Shane Black

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shane Black (Pittsburgh, 16 dicembre 1961) è un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Ha raggiunto la notorietà scrivendo le sceneggiature di molti film d'azione di successo degli anni ottanta e novanta, tra cui Arma letale (1987). Con Kiss Kiss Bang Bang (2005) fa il suo debutto alla regia, mentre tra i film in cui ha recitato si segnala Predator (1987). Nel 2013, ha co-sceneggiato e diretto Iron Man 3, che attualmente è il 10º maggior incasso nella storia del cinema.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Pittsburgh, in Pennsylvania[2], Shane Black si trasferisce in California con la famiglia durante le scuole superiori.[2] Studia teatro, laureandosi nel 1983 alla UCLA, e dopo gli studi passa il suo tempo in un cine-club con alcuni amici, tra cui Fred Dekker, che lo incoraggia a scrivere la sua prima sceneggiatura.[3] Nel periodo seguente, Black si mantiene facendo i lavori più disparati: con l'aiuto di Dekker, propone un altro suo copione, un thriller paranormale ambientato nel Vietnam intitolato The Shadow Company, a diversi agenti e produttori, ma, nonostante l'interessamento di alcuni esecutivi della 20th Century Fox, il tentativo porta ad un nulla di fatto.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983, all'età di 22 anni[5], realizza in sole sei settimane la sceneggiatura per un film d'azione, Arma letale, che viene acquistata dalla Warner Bros. per 250.000 dollari: il film è un successo al box-office di quell'anno e lancia definitivamente la carriera di Mel Gibson. Durante la produzione del film, Black chiede e ottiene dal produttore Joel Silver una piccola parte in un altro suo film, Predator, per cui contribuisce anche alla sceneggiatura. Sempre nel 1987, aiuta l'amico Fred Dekker nella stesura della sceneggiatura del film Scuola di mostri.[3]

L'anno seguente, Black scrive assieme a Warren Murphy una prima stesura di Arma Letale 2, ma abbandona il progetto dopo sei mesi in seguito a delle divergenze con la casa di produzione.[3][4] Trascorsi due anni, Black trasforma quella sceneggiatura mai andata in porto ne L'ultimo boy scout, ricevendo un compenso di 1.75 milioni di dollari.[4] L'anno dopo, Black ne guadagna un altro milione per la riscrittura di Last Action Hero - L'ultimo grande eroe[6], mentre nel 1994 diventa lo sceneggiatore più pagato di Hollywood, ricevendo ben quattro milioni per la stesura di Spy.[7]

Nel corso degli anni, Black recita in cinque film ed appare in episodio della serie televisiva Dark Justice.

Nel 2005 debutta alla regia con la commedia nera Kiss Kiss Bang Bang con Robert Downey Jr. e Val Kilmer.

Torna a dirigere Downey Jr. nel 2013 con Iron Man 3, sostituendo il regista dei primi due film Jon Favreau; con oltre un miliardo di dollari, il film è attualmente il 10º maggior incasso nella storia del cinema.[1] Black ha espresso il desiderio di dirigere ancora film tratti da fumetti: difatti, ha presentato alla Sony un adattamento per Doc Savage[8][9] ed è stato collegato alla trasposizione live-action americana di Death Note, prima di abbandonare il progetto.[10]

Nel 2016 scrive e dirige il poliziesco The Nice Guys, con protagonisti Russell Crowe e Ryan Gosling.[11][12]

Attualmente sta lavorando assieme a Fred Dekker alla sceneggiatura di The Predator, quarto film dell'omonima saga, di cui sarà anche il regista.[13][14][15] La data di uscita del film è fissata al 2 maggio 2018.[16]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Black spesso aggiunge alla sceneggiatura elementi caratteristici come considerazioni personali e battute sulle persone coinvolte nella realizzazione del film, i cosiddetti Shane Blackismi[17], volti a coinvolgere e tenere alta l'attenzione il lettore.[18] I principali ispiratori di questo metodo di scrittura sono William Goldman, il suo mentore per quanto riguarda la sceneggiatura, e Walter Hill, di cui Black apprezzava la "prosa incalzante, tersa, spartana".[18] Alcuni di esempi di Shane Blackismi sono:

(EN)

« The kind of house that I'll buy if this movie is a huge hit. Chrome. Glass. Carved wood. Plus an outdoor solarium: A glass structure, like a greenhouse only there's a big swimming pool inside. This is a really great place to have sex. »

(IT)

« Il tipo di casa che comprerò se questo film sarà un successo. Colori. Vetro. Legno pregiato. Più un solarium esterno: una costruzione in vetro simile ad una cupola, ma con all'interno una grande piscina. Un ottimo posto per fare sesso. »

(Dalla sceneggiatura di Arma letale, 1987.[19])
(EN)

« Remember Jimmy's friend, Henry, who we met briefly near the film opening? Of course you do, you're a highly-paid reader or development person. »

(IT)

« Ricordi Henry, l'amico di Jimmy che abbiamo incontrato brevemente verso l'inizio del film? Ovvio che sì, sarai sicuramente un lettore ben pagato o un tizio della produzione. »

(Dalla sceneggiatura de L'ultimo boy scout, 1991.)

Anche altri espedienti narrativi, come il rapimento, ed ambientazioni, come il periodo natalizio, ricorrono particolarmente nei film di Black.[20]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Edge (2015) - film TV

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Edge (2015) - film TV

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Edge (2015) - film TV

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) All Time Worldwide Box Office Results, Box Office Mojo. URL consultato il 12 luglio 2014.
  2. ^ a b (EN) Barbara Vancheri, Film Notes: A local connection to 'Iron Man 3', Pittsburgh Post-Gazette, 8 giugno 2012. URL consultato il 16 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2012).
  3. ^ a b c d (EN) James Greenberg, Portrait of the Artist as a Young Millionaire, Los Angeles Times.
  4. ^ a b c (EN) Million Dollar Babies, New York Magazine.
  5. ^ (EN) Emma Thrower, The Nice Guys Interview Special Podcast with Shane Black and Joel Silver, su Empire. URL consultato il 29 settembre 2016.
  6. ^ Thom Taylor, The Big Deal: Hollywood's Million-Dollar Spec Script Market, Harper Perennial, 1999.
  7. ^ (EN) Entertainment - Shane Black, Los Angeles Times.
  8. ^ (EN) Tatiana Siegel, Columbia revives Doc Savage, Variety, 22 febbraio 2010. URL consultato il 27 febbraio 2010.
  9. ^ (EN) 'Iron Man 3' Director Shane Black to Direct 'Doc Savage' for Sony, su TheWrap.
  10. ^ (EN) ‘Death Note': Shane Black Out, Gus Van Sant In As Director?, su Screen Rant, http://plus.google.com/+ScreenRant/posts. URL consultato il 23 ottobre 2015.
  11. ^ (EN) Ryan Gosling & Russell Crowe May Be 'Nice Guys' for Shane Black, su firstshowing.net, 12 giugno 2014. URL consultato il 13 giugno 2014.
  12. ^ (EN) Warner Bros In ‘Nice Guys’ Talks With Shane Black, Russell Crowe, Ryan Gosling, su deadline.com.
  13. ^ (EN) Brad Miska, Fred Dekker’s ‘Predator’ Script Completed!, bloody-disgusting.com, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  14. ^ (EN) Adam Chitwood, Exclusive: Shane Black Says His PREDATOR Film Is a Sequel, Not a Reboot, su Collider, 25 giugno 2014. URL consultato il 25 giugno 2014.
  15. ^ (EN) Borys Kit, Fox Rebooting 'Predator' With Shane Black (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  16. ^ (EN) 'Alien: Covenant' & 'The Predator' Get a Release Date, collider.com.
  17. ^ (EN) WordPlay: Column 23, Terry Rossio, 1997. URL consultato l'8 agosto 2011.
  18. ^ a b (EN) Psycho Pension: The Genesis of Lethal Weapon, contenuto speciale del DVD Lethal Weapon Collection, Warner Bros. Home Entertainment, 2012
  19. ^ (EN) Lethal Weapon, script, su The Daily Script. URL consultato l'8 agosto 2011.
  20. ^ (EN) Sam Delaney, Crash, bang, wallop what a picture (Londra), The Guardian, 22 maggio 2009. URL consultato il 23 maggio 2009.
  21. ^ (EN) Rosie Fletcher, Marvel's Agent Carter reaction: Comic-Con 2013, su Total Film, 19 luglio 2013. URL consultato il 21 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85587412 · LCCN: (ENn93114230 · ISNI: (EN0000 0001 1476 6435 · GND: (DE142097632 · BNF: (FRcb12951720t (data)