Cinquanta sfumature di grigio (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cinquanta sfumature di grigio
50 sfumature di grigio (film).jpg
Una scena del film
Titolo originale Fifty Shades of Grey
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2015
Durata 125 min
129 min (unrated)
Rapporto 2,35 : 1
Genere drammatico, sentimentale
Regia Sam Taylor-Johnson
Soggetto dal romanzo di E. L. James
Sceneggiatura Kelly Marcel, Patrick Marber, Mark Bomback
Produttore E. L. James, Dana Brunetti, Michael De Luca
Produttore esecutivo Marcus Viscidi
Casa di produzione Focus Features, Michael De Luca Productions, Trigger Street Productions
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Seamus McGarvey
Montaggio Anne V. Coates, Susan Littenberg, Sabrina Plisco
Effetti speciali Chris Hatchwell
Musiche Danny Elfman
Scenografia David Wasco
Costumi Mark Bridges
Trucco Naomi Bakstad
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cinquanta sfumature di grigio (Fifty Shades of Grey) è un film del 2015 diretto da Sam Taylor-Johnson, con protagonisti Jamie Dornan e Dakota Johnson. La pellicola è l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo del 2011 scritto da E. L. James, qui anche produttrice del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La ventunenne Anastasia "Ana" Steele studia letteratura inglese alla Washington State University di Vancouver, negli Stati Uniti. Quando la sua amica e coinquilina, Katherine "Kate" Kavanagh, si ammala improvvisamente, si ritrova a sostituirla per un'intervista del giornale studentesco a Christian Grey, un imprenditore miliardario di Seattle di 27 anni. La ragazza rimane turbata dal carattere e dal fascino del carismatico uomo, il quale comincia a nutrire un particolare interesse per lei. Infatti, poco tempo dopo, la visita al negozio di bricolage dove lavora e accetta la proposta di Ana per un servizio fotografico che accompagni l'articolo sul giornale.

Dopo un appuntamento in un caffè, Christian dichiara di non essere l'uomo per lei, nonostante la ragazza pensasse fossero sul punto di baciarsi. Tuttavia, in seguito, l'uomo le spedisce come regalo delle costose prime edizioni tra cui Tess dei D'Urbervilles di Thomas Hardy. Ana, durante i festeggiamenti post-laurea, si ubriaca e telefona a Christian prendendosi gioco del suo gesto e del suo atteggiamento. L'uomo la raggiunge al locale prima che la ragazza svenga. La mattina dopo Ana si sveglia nella camera d'hotel di Christian, ma quest'ultimo le rivela che non si sono spinti oltre.

I due iniziano a frequentarsi, ma Christian frappone tra di loro un accordo di non divulgazione; egli è infatti attratto solo da una relazione bondage e propone un ulteriore contratto che implichi un tale rapporto. Ana è disposta a vivere questa esperienza, ma ammette di essere vergine. L'uomo, sorpreso, decide di tralasciare la documentazione per concedere alla ragazza una prima esperienza sessuale "regolare".

Quindi Christian non si trattiene dal farle costosi regali, come un computer e una nuova auto. Decide persino di presentarla alla sua famiglia; sennonché, durante una cena, Ana rivela il suo prossimo ma temporaneo viaggio in Georgia per far visita alla madre. Lì matura il desiderio di una relazione romantica, e il messaggio arriva inaspettato a Christian. Tuttavia l'uomo stesso nutre sentimenti nuovi e di grande affezione per la ragazza tanto da presentarsi sorprendentemente in Georgia e da convincerla a rimanere con lui.

I due, su proposta dell'uomo, provano ulteriori esperimenti sessuali a cui Ana partecipa consenziente e molto attratta. Tuttavia si rende conto del distacco emotivo di Christian in queste situazioni. Mentre considera la possibilità di firmare definitivamente il contratto, decide di provare a comprendere la psicologia di Christian, chiedendogli di dimostrarle come l'avrebbe punita per tutte le volte che ha infranto le sue regole. L'uomo quindi la sculaccia violentemente con una cintura per sei volte, obbligandola a contarle. In seguito tenta di aiutarla a rialzarsi, ma la ragazza lo spintona via irata e disgustata. Ciò non ha niente a che fare con le aspettative romantiche di Ana, la quale, riconoscendo che Christian non è l'uomo che fa per lei date le sue eccessive perversioni, lo abbandona.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Ad inizio 2012 svariate case di distribuzione statunitensi si dichiarano interessate all'acquisizione dei diritti cinematografici della trilogia Cinquanta sfumature di grigio.[1] Le offerte per i diritti arrivano da Warner Bros., Sony, Paramount Pictures, Universal Pictures[2] e Closest to the Hole Productions, piccola casa di distribuzione di Mark Wahlberg.[3] Nel marzo 2012 la Universal si aggiudica i diritti della saga assieme alla Focus Features[4] per 3 milioni di dollari.[5]

Il budget del film è stato di circa 40 milioni di dollari.[6]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Per il ruolo di Christian Grey furono presi in considerazione Ryan Gosling, Stephen Amell, Garrett Hedlund, Ian Somerhalder, Theo James e Robert Pattinson, il 2 settembre 2013 venne scelto Charlie Hunnam, ma, a pochi giorni dall'inizio delle riprese, lascia la produzione del film a causa di impegni televisivi.[7] Anche Scott Eastwood, figlio del celebre Clint, ha rifiutato la parte perché "richiedeva una piena nudità frontale, inoltre c'erano altre cose del personaggio che non erano nelle mie corde".[8] Il 24 ottobre 2013 viene annunciato che il protagonista sarà Jamie Dornan.[9]

Per interpretare Anastasia Steele tra le attrici furono candidate Kristen Stewart, Elizabeth Olsen, Shailene Woodley, Felicity Jones.[10] Emilia Clarke incontrò anche la regista ma poi rifiutò la parte motivando così: "Ho rifiutato per le scene di nudo: non voglio che mi si etichetti così".[11] Nel settembre 2013 viene scelta Dakota Johnson.[12]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante lo scrittore Bret Easton Ellis si fosse candidato a scrivere la sceneggiatura del film,[13] sono stati scelti Kelly Marcel[14] e Patrick Marber,[15] mentre Mark Bomback è stato chiamato dalla Universal come consulente e supervisore per la sceneggiatura.[16]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2013 viene scelto Joe Wright come regista,[17] ma non viene trovato un accordo per il conflitto con la programmazione dei progetti già fissati del regista.[18] Successivamente vengono presi in considerazione altri registi come Patty Jenkins, Bill Condon, Bennett Miller e Steven Soderbergh.[19] Nel giugno 2013 la stessa E. L. James annuncia che il posto è andato a Sam Taylor-Johnson.[20]

Riprese e location[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente le riprese erano previste per il novembre 2013 in Canada[21] ma vengono rinviate a dicembre, mese in cui iniziano.[22] Le riprese si svolgono a Vancouver, soprattutto a Gastown, centro storico della città,[23] mentre il Bentall 5 viene utilizzato come appartamento del protagonista.[24] Le riprese terminano ufficialmente il 21 febbraio 2014.[25]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora di Cinquanta sfumature di grigio racchiude diversi musicisti e comprende 16 canzoni, tra cui brani di Rolling Stones, Frank Sinatra e Annie Lennox. Beyoncé ha realizzato i remix dei suoi brani Crazy in Love e Haunted appositamente per la pellicola, mentre Earned It, dei The Weeknd, è stata usata come colonna sonora per i titoli di coda e nel videoclip, diretto dalla stessa regista del film, Sam Taylor-Johnson, è presente anche l'attrice Dakota Johnson, legata e appesa al soffitto in pose sensuali.[26][27]

Di seguito, la lista delle tracce della colonna sonora composta da vari artisti:

  1. Annie LennoxI Put A Spell On You (Fifty Shades of Grey)
  2. Laura WelshUndiscovered
  3. The WeekndEarned It
  4. Jessie WareMeet Me In The Middle
  5. Ellie GouldingLove Me Like You Do
  6. BeyoncéHaunted (Michael Diamond Remix)
  7. SiaSalted Wound
  8. The Rolling StonesBeast of Burden
  9. AWOLNATIONI’m On Fire
  10. BeyoncéCrazy in Love (2014 Remix)
  11. Frank SinatraWitchcraft
  12. Vaults – One Last Night
  13. The WeekndWhere You Belong
  14. Skylar GreyI Know You
  15. Danny ElfmanAna And Christian
  16. Danny ElfmanDid That Hurt?

La traccia principale Love Me Like You Do ha raggiunto la prima posizione della classifica ufficiale inglese. In più il brano è in vetta alla classifica dei singoli più venduti su iTunes in 33 paesi[28].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film viene diffuso il 21 luglio 2014[29] mentre il trailer esteso viene diffuso il seguente giovedì, 24 luglio[30] insieme alla versione italiana.[31] Nel trailer la voce italiana di Jamie Dornan è di Niseem Onorato, mentre poi sarà Andrea Mete a prestargli la voce nel film.

Il film è stato proiettato in anteprima mondiale al Festival internazionale del cinema di Berlino l'11 febbraio 2015, mentre è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 14 febbraio 2015[32] ed in quelle italiane dal 12 febbraio dello stesso anno.[29]

Il film viene trasmesso in televisione in Italia il 25 gennaio 2016 su Canale 5 in prima serata, registrando 5.498.000 spettatori pari al 22.61% di share.[33]

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola viene vietata ai minori di 17 anni, negli Stati Uniti d'America e in Australia per la presenza di "forti contenuti sessuali, inclusi dialoghi, comportamenti inconsueti, nudità, e linguaggio non adatto".[34] In Spagna, Regno Unito e Russia è stato vietato ai minori di 18 anni perché "il film contiene sesso spinto e nudità, oltre a ritrarre un gioco di ruolo erotico basato sulla dominazione-sottomissione e pratiche sadomasochistiche. Ci sono inoltre forti riferimenti verbali a tali pratiche e agli strumenti utilizzati"; in Italia, invece, viene vietato ai minori di 14 anni.[35] La pellicola non è stata distribuita in Kenya, Indonesia, Malesia ed Emirati Arabi Uniti per la presenza di scene di sesso,[36] mentre in Vietnam il film è stato vietato ai minori di 16 anni nonostante sia stato distribuito con quasi mezz'ora di contenuti tagliati, ovvero tutte le scene di sesso dei protagonisti.[37]

Trailer allegati[modifica | modifica wikitesto]

Nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti, prima del film, viene diffuso il primo trailer del film Crimson Peak di Guillermo del Toro.[38]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, costata 40 milioni di dollari, ha ottenuto incassi record in tutto il mondo dopo il primo weekend di programmazione, raggiungendo la cifra di 311 milioni di dollari in otto giorni, di cui 8 milioni e mezzo in Italia,[39] e 82 milioni di euro nel week end americano.

La pellicola, al 7 maggio, ha incassato 569.651.467 dollari in tutto il mondo, di cui 166.167.230 negli Stati Uniti, mentre 403.484.237 sono stati raccolti nei mercati internazionali, ovvero il 70% del totale.[40][41] In Italia la pellicola ha incassato 19.625.340 dopo tre settimane di programmazione, facendolo diventare il quarto film più visto del 2015, superato dal film d'animazione Minions con 22.3 milioni[42][43] e Inside Out con 25.1 milioni.[44] Anche in Brasile il film ha ottenuto un grande successo, e con un incasso di 79.4 milioni di dollari è il film più visto dal 2013.[45]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il successo al botteghino, il film è stato stroncato dalla critica. Sul sito Rotten Tomatoes ha ottenuto il 25% di giudizi positivi su 225 recensioni professionali, con un voto medio di 4,2 su 10,[46] su Metacritic i giudizi positivi dei critici sono il 46% mentre il voto degli utenti è di 3 su 10;[47] su Internet Movie Database ottiene il voto del pubblico di 4,1 su 10[48]. Claudia Puig della rivista USA Today ha definito "i dialoghi ridicoli e il ritmo lento", aggiungendo che "il film può essere visto come una forma di tortura".[49] Stephanie Merry, sul quotidiano The Washington Post, ha scritto "alla fine, qui non c'è niente che non abbiamo mai visto prima" e Chris Vognar afferma sul The Dallas Morning News che "è difficile ricordare l'ultima volta di un sesso tanto noioso".[50]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

In Italia sono stati venduti 180 mila biglietti nelle prevendite, mentre a livello internazionale sono 2.75 milioni i biglietti venduti in 39 nazioni, facendo raggiungere il più alto numero di prevendite mai registrato.[51]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Casi mediatici[modifica | modifica wikitesto]

A causa dei tanti litigi sul set per via dei disaccordi sulle riprese, la regista Sam Taylor-Johnson è stata licenziata dai futuri capitoli della saga; nel giugno 2017, la regista a dichiara:[58]

« Sapendo come sarebbero andate le cose, lo rifarei? Ovviamente no, sarei pazza. È stata una sofferenza e ci sono state un sacco di discussioni sul set, con me che cercavo di mettere le cose al loro posto. Non guarderò mai i successivi film della saga. Ho letteralmente zero interesse. »
(Sam Taylor-Johnson)

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Cinquanta sfumature di nero (film).

La Universal ha confermato ancor prima dell'uscita del primo film, che il sequel verrà diretto sempre da Sam Taylor-Johnson,[59] mentre la diretta interessata ha successivamente annunciato che non ha nessuna intenzione di proseguire nella serie, per via dei noti e feroci dissidi avuti con la scrittrice E. L. James nel corso della produzione del film.[60]

L'attore Jamie Dornan ha inoltre dichiarato che difficilmente parteciperà a un sequel per non creare dissapori con la moglie Amelia Warner.[61] In seguito la notizia viene smentita in quanto gli attori sono vincolati da contratto per multipli film, ma la produzione del sequel è comunque ferma o posticipata per vari motivi, fra cui la volontà di E. L. James di riscrivere la sceneggiatura, che poi ha lasciato nelle mani del marito Niall Leonard.[62]

Il 31 agosto 2015 la Universal annuncia il regista del sequel, che sarà James Foley.[63] Nel novembre successivo viene annunciato che i due sequel del film, Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso, verranno girati insieme, con le uscite fissate per San Valentino 2017 e San Valentino 2018.[64]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) '50 Shades of Grey' has studios hot and bothered, Los Angeles Times. URL consultato il 21 luglio 2014.
  2. ^ (EN) British Erotica Series Catches Hollywood's Eye, publishersweekly.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Mark Wahlberg Talks Fifty Shades of Grey & Making A Movie With Justin Bieber, Yahoo!. URL consultato il 21 luglio 2014.
  4. ^ (EN) E.L. James Making Unprecedented Demands for Film Rights to 'Fifty Shades of Grey', The Hollywood Reporter. URL consultato il 21 luglio 2014.
  5. ^ (EN) Cinquanta Sfumature di Grigio: E.L. James ha avuto l’ultima parola sul finale, badtaste.it. URL consultato l'8 febbraio 2015.
  6. ^ (EN) Fit To Be Tied, Entertainment Weekly. URL consultato il 21 luglio 2014.
  7. ^ Cinquanta Sfumature di Grigio: Charlie Hunnam lascia la produzione, badtaste.it. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  8. ^ Christian Grey: i motivi del rifiuto di Scott Eastwood, gossipetv.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  9. ^ 50 Sfumature di Grigio: Jamie Dornan è Christian Grey, cineblog.it, 24 ottobre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  10. ^ 50 sfumature di grigio: le attrici candidate al ruolo di Anastasia Steele, cinema.excite.it, 24 giugno 2013. URL consultato l'8 febbraio 2015.
  11. ^ Marianna Trimarchi, «Per le scene di nudo», Emilia Clarke racconta perché ha detto di no a Cinquanta sfumature, Best Movie, 26 marzo 2015. URL consultato il 26 marzo 2015.
  12. ^ Dakota Johnson sarà Anastasia Steele nel film di 50 sfumature, alfemminile.com. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  13. ^ (EN) 50 Shades Of Patrick Bateman: Bret Easton Ellis Wouldn't Mind Writing "Grey" Screenplay, laist.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  14. ^ (EN) 'Fifty Shades of Grey' Movie Hires Writer, The Hollywood Reporter. URL consultato il 21 luglio 2014.
  15. ^ (EN) 'Fifty Shades' Movie Hires Writer for Script Work (Exclusive), The Hollywood Reporter. URL consultato il 21 luglio 2014.
  16. ^ (EN) ‘Wolverine’ Writer Mark Bomback to Polish ‘Fifty Shades of Grey’ Screenplay (Exclusive), thewrap.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  17. ^ (EN) Joe Wright Joins 'Fifty Shades of Grey' Director Derby (Exclusive), The Hollywood Reporter. URL consultato il 21 luglio 2014.
  18. ^ (EN) TOLDJA! No Go On Joe Wright And ‘50 Shades Of Grey’, deadline.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  19. ^ (EN) ’50 Shades of Grey’ Flirts With Director Joe Wright, Variety. URL consultato il 21 luglio 2014.
  20. ^ (EN) 'Fifty Shades of Grey' announces director: Sam Taylor-Johnson, Los Angeles Times. URL consultato il 21 luglio 2014.
  21. ^ (EN) Fifty Shades of Grey Gets a Start Date—Find Out When Filming Begins!, eonline.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  22. ^ (EN) Fifty Shades of Grey Starts Filming, People. URL consultato il 21 luglio 2014.
  23. ^ (EN) Jamie Dornan And Dakota Johnson Start Shooting Fifty Shades Of Grey Movie, entertainmentwise.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  24. ^ (EN) FIFTY SHADES OF GREY Turns Bentall 5 Tower into Grey House, yvrshoots.com. URL consultato il 21 luglio 2014.
  25. ^ (EN) 'Fifty Shades of Grey' Adds Marcia Gay Harden as Christian Grey's Mother, The Hollywood Reporter. URL consultato il 21 luglio 2014.
  26. ^ 50 sfumature di grigio: il video di "Earned it", colonna sonora del film diretto da Sam Taylor-Johnson, huffingtonpost.it. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  27. ^ 50 Sfumature di grigio, la colonna sonora, luxgallery.it. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  28. ^ 50 sfumature di grigio, record anche per la colonna sonora, daringtodo.com. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  29. ^ a b Cinquanta Sfumature di Grigio - Guarda il trailer giovedì, Universal Pictures tramite YouTube. URL consultato il 21 luglio 2014.
  30. ^ (EN) Fifty Shades of Grey: Watch the First Trailer for the 2015 Release!, comingsoon.net. URL consultato il 24 luglio 2014.
  31. ^ Cinquanta Sfumature di Grigio: ecco il trailer italiano!, badtaste.it. URL consultato il 21 luglio 2014.
  32. ^ (EN) 'Fifty Shades of Grey' release moved to Valentine's Day 2015, Entertainment Weekly. URL consultato il 21 luglio 2014.
  33. ^ ASCOLTI TV | LUNEDI 25 GENNAIO 2016. IN 5,5 MLN PER CINQUANTA SFUMATURE (22.61%), IL PARADISO DELLE SIGNORE AL 21.3%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  34. ^ Rating R negli USA per 50 Sfumature di Grigio, badtaste.it, 8 gennaio 2015. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  35. ^ GB, divieto ai minori per 50 Sfumature di Grigio: troppo sesso, vnews24. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  36. ^ “Cinquanta sfumature di grigio” vietato in Kenya, Indonesia, Malaysia ed Emirati, rbcasting.com. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  37. ^ 50 sfumature di grigio: Scene sesso con Jamie Dornan e Dakota Johnson tolte in Vietnam, melty.it, 11 marzo 2015. URL consultato il 13 marzo 2015.
  38. ^ Mirko D'Alessio, Il primo trailer di Crimson Peak, ghost story di Guillermo del Toro, badtaste.it, 13 febbraio 2015. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  39. ^ Gli incassi record di “50 sfumature di grigio”, ilpost, 16 febbraio 2015. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  40. ^ Box Office Usa, boom 50 Sfumature di grigio: 82 milioni in 3 giorni, 240 in tutto il mondo, cineblog, 15 febbraio 2015. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  41. ^ Box-Office: Mezzo miliardo di dollari per Cinquanta Sfumature di Grigio, badtaste.it, 5 marzo 2015. URL consultato il 13 marzo 2015.
  42. ^ Box Office Italia, Minions da record: è il film più visto del 2015, bestmovie, 14 settembre 2015. URL consultato il accesso 17 settembre 2015.
  43. ^ 50 Sfumature di grigio è il film più visto del 2015, luxgallery.it, 10 marzo 2015. URL consultato il 13 marzo 2015.
  44. ^ Inside out è il film più visto in Italia nel 2015, Repubblica, 26 ottobre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  45. ^ Cinquanta sfumature di grigio, il Brasile pazzo di Christian Gray, 50sfumatureitalia.it.
  46. ^ Fifty Shades of Grey. URL consultato il 25 settembre 2016.
  47. ^ Fifty Shades of Grey. URL consultato il 25 settembre 2016.
  48. ^ (EN) Cinquanta sfumature di grigio, Internet Movie Database. URL consultato il 15 novembre 2015.
  49. ^ 'Fifty Shades' lacks gray matter, as well as heat, usatoday.com. URL consultato il 25 settembre 2016.
  50. ^ Cinquanta sfumature di grigio: le recensioni dagli Usa, cineblog.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  51. ^ Cinquanta Sfumature di Grigio ottiene dei risultati straordinari nelle prevendite, comingsoon, 4 febbraio 2015. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  52. ^ Andrea Facchin, Oscar 2016, tutte le nomination dell’88ma edizione!, Best Movie, 14 gennaio 2016. URL consultato il 15 gennaio 2016.
  53. ^ Luca Ceccotti, Golden Globes 2016: ecco tutte le nomination!, Best Movie, 10 dicembre 2015. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  54. ^ (EN) Razzie Awards 2016 Winners Announced, comingsoon.net, 27 febbraio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  55. ^ (EN) 2015, Satellite Awards, 1º dicembre 2015. URL consultato il 1º dicembre 2015.
  56. ^ (EN) CRITICS' CHOICE 2015 NOMINATIONS ANNOUNCED, Rotten Tomatoes, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  57. ^ Marita Toniolo, Mtv Movie Awards: Star Wars e Deadpool guidano le nomination, Best Movie, 8 marzo 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  58. ^ Pierre Hombrebueno, Sam Taylor-Johnson: «Vorrei non aver mai diretto Cinquanta sfumature di grigio», Best Movie, 16 giugno 2017. URL consultato il 16 giugno 2017.
  59. ^ Cinquanta sfumature di grigio, ora è ufficiale: anche il terzo sequel arriverà al cinema, bestmovie.it, 9 febbraio 2015. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  60. ^ Federico Gironi, Sam Taylor-Johnson abbandona la serie di Cinquanta sfumature, comingsoon.it, 17 febbraio 2015.
  61. ^ Cinquanta sfumature di rabbia: se lo scandalo è in famiglia, repubblica.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  62. ^ Andrea Francesco Berni, Cinquanta Sfumature di Nero: Jamie Dornan rassicura sul suo ritorno, su BadTaste.it, 26 febbraio 2015. URL consultato il 25 settembre 2016.
  63. ^ (EN) Justin Kroll, ‘Fifty Shades’ Sequel: James Foley Officially Offered Directing Job, Variety, 31 agosto 2015. URL consultato il 31 agosto 2015.
  64. ^ Andrea Francesco Berni, I due sequel di Cinquanta Sfumature di Grigio verranno girati insieme, badtaste.it, 12 novembre 2015. URL consultato il 13 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema