Scott Eastwood

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Scott Eastwood, nato Scott Clinton Reeves (Carmel-by-the-Sea, 21 marzo 1986), è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Clint Eastwood e Jacelyn Reeves, è fratello maggiore di Kathryn Reeves-Eastwood (nata il 2 febbraio 1988), vive a San Diego.[1] Ha un fratellastro e quattro sorellastre da parte del padre. Prima di intraprendere la carriera di attore ha lavorato come barista, operaio edile e parcheggiatore.[2]

Nel 2016 in un'intervista dichiara di aver perso la fidanzata a causa di un incidente stradale.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi della sua carriera durante i provini usava il cognome della madre, Reeves, per evitare il nepotismo.[3] Inizia la sua carriera di attore ottenendo piccoli ruoli nei film diretti dal padre, come Flags of Our Fathers, Gran Torino e Invictus - L'invincibile.[2] Nel 2014 è nel cast del war movie Fury, nella parte del Sergente Miles. La pellicola, diretta da David Ayer è ambientata durante la seconda guerra mondiale, narra la storia del sergente Don Collier che, insieme alla sua squadra di soldati e ad un carro armato Sherman, compie una difficile missione oltre le linee nemiche.[4] Inoltre prende parte al provino del film American Sniper ma viene scartato dal padre, regista della pellicola.[3]

Ha rifiutato la parte di Christian Grey perché "richiedeva una piena nudità frontale, inoltre c'erano altre cose del personaggio che non erano nelle mie corde".[5] Nella primavera del 2015 è protagonista della pellicola La risposta è nelle stelle, omonimo romanzo di Nicholas Sparks.[6] Ha recitato in Suicide Squad nei panni del Tenente GQ Edwards.[7]

Nel 2017 è nel cast di Fast & Furious 8, ottavo capitolo della saga Fast and Furious, dove recita accanto a Vin Diesel e Charlize Theron.[8] Inoltre viene scelto come testimonial della BMW serie 5.[2] Sempre nello stesso anno è protagonista dell'action movie Overdrive, diretto da Antonio Negret, dove insieme a Freddie Thorp interpreta un ladro di auto d'epoca ricercato in tutta Europa.[9]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • National Board of Review Awards

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marni Dixit, Scott Eastwood shunned Hollywood way, in Daily Mail (London), 7 aprile 2015. URL consultato il 12 maggio 2015.
  2. ^ a b c d Scott Eastwood: attore e figlio d’arte del grande Eastwood, su cinefilos.it, 13 aprile 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.
  3. ^ a b Scott Eastwood: Un Eastwood non accetta mai un no come risposta, su grazia.it, 6 aprile 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.
  4. ^ (EN) Scott Eastwood Joins the Cast of Fury, su movieweb.com. URL consultato il 13 maggio 2017.
  5. ^ Christian Grey: i motivi del rifiuto di Scott Eastwood, su gossipetv.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  6. ^ La risposta è nelle stelle: il trailer del film con Scott Eastwood e Britt Robertson, mondocinemablog, 3 giugno 2015. URL consultato il 3 giugno 2012.
  7. ^ Suicide Squad: il controverso ruolo di Scott Eastwood, su cinefilos.it, 12 luglio 2016. URL consultato il 13 maggio 2017.
  8. ^ Fast and Furious 8, Scott Eastwood: "Non ho sostituito Paul Walker", su cinema.popcorntv.it, 14 aprile 2017. URL consultato il 13 maggio 2017.
  9. ^ Overdrive - Trailer italiano dell'action con Scott Eastwood, su blog.screenweek.it, 4 luglio 2017. URL consultato il 9 luglio 2017.
  10. ^ (EN) Variety Staff, Teen Choice Awards 2015 Winners: Full List, su variety.com. URL consultato il 23 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN107388693 · LCCN: (ENno2010019236 · GND: (DE1058846280