.
True Lies
True lies de.svg
Logo originale del film
Titolo originaleTrue Lies
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1994
Durata140 min
Rapporto2,35:1
Genereazione, spionaggio
RegiaJames Cameron
SoggettoClaude Zidi, Simon Michaël, Didier Kaminka
SceneggiaturaJames Cameron
ProduttoreJames Cameron, Stephanie Austin
Produttore esecutivoLawrence Kasanoff, Rae Sanchini, Robert Shriver
Casa di produzione20th Century Fox, Lightstorm Entertainment
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
FotografiaRussell Carpenter
MontaggioConrad Buff, Mark Goldblatt, Richard A. Harris, James Cameron
Effetti specialiThomas L. Fisher
MusicheBrad Fiedel
ScenografiaPeter Lamont
CostumiMarlene Stewart
TruccoJeff Dawn
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

True Lies è un film del 1994 diretto da James Cameron, e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tia Carrere ed Eliza Dushku.

Si tratta del terzo e ultimo film figurante il duo Cameron-Schwarzenegger. La sceneggiatura prende spunto dalla storia di spionaggio francese (inedita in Italia) La Totale!, del 1991.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Arnold Schwarzenegger in una scena del film

Harry Tasker è apparentemente un semplice rappresentante di apparecchi informatici con una vita piuttosto noiosa, almeno agli occhi della moglie Helen e della figlia Dana. In realtà Harry è una spia tutto muscoli e azione che lavora per la Omega Sector, una segreta agenzia della sicurezza del governo degli Stati Uniti.

Durante una missione in Svizzera, Harry e la sua squadra incappano in una misteriosa donna, Juno Skinner, che si scopre essere legata a dei loschi e pericolosi terroristi del Medio Oriente, capeggiati da Salim Abu Aziz. L'indagine che ne segue, che lo costringe a essere sempre lontano da casa, lo porta a trascurare la moglie, che proprio per questo motivo si lascia corteggiare da Simon, un semplice rivenditore d'auto che prova a conquistarla fingendosi a sua volta una spia.

Una volta scoperto tutto, Harry si ritroverà a doversi districare su entrambi i fronti, cercando di salvare il proprio paese e il suo matrimonio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo del film è un ossimoro e in inglese vuol dire "autentiche bugie", riferimento alla doppia vita del protagonista.

Il tango presente nel film è il celebre Por una cabeza composto da Carlos Gardel nel 1935, e presente anche in altri grandi film come Schindler's List - La lista di Schindler e Scent of a Woman - Profumo di donna.

Si tratta del primo film ad aver superato i 100 milioni di dollari di budget.[1]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola esordì al primo posto del botteghino statunitense, incassando 25 869 770 $ durante la prima settimana nei cinema.[2] Complessivamente incassò 146 282 411 $ negli Stati Uniti e 378 882 411 $ in tutto il mondo.[2] Fu il terzo maggior successo dell'anno alle spalle de Il re leone e Forrest Gump.[3]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ricevette critiche generalmente buone. Sul sito Rotten Tomatoes detiene un indice di gradimento del 72% basato su 47 recensioni professionali, con un punteggio medio di 6.6/10. Il consenso recita: "Pure se non raggiunge il livello delle precedenti collaborazioni del regista James Cameron e la star Arnold Schwarzenegger, True Lies è ancora sufficientemente ricco di azione e umorismo per intrattenere nella sua trama a volte assurda".[4] Su Metacritic ha invece un punteggio di 63 basato su 17 recensioni.[5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1995 - Premio Oscar

1995 - Golden Globe

1995 - Premio BAFTA

1995 - ASCAP Award

  • Candidato - Top Box Office Films

1995 - Saturn Award

1995 - MTV Movie & TV Awards

1995 - Screen Actors Guild Award

1995 - Awards of the Japanese Academy

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La scena dello striptease di Jamie Lee Curtis, verrà ripresa 5 anni dopo, nel 1999, in uno spot di una celebre marca di orologi, la Tissot, dove a interpretarla è stata una giovane e allora sconosciuta Rossella Brescia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) First film with a $100 million budget, Guinness World Records. URL consultato il 2 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2017).
  2. ^ a b (EN) True Lies (1994), Box Office Mojo. URL consultato il 7 settembre 2018.
  3. ^ (EN) 1994 Worldwide Grosses, su boxofficemojo.com. URL consultato il 7 settembre 2018.
  4. ^ (EN) True Lies, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 7 settembre 2018. Modifica su Wikidata
  5. ^ (EN) True Lies, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 7 settembre 2018. Modifica su Wikidata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema