Tinie Tempah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tinie Tempah
Tinie Tempah nel gennaio del 2014
Tinie Tempah nel gennaio del 2014
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Grime
Pop rap
Elettrorap
Periodo di attività 2005 – in attività
Album pubblicati 2
Studio 2

Patrick Chukwuemeka Okogwu Jr., meglio conosciuto come Tinie Tempah[1] (Londra, 7 novembre 1988[2]), è un rapper e blogger britannico.di origini nigeriane[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, Tinie Tempah ottiene popolarità grazie al canale televisivo britannico Channel U, che trasmette i suoi brani Wifey Riddim e Perfect Girl in collaborazione con gli artisti Agent X e Ultra.

Il 4 ottobre 2010 viene pubblicato il suo album di debutto Disc-Overy, che include i singoli Pass Out, Frisky, Written in the Stars, Miami 2 Ibiza e Invincible.[4] Sia Pass Out che Written in the Stars hanno raggiunto la prima posizione della classifica dei singoli più venduti nel Regno Unito.[5]

Il 10 ottobre 2010 Tempah annuncia di aver firmato un contratto con la Parlophone Records sul suo blog.[6]

La WWE ha deciso di utilizzare la sua canzone Written in the Stars come sigla ufficiale di Wrestlemania XXVII che si è tenuto ad Atlanta il 3 aprile 2011.

Ha collaborato al singolo Drinking from the Bottle di Calvin Harris nel 2013.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tinie Tempah live at Chi, Insider Emirates, 17 giugno 2010. URL consultato il 29 novembre 2010.
  2. ^ Tinie Tempah’s official Twitter, saying it is his birthday., twitter.com.
  3. ^ Tinie Tempah: 10 things you need to know about the Brit Award nominated rapper - 3am & Mirror Online
  4. ^ Thursday, March 4, 2010, 11:16 GMT, Music – News – Tinie Tempah promises "striking" album, Digital Spy, 4 marzo 2010. URL consultato il 21 giugno 2010.
  5. ^ ChartArchive - Tinie Tempah
  6. ^ Tinie Tempah signs to Parlophone/EMI! (Video).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN121857337 · LCCN: (ENno2011077508 · ISNI: (EN0000 0001 1939 1417 · GND: (DE1046635883 · BNF: (FRcb16211624f (data)