Lois Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lois Smith (Topeka, 3 novembre 1930) è un'attrice statunitense, attiva in campo cinematografico (teatro, cinema e televisione) a partire dagli anni cinquanta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Lois nacque come Lois Arlene Humbert a Topeka (Kansas) il 3 novembre 1930, da William Oren (un dipendente di una compagnia telefonica) e Carrie Davis (conosciuta anche come Gottshalk).[1] Si è in seguito laureata presso l'Università di Washington e ha studiato recitazione insieme a Lee Strasberg nell'Actor's Studio di New York.[2]

Smith debuttò nel cinema nel 1955, col film La valle dell'Eden, regia di Elia Kazan. Ha preso poi parte ad una lunga serie di pellicole, che includono Cinque pezzi facili, Voglio la libertà, Gli amici di Georgia, Attrazione fatale, Pomodori verdi fritti alla fermata del treno, Gli anni dei ricordi, Dead Man Walking - Condannato a morte, Twister e In cerca d'amore. Parte della carriera di Lois è composta in gran parte da comparse televisive, perlopiù soap opere (Destini, Somerset, Ai confini della notte, La valle dei pini) e numeroe serie drammatiche come Il dottor Kildare, The Practice - Professione avvocati, Law & Order - I due volti della giustizia, Law & Order: Unità Speciale, Law & Order: Criminal Intent, Grey's Anatomy e True Blood.

I suoi lavori più recenti si ritrovano in film come Minority Report (2002) con Tom Cruise e Max von Sydow e in Angeli d'acciaio (2004), regia di Katja von Garnier.[3] Nel 2008 ha partecipato alla serie televisiva True Blood, nel ruolo di Adele Stackhouse, nonna della protagonista.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dal 5 novembre 1948 è stata sposata con l'insegnante Wesley Dale Smith, dal quale ha avuto una figlia, Moon Elizabeth. La coppia ha divorziato nel 1970.

Smith ha adesso 80 anni e vive nell'Upper West Side di Manhattan (New York).[1]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Premi e nomination[modifica | modifica sorgente]

National Society of Film Critics[modifica | modifica sorgente]

  • 1970: Vincitrice del National Society of Film Critics Award per la migliore attrice non protagonista per Cinque pezzi facili

Tony Award[modifica | modifica sorgente]

Drama Desk Award[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Lois Smith è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Biografia di Lois Smith, FilmReferences.com. URL consultato il 24 gennaio 2009.
  2. ^ (EN) Lois Smith (Biografia), Internet Movie Database. URL consultato il 24 gennaio 2009.
  3. ^ Scheda di Lois Smith, Movieplayer.it. URL consultato il 24 gennaio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 91394157 LCCN: no92026472