Rita Ora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rita Ora
RITA ORA.jpg
Rita Ora nel 2014
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereDance pop
Contemporary R&B
Periodo di attività musicale2007 – in attività
EtichettaAtlantic Records
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Rita Ora, nata Rita Sahatçiu (Pristina, 26 novembre 1990), è una cantante, attrice e modella britannica di origine kosovara.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizi di carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Pristina, in Kosovo, da famiglia albanese,[1] il 26 novembre del 1990, figlia di Besnik Sahatçiu, un economista e proprietario di un pub,[1] e di Vera Bajraktari,[1] una psichiatra, ambedue kosovari;[1] il padre è musulmano e la madre cattolica. Ha una sorella maggiore, Elena, e un fratello minore, Don.[1] Suo nonno è il regista Besim Sahatçiu.

All'età di un anno,[1] la cantante e la sua famiglia emigrarono verso la Gran Bretagna e si stabilirono a Portobello Road, nel flower londinese di Notting Hill.

In origine, Sahatçiu (in Lingua kosovara: orologiaio) era il cognome della famiglia ma, al loro arrivo nel Regno Unito, i genitori decisero di cambiarlo in Ora (che in albanese ha il medesimo significato che in italiano) in modo tale da renderlo più facile da pronunciare per gli inglesi, lasciando comunque l'originale come secondo nome per loro e i loro figli.

La futura cantante inizia a cantare in tenera età.[2] Nel 2004 ha debuttato come attrice interpretando un ruolo secondario nel film Spivs[3] mentre nel 2009 partecipa alle audizioni per rappresentare il Regno Unito all'Eurovision Song Contest,vincendo la competizione ma decidendo infine di non partecipare all'importante evento, ritenendo questo non adatto a lei.[4] Nel 2008 pubblica come singolo il brano Where's Your Love di Craig David, che contiene un'apparizione dell'artista insieme a Tinchy Stryder.

Nel 2009 viene notata dal rapper e produttore musicale Jay-Z e successivamente appare nei video di Young Forever dello stesso Jay-Z, oltre che di Over di Drake.

2011–2013: Prime collaborazioni e Ora[modifica | modifica wikitesto]

Rita Ora nel 2012

Nel 2011 sono stati pubblicati dei video che la mostrano nell'atto di lavorare al suo album di debutto. In seguito viene pubblicato il singolo di DJ Fresh Hot Right Now, brano interpretato dalla stessa cantante. Il singolo debutta alla vetta della classifica del Regno Unito[5] mentre il relativo video ufficiale ha avuto oltre 50 milioni di visualizzazioni su YouTube.[6]. Per il suo primo album la cantante ha collaborato con: will.i.am, Ester Dean, Drake, The-Dream, Tinie Tempah e Kanye West.

A febbraio 2012 annuncia la pubblicazione dei singoli R.I.P. e How We Do (Party). Il primo è stato pubblicato agli inizi di aprile, insieme al relativo videoclip, mentre il secondo è stato presentato poche settimane prima. Entrambi hanno regalato alla cantante due hit di impatto globale, capaci di collocarsi al primo posto delle graduatorie britanniche.

L'album, Ora, viene pubblicato il 27 agosto, mentre la cover ufficiale era stata diffusa a partire dal 5 luglio. Il 24 maggio dello stesso anno apre il concerto dei Coldplay nella loro unica data in Italia, a Torino, quello di Manchester il 10 giugno, quello di Nizza il 22 maggio e quello di Zurigo il 26 maggio 2012.

2013–presente: il debutto da attrice e il secondo album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver recitato una piccola parte nella pellicola Fast & Furious 6, uscita nel 2013, nel dicembre dello stesso anno viene scelta per vestire i panni di Mia Grey nella trasposizione cinematografica del best-seller britannico di genere erotico Cinquanta sfumature di grigio della scrittrice E. L. James.[7]

Il 30 gennaio 2014, annuncia la preparazione del secondo album in studio che verrà prodotto da Calvin Harris. Il 31 marzo 2014 pubblica il primo singolo I Will Never Let You Down che debutta alla 1ª posizione della UK Singles Chart. Poco dopo, annuncia di aver iniziato a lavorare sulla creazione di un nuovo album, nel quale figureranno collaborazioni con artisti del calibro di Diplo, DJ Mustard e Prince.

L'8 luglio 2014 la rapper Iggy Azalea estrae come nuovo singolo dal suo album di debutto Black Widow che debutta alla 5ª posizione della classifica americana: così facendo, diviene la prima canzone volta alla top ten nel suddetto Paese per la Ora.

Dal 10 gennaio 2015 diventa coach della quarta edizione di The Voice UK, affiancata da Tom Jones, will.i.am e Ricky Wilson. Subito dopo l'edizione di The Voice, viene confermato che la Ora farà parte dei giudici della 12ª edizione di The X Factor UK. Il 6 febbraio 2015 viene pubblicato il nuovo singolo di Charli XCX, Doing It, in collaborazione con Rita Ora, questa versione viene pubblicata solo nell'edizione europea dell'album, in quella nordamericana vi è solo una versione da solista del brano.

Il 22 febbraio 2015 si esibisce con Grateful, brano facente parte della colonna sonora del film Beyond the Lights - Trova la tua voce e che ha ricevuto una candidatura, durante la manifestazione dell'87º Academy Awards. Il 3 giugno ha pubblicato il video del singolo Poison, che ha debuttato alla terza posizione della UK Singles Chart. Il 7 agosto, la cantante pubblica il suo nuovo singolo Body on Me in collaborazione con Chris Brown.

Dal 29 agosto la cantante è impegnata come giudice durante la 12ª stagione di X Factor. La sua artista Louisa Johnson verrà proclamata vincitrice, durante la finale tenutasi il 13 dicembre 2015. Il 6 novembre il gruppo Sigma pubblica il singolo Coming Home con la partecipazione vocale di Rita Ora, con la quale si esibiranno live per la prima volta durante il 5° live show di X Factor il 29 novembre. Il 10 dicembre è ospite in Italia su Rai 1 nel programma Andrea Bocelli - Il mio cinema, in cui duetta con Andrea Bocelli nel brano What Child Is This.

Nel giugno 2016 la cantante firma un nuovo contratto con la Atlantic Records. Nel luglio successivo, Tyra Banks, l'ideatrice di America's Next Top Model annuncia che la cantante la sostituirà come ospite nel medesimo programma. Il 3 settembre 2016 si esibisce a Roma presso la Basilica di San Paolo, alla vigilia della canonizzazione di Madre Teresa, con altri artisti albanesi accompagnati dall'Orchestra Filarmonica Kosovara.

Agli inizi di maggio 2017 la cantante annuncia tramite il proprio profilo Instagram che il 26 maggio verrà pubblicato il suo nuovo singolo Your Song. Il 10 agosto 2017 viene pubblicata la sua collaborazione con il dj Avicii dove presta la voce nella canzone Lonely Together.[8]

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 e nel 2011 la cantante appare in due campagne pubblicitarie per Calvin Klein. Nel 2013 è il volto di punta del marchio italiano Superga e il nuovo volto di Material Girl, la nuova linea d'abbigliamento ideata da Madonna. Sempre nello stesso anno, la marca di cosmetici Rimmel, ha annunciato la collaborazione con l'artista per le collezioni di make-up. Nel 2014 è il volto di punta delle collezioni Resort e Autunno/Inverno di Donna Karan. È anche il volto della fragranza dell'etichetta, DKNY My NY, ispirata a New York. Sempre nel 2014 è il volto di punta della campagna Autunno/Inverno di Roberto Cavalli e nel 2015 è apparsa nelle campagne pubblicitarie per Coca Cola e Samsung Galaxy S6.

Nel gennaio 2014, Adidas ha annunciata una collaborazione di designer con Rita Ora per la loro linea d'abbigliamento sportivo casual, Adidas Originals. L'artista ha disegnato le proprie collezioni d'abbigliamento per il marchio, comprese calzature e accessori.[9] Nel 2016 ha collaborato con il marchio italiano di moda Tezenis su una collezione di intimo da capsule per l'Autunno/Inverno 2016, dopo esserne stata già testimonial e ambasciatrice nel 2015.[10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Rita Ora ha una conoscenza parziale della sua lingua d'origine, cioè l'albanese. Alla domanda sulla sua religione, la cantante ha dichiarato: «Io credo in Dio e sono di religione musulmana, ma i miei genitori non mi hanno mai forzata, anzi, mi hanno cresciuto con l'idea che avrei potuto fare le mie scelte e avere le mie convinzioni». Più recentemente, si è autoidentificata non tanto come una persona religiosa, quanto «spirituale»[11]. Si è dichiarata femminista[12][13].

Sentimentalmente, è stata legata al cantante americano Bruno Mars. Nel maggio 2013 ha cominciato una relazione con il disc jockey scozzese Calvin Harris, conclusasi tuttavia nel giugno 2014. Dopo la rottura, l'ex fidanzato le ha vietato di cantare il singolo I Will Never Let You Down ai Teen Choice Awards 2014.[14]

Il 10 luglio 2015, le è stato conferito il titolo di ambasciatrice onoraria per la Repubblica del Kosovo direttamente dal presidente del Paese, Atifete Jahjaga, presso l'Ambasciata del Kosovo a Londra.[15][16] Durante la cerimonia, alla quale Rita è stata accompagnata dai suoi genitori, l'ex primo ministro britannico e sua moglie, Tony e Cherie Blair, ha dichiarato di essere entusiasta dell'onorificenza conferitale e di impegnarsi assiduamente al fine di aiutare i giovani kosovari.[15]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Rita Ora possiede un'estensione vocale da mezzosoprano.[17] Ha dichiarato che la sua musica è influenzata da: Diana Ross, Freddie Mercury, India Arie, Brandy Norwood, Monica, Gwen Stefani, Beyoncé, Aretha Franklin, Tina Turner e altri ancora.[18]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Rita Ora.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 – Ora Tour
  • 2013 – Radioactive Tour
  • 2015 – Body on Me Tour

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Domitilla D'Amico in Cinquanta sfumature di grigio, Southpaw - L'ultima sfida, Cinquanta sfumature di nero

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Bianca London, How Rita Ora's hard-working family helped her become a superstar: They all slept in one room and worked day and night to make ends meet, in Daily Mail, 29 giugno 2015. URL consultato il 29 giugno 2016.
  2. ^ Skullcandy Roc Nation Aviators Presents: Rita Ora, soulculture.com, 23 giugno 2010. URL consultato il 17 settembre 2014.
  3. ^ Rita Ora, imdb.com. URL consultato il 17 settembre 2014.
  4. ^ Filmato audio Rita Ora - BBC One - Eurovision: Your Country Needs You, youtube.com, 22 gennaio 2009. URL consultato il 17 settembre 2014.
  5. ^ DJ Fresh, officialcharts.com. URL consultato il 17 settembre 2014.
  6. ^ Filmato audio DJ Fresh ft. Rita Ora - Hot Right Now (Official Video), youtube.com, 14 dicembre 2011. URL consultato il 17 settembre 2014.
  7. ^ 50 Sfumature, Rita Ora sarà la sorella di Christian Grey, vanityfair.it, 2 dicembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2014.
  8. ^ Rita Ora in Your Song tra amore ed allegria. Audio e recensione del nuovo singolo., su wonderchannel.it, 26 maggio 2017.
  9. ^ [1]
  10. ^ iodonna.it, http://www.iodonna.it/personaggi/star-look/2016/09/20/rita-ora-stilista-e-modella-per-tezenis/?refresh_ce-cp.
  11. ^ Kenya Sinclair, 'I'm more of a spiritual person': Pop Star, Rita Ora set to sing for Pope Francis during Mother Teresa's canonization celebration, catholic.org, 1º settembre 2016.
  12. ^ Charlotte Edwardes, Rita Ora says she's a feminist "in Beyoncé mould", Daily Life, 26 ottobre 2014.
  13. ^ Joanna Plucinska, Pop-Star Sisterhood Approves Ariana Grande’s Feminist Stand, TIME, 8 giugno 2015.
  14. ^ Rita Ora e Calvin Harris si sono lasciati, su news.mtv.it, 9 giugno 2014.
  15. ^ a b X Factor judge Rita Ora named honorary ambassador of the Republic of Kosovo, su London Evening Standard, 10 luglio 2015.
  16. ^ Ora named ambassador for Kosovo, su m.independent.ie, 10 luglio 2015.
  17. ^ Jay-Z Introduces Protége Rita Ora's First Album Single, in The Hollywood Reporter, 24 febbraio 2012.
  18. ^ Rita Ora intervistata parla di Roc Nation, Rihanna e Beyoncé, rnbjunk.com, 7 aprile 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN270673861 · ISNI: (EN0000 0001 3130 7855 · GND: (DE1027390935 · BNF: (FRcb167015077 (data)