America's Next Top Model

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
America
Logo del programma America
Anno 2003 – in produzione
Genere Reality show
Durata 41/42-45 minuti (più raramente 37-40 min e 45-48 min)
Produttore Tyra Banks
Rete Stati Uniti UPN (2003-2006),
Stati Uniti The CW (2006-in corso)
Italia Sky Vivo / Sky Uno

America's Next Top Model è un reality show statunitense, trasmesso in Italia su Sky. I produttori sono la supermodella internazionale Tyra Banks, Rodney "Darkchild" Jerkins, Ken Mok e Anthony Dominici.

Format[modifica | modifica wikitesto]

Nel reality show vengono selezionati tra 20 e 36 semifinalisti, ridotti in seguito a 10-16 finalisti che proseguono il percorso per divenire "America's Next Top Model"; tra sfide, servizi fotografici e spot pubblicitari gli aspiranti modelli si contendono la posizione ogni settimana di fronte ad una giuria, per arrivare ad un unico vincitore.
Per ogni edizione è prevista una destinazione internazionale prevista nelle ultime puntate e raggiunta solo da 5-6 finalisti. L'Italia è stata tre volte scelta come meta finale.

Giudici[modifica | modifica wikitesto]

La giuria analizza in ogni puntata il lavoro settimanale dei concorrenti, stilando una classifica che determinerà il migliore e l'eliminato della puntata.
Molti sono i giudici che si sono avvicendati ad affiancare Tyra Banks, che serve anche da conduttrice, nella gara. La prima edizione fu affiancata da Beau Quilian e le modelle Kimora Lee Simmons e Janice Dickinson. Sin dalla 2ª compare il fotografo Nigel Barker, mentre dalla 5ª entra a pieno titolo nella giuria J. Alexander, già ricorrente come coach di passerella nelle edizioni precedenti. Anche le modelle Twiggy e Pavlína Pořízková si sono prestate per alcune edizioni.
Dalla 18ª edizione entra nel cast l'esperta di moda Kelly Cutrone. L'attuale giuria (22ª edizione) vede: Banks, J. Alexander e Cutrone.
Talvolta ai pannelli sono stati presenti ospiti vari a dare un parere aggiuntivo, come i direttori creativi della competizione. Il ruolo è ricoperto attualmente dal taiwanese Yu Tsai (edizioni 21ª-), in passato anche da Jay Manuel (edizioni 1ª-18ª) e Johnny Wujek (edizioni 19ª-20ª). Inoltre, dalla 19ª edizione alla 21ª, al punteggio delle prove e dei giudici fu introdotto anche quello della votazione del pubblico.

Questo l'elenco dei giudici con le stagioni di ANTM in cui sono apparsi:

Nome del giudice Stagione
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22
Tyra Banks
Janice Dickinson
Beau Quillian
Kimora Lee Simmons
Nigel Barker
Eric Nicholson
Nolé Martin
J. Alexander
Twiggy
Paulina Porizkova
André Leon Talley
Kelly Cutrone
Rob Evans
Bryanboy

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso di tutte le edizioni il premio destinato al vincitore è quasi sempre consistito in: una somma di denaro (100.000-150.000 dollari), un contratto con un'agenzia di moda (Elite Model Management, Wilhelmina Models, New York Model Management, L.A. Models, NEXT Model Management), un servizio fotografico su una rivista (Seventeen, Vogue Italia, Nylon) e una campagna pubblicitaria affine al settore (Revlon, Sephora, CoverGirl, Smashbox Cosmetics, Nine West, Guess Zappos).

Stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Data d'esordio Vincitore Secondo classificato Numero
concorrenti
Destinazione
1 20 maggio 2003 Adrianne Curry Shannon Stewart 10 Francia Parigi
2 13 gennaio 2004 Yoanna House Mercedes Scelba-Shorte 12 Italia Milano
3 22 settembre 2004 Eva Marcille Yaya DaCosta 14 Giamaica Montego Bay; Giappone Tokyo
4 2 marzo 2005 Naima Mora Kahlen Rondot 14 Sudafrica Città del Capo
5 21 settembre 2005 Nicole Linkletter Nik Pace 13 Regno Unito Londra
6 8 marzo 2006 Danielle Evans Joanie Dodds 13 Thailandia Bangkok
7 20 settembre 2006 CariDee English Melrose Bickerstaff 13 Spagna Barcellona
8 28 febbraio 2007 Jaslene Gonzalez Natasha Galkina 13 Australia Sydney
9 19 settembre 2007 Saleisha Stowers Chantal Jones 13 Cina Shanghai
10 20 febbraio 2008 Whitney Thompson Anya Rozova 14 Italia Roma
11 3 settembre 2008 McKey Sullivan Samantha Potter 14 Paesi Bassi Amsterdam
12 4 marzo 2009 Teyona Anderson Allison Harvard 13 Brasile San Paolo
13 9 settembre 2009 Nicole Fox Laura Kirkpatrick 15 Stati Uniti Maui
14 10 marzo 2010 Krista White Raina Hein 13 Nuova Zelanda Auckland
15 8 settembre 2010 Ann Ward Chelsey Hersley 14 Italia Venezia
16 23 febbraio 2011 Brittani Kline Molly O'Connell 14 Marocco Marrakesh
17 14 settembre 2011 Lisa D'Amato Allison Harvard 14 Grecia Creta
18 29 febbraio 2012 Sophie Sumner Laura LaFrate 14 Canada Toronto; Macao Macao; Hong Kong Hong Kong
19 24 agosto 2012 Laura James Kiara Belen 13 Giamaica Kingston - Ocho Rios
20 2 agosto 2013 Jourdan Miller Marvin Cortés 16 Indonesia Bali
21 18 agosto 2014 Keith Carlos Will Jardell 14 Corea del Sud Seul
22 5 agosto 2015[1] TBA TBA 14 Messico Città del Messico

Eliminazioni, squalifiche e ripescaggi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni eliminazione prevede una classifica, stilata dai giudici in base a diversi parametri. La conduttrice chiama uno per uno i concorrenti in base al punteggio fino a lasciare un'ultima coppia (o trio) tra cui vi è l'eliminato della puntata.
Diverse sono state le doppie eliminazioni, annunciate sin dall'inizio della puntata, o come nel caso della 4ª edizione - Rebecca Epley e Tiffany Richardson - sono state eliminate entrambe una volta al ballottaggio finale inaspettatamente.
Altri concorrenti sono stati esclusi al di fuori del pannello di giudizio settimanale: Magdalena Rivas (3ª edizione), Hannah White (11ª edizione), Rachel Echelberger (13ª Edizione) e Terra White (15ª Edizione).
Diversi sono stati i ritiri nel corso delle diverse stagioni: Cassandra Whitehead (5ª edizione), Ebony Morgan (9ª edizione 9), Kimberly Rydzewski (10ª dizione), Amber DePace (13ª edizione), Ondrei Aroe (16ª edizione), Louise Watts e Alisha White (18ª edizione) e Maria Tucker (19ª edizione).

Sono due le squalifiche avvenute nelle numerose edizioni: Angelea Preston (17ª edizione), eliminata subito dopo la sfilata finale a Creta per ragioni apparentemente sconosciute nella messa in onda del programma. La rivelazione solo mesi dopo, quando la concorrente intentò una causa legale con la produzione in quanto avrebbe vinto il programma se non fosse che i produttori scoprissero e non condividessero l'attività di escort della ragazza, la quale affermava di averlo fatto presente ben prima di entrare nel cast. L'altra invece è quella di Romeo Tostado (21ª edizione), squalificato nel corso di una puntata dopo l'aggressione fisica ai danni di Adam Smith.

Con l'inserimento del televoto ai pannelli di giuria venne inserito anche il ripescaggio nelle stagioni dalla 19ª alla 21ª, attuato a metà del programma circa. I ripescaggi hanno riguardato: Leila Goldkuhl (19ª edizione), Alexandra Agro e Jeremy Rohmer (20ª edizione), Chantelle Young (21ª edizione).

Makeover[modifica | modifica wikitesto]

Tappa importante di ogni edizione è la puntata dedicata al "makeover", un completo rinnovamento del look che si applica ai concorrenti nelle prime puntate della fase finale. Non sempre di gradimento, soprattutto tra le concorrenti soprattutto (Cassandra Whitehead lasciò il programma), solo nel 19ª edizione venne data la possibilità di poter scegliere, con conseguente declinazione da parte di Maria Tucker e Victoria Henley.
Tra i "makeover" più estremi sono ricordati maggiormente:

  • 1ª edizione: Ebony Hait (rasatura capelli).
  • 2ª edizione: Yoanna House (taglio mohawk moderno).
  • 3ª edizione: Amanda Swafford (trasformata in bionda platino) e Nicole Borud (rosso fuoco).
  • 4ª edizione: Michelle Deighton (da castana a bionda platino).
  • 5ª edizione: Cassandra Whitehead (da lunghi e castani scuri a corti e biondi).
  • 6ª edizione: Nnenna Agba (rasatura capelli).
  • 8ª edizione: Jael Strauss (da corti a lunghi, per poi tornare ad un taglio ancora più corto).
  • 9ª edizione: Bianca Golden (rasatura dopo una permanente venuta male).
  • 10ª edizione: Fatima Siad (applicazione di lunghissime extension nere) e Marvita Washington (capelli rasati su entrambi i lati, a spazzola sul capo e con una lunga coda di cavallo dietro).
  • 11ª edizione: Elina Ivanova (rossi e ricci).
  • 12ª edizione: London Levi-Nance (capelli cortissimi e tinti biondo platino) e Sandra Nyanchoka (da corti neri a quasi rasati biondi).
  • 13ª edizione: Nicole Fox (i suoi capelli rossi e già voluminosi furono ulteriormente cotonati per poi ritornare ad un taglio liscio).
  • 14ª edizione: Krista White (i capelli le vennero raccolti e le venne affidata una coda posticcia da applicare nei servizi fotografici) e Brenda Arens (i suoi lunghi capelli lisci e rossi vennero molto accorciati e, suo malgrado, resi ancora più corti la settimana successiva).
  • 15ª edizione: Sara Blackamore (da bionda a cioccolato, con sopracciglia schiarite) e Kayla Ferrel (rosso acceso).
  • 16ª edizione: Molly O'Connell (l'idea era di aggiungere delle lunghe extension bionde su una rete creata con i suoi stessi capelli, ma la professionista ingaggiata sbagliò completamente le proporzioni e venne fuori un disastro, le vennero rimosse la settimana seguente) e Dominique Waldrup (da capelli lisci e castani le vennero applicate delle lunghe extension di capelli ricci color melanzana).
  • 18ª edizione: Alisha White (capelli rasati da una parte e chioma fluente dall'altra); Catherine Thomas (capelli tinti color magenta); Laura LaFrate (tinta biondo platino con strisce rosse e blu) e Sophie Sumner (rosa zucchero filato).
  • 19ª edizione: Laura James (da castano a biondo platino, sopracciglia incluse).
  • 20ª dizione: Don Benjamin e Chris Hernandez (tinta biondo platino); Kanani Andaluz (da capelli lunghissimi a taglio ultra corto); Cory Wade Hindorff (rasato a zero) e Phil Sullivan (aggiunta di extension ispirate all'immagine iconografica di Gesù).
  • 21ª edizione: Denzel Wells (applicazione barba posticcia utilizzata per i servizi fotografici, rimossa dopo alcune settimane); Shei Phan (capelli tinti metà nero corvino e metà platino) e Kari Calhoun (da capelli ricci e castani trasformata in liscia e bionda platino).
  • 21ª edizione: Courtney DuPerow (capelli da biondo-arancio a sfumature grigie); Ava Capra (mullet) e Hadassah Richardson (capelli lunghi rasati su un lato).


Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La vincitrice più bassa è Eva Marcille (3ª edizione), 170cm; la più alta è Ann Ward (15ª edizione), 188cm, (detiene anche il record di maggior numero di 1º posto nella classifica dei giudici al pannello di giudizio con 6 primi posti su 10). Nelle altre versioni del format il record d'altezza è stato eguagliato dalla vincitrice della 9ª edizione di Britain & Ireland's Next Top Model, Lauren Lambert, e superato da Lương Thị Hồng Xuân, concorrente della 6ª edizione di Vietnam's Next Top Model, alta 190cm.
In ambito di altezza la 13ª edizione poneva come limite massimo i 170cm, sovvertendo il sistema moda, venendo ribattezzata "America's Next Petite Model"[2], mentre la 22ª edizione abolisce tutti i limiti di altezza, portando avanti lo slogan "Not too short, not too tall".[3]

Alcune stagioni hanno avuto un tema particolare portato avanti in maniera più o meno esplicita. La 9ª edizione in quasi tutti gli episodi hanno presentato tematiche in favore dell'ambiente e della salute: dal divieto ai concorrenti di fumare fino al termine della competizione (regola mantenuta anche nelle edizioni successive) alla sostituzione della limousine con un furgoncino, oltre ad alcuni servizi fotografici a tema.
Altre edizioni hanno visto invece una rivoluzione del normale corso del programma: la 17ª edizione, All Stars, ha visto la partecipazioni di 14 concorrenti selezionate dalle precedenti edizioni; la 18ª edizione, British Invasion, in cui metà delle concorrenti erano ex-concorrenti della versione inglese, Britain's Next Top Model; la 19ª edizione, College Edition, le modelle furono selezionate tra i vari college degli Stati Uniti; dalla 20ª edizione, Guys & Girls, metà dei concorrenti sono aspiranti modelli uomini.

Diverse nel corso delle edizioni le scelte della produzione legate ad incrementare l'interesse del pubblico e la diversità del cast: le gemelle Amanda e Michelle Babin (7ª edizione); Heather Kuzmich affetta dalla sindrome di Asperger (9ª edizione); la transgender Isis King (11ª e 17ª edizione); le sorelle Chris e Terra White (15ª edizione); Chantelle Young affetta da vitiligine (21ª edizione); Nyle DiMarco affetto da sordomutismo (22ª edizione).
Numerosi anche i concorrenti apertamente dichiarati omosessuali: Ebony Hait (1ª edizione), Kim Stolz (5ª edizione), Megan Morris (7ª edizione), Lulu Braithwaite (13ª edizione), Kayla Ferrel (15ª e 17ª edizione), AzMarie Livingston (18ª edizione), Cory Wade Hindorff e Chris Schellenger (20ª edizione), Will Jardell (21ª edizione) e Bello Sánchez (22ª edizione); bisessuali, invece, Nicole Borud (3ª edizione), Michelle Deighton (4ª edizione), Leslie Mancia (6ª edizione), Elina Ivanova (11ª edizione), Laura LaFrate (18ª edizione) e Romeo Tostado (21ª edizione).

Alcuni concorrenti, pur partecipando alla versione americana del programma, sono originari di altre nazioni:

Canada Canada

  • Chantelle Young (21ª edizione)

Francia Francia

  • Marjorie Conrad (11ª edizione)

Germania Germania

  • Angelia Alvarez (16ª edizione)

Honduras Honduras

  • Marvin Cortés (20ª edizione)

India India

  • Anchal Joseph (7ª edizione)

Israele Israele

  • Esther Petrack (15ª edizione)

Kenya Kenya

  • Sandra Nyanchoka (12ª edizione)

Lettonia Lettonia

  • Brita Petersons (4ª edizione)

Messico Messico

  • Lluvy Gomez (4ª edizione)
  • Naduah Rugely (14ª edizione)

Nigeria Nigeria

  • Aminat Ayinde (12ª edizione)

Polonia Polonia

  • Katarzyna Dolinska (10ª edizione)
  • Kasia Pilewicz (16ª edizione)

Russia Russia

  • Natasha Galkina (8ª edizione)
  • Mila Bouzinova (9ª edizione)
  • Anya Rozova (10ª edizione)

Serbia Serbia

  • Mirjana Puhar (21ª edizione)

Somalia Somalia

  • Fatima Siad (10ª edizione)

Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago

  • Renee Bhagwandeen (20ª edizione)

Ucraina Ucraina

  • Elina Ivanova (11ª edizione)

della 18ª edizione dal Regno Unito Regno Unito le concorrenti Ashley Brown, Annaliese Dayes, Jasmia Robinson, Sophie Sumner, Catherine Thomas, Louise Watts e Alisha White.

ANTM nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Lo show è stato menzionato in molte serie televisive tra cui Greek - La confraternita, The Big Bang Theory, Aiutami Hope!, Jessie e I Griffin. Il programma E! True Hollywood Story ha dedicato un'intera puntata a ANTM intervistando alcune concorrenti delle vecchie edizioni (Kim Stolz, Camille McDonald, April Wilkner, Mercedes Scelba-Shorte, Ebony Haith). Oxygen Network ha trasmesso una serie di documentari con il titolo Top Model Obsessed, con la partecipazione di Lisa D'Amato, CariDee English e Bianca Golden.[4]

Messa in onda[modifica | modifica wikitesto]

Dalla 20ª edizione la messa in onda del programma è cambiata. Mentre infatti negli anni precedenti venivano trasmesse due stagioni, così da mantenere l'interesse del pubblico per una maggiore quantità di tempo; viene scelto di girare un'unica stagione per anno alimentando l'interesse nel pubblico attraverso l'utilizzo di internet e la pubblicità di servizi fotografici al quale il pubblico poteva votare. In questo modo nessuna edizione andava in onda durante le riprese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN175165473 · LCCN: (ENn2010024116