Hollywoodland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hollywoodland
Hollywoodland.png
Ben Affleck nei panni di George Reeves/Superman
Titolo originale Hollywoodland
Paese di produzione USA
Anno 2006
Durata 126 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, thriller
Regia Allen Coulter
Soggetto Paul Bernbaum
Sceneggiatura Paul Bernbaum
Produttore Glenn Williamson
Produttore esecutivo J. Miles Dale, Jake Myers, Joe Pichirallo
Casa di produzione Back Lot Pictures, Focus Features e Miramax Films
Fotografia Jonathan Freeman
Montaggio Michael Berenbaum
Musiche Marcelo Zarvos
Scenografia Leslie McDonald, Patrick Banister e Odetta Stoddard (arredi)
Costumi Julie Weiss
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hollywoodland è un film del 2006 diretto da Allen Coulter.

La pellicola è incentrata sui misteri legati alla morte dell'attore George Reeves.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 giugno 1959 accadde uno dei più famosi fatti di cronaca che abbiano coinvolto Hollywood. L'attore George Reeves, interprete della famosa serie televisiva Adventures of Superman, si suicida. Tutto sembra fin troppo chiaro, tanto che molti iniziano a dubitare che possa essere realmente andata così. L'investigatore privato Louis Simo, senza soldi e lavoro, si interessa al caso, e convince la madre di Reeves a ingaggiarlo per scoprire la verità. Dopo aver sospettato, rispettivamente, di Leonore Lemmon (nuova ed instabile giovane fiamma dell'attore), di Toni Mannix (l'ex tradita ed abbandonata) e del marito Eddie (capo della MGM, che scopre che la moglie l'ha tradito con l'attore), l'investigatore conclude amaramente che si è trattato di un "semplice" suicidio. Non solo, facendosi largo in un mondo in cui tutto è falso, cinico ed opportunistico (anche la madre di Reeves, in realtà, è più interessata ai soldi e alla fama del defunto figlio rispetto alla verità), capisce che anche la sua vita rischia di prendere una brutta piega. Il film si conclude, infatti, con Simo che si reca a casa dell'ex moglie per la prima volta sobrio, pulito e ben determinato a riallacciare i rapporti col figlio (col quale il rapporto era oramai logoro).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'arma con cui si presume si sia ucciso l'attore è una Luger P08, regalatagli da Toni Mannix.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema