Transgender

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine transgenere o transgender ha assunto nella lingua italiana diversi significati a seconda degli ambiti in cui è usato.

Si definiscono transgender quelle persone che hanno un'identità di genere o un'espressione di genere diversa dal loro sesso assegnato. Le persone transgender sono talvolta chiamate transessuali se desiderano assistenza medica per passare da un sesso all'altro. Transgender è anche un termine generico: oltre a includere persone la cui identità di genere è l'opposto del sesso assegnato (uomini trans e donne trans), può includere persone che non sono esclusivamente maschili o femminili (persone che sono genderqueer o non binari , inclusi bigender, pangender, genderfluid o agender). Raramente, il termine transgender è definito in senso molto ampio per includere i cross-dressers. Essere transgender è indipendente dall'orientamento sessuale: le persone transgender possono identificarsi come eterosessuali, omosessuali, bisessuali, asessuali o possono rifiutarsi di etichettare il loro orientamento sessuale. Il termine transgender si distingue anche dall'intersex, un termine che descrive le persone nate con caratteristiche di sesso fisico "che non si adattano a nozioni binarie tipiche di corpi maschili o femminili". La controparte di transgender è cisgender, che descrive persone la cui identità o espressione di genere corrisponde al sesso assegnato. Il grado in cui le persone si sentono autentiche e a proprio agio all'interno del loro aspetto esteriore e accettano la loro vera identità è stato chiamato congruenza transgender.

Il termine transgender in psichiatria viene più spesso sostituito dalla dicitura “disforia di genere”, e alcune persone che ne soffrono cercano trattamenti medici come la terapia ormonale sostitutiva, la chirurgia di riassegnazione del sesso o la psicoterapia. Non tutte le persone transgender desiderano questi trattamenti, e alcuni non possono subirli per ragioni finanziarie o mediche. La maggior parte delle persone transgender subisce discriminazioni sul posto di lavoro e nell'accesso agli alloggi pubblici e all'assistenza sanitaria. In molti luoghi non sono legalmente protetti dalla discriminazione. 


Il termine "transgender", quindi, nasce come termine ombrello dentro cui si possono identificare tutte le persone che non si sentono racchiuse dentro lo "stereotipo di genere" normalmente identificato come "maschile" e "femminile".

Il transgenderismo[modifica | modifica wikitesto]

Il transgenderismo sostiene che l'identità di genere di una persona non è una realtà duale "maschio/femmina", ma un continuum di identità ai cui estremi vi sono i concetti di "maschio" e "femmina".

Da questo punto di vista sotto il termine "ombrello" di "transgender" possono identificarsi:

  • la persona transessuale operata (che ha raggiunto a tutti gli effetti e in tutto e per tutto il genere sentito proprio).
  • la persona transessuale non operata o parzialmente operata (che ha lasciato integri i genitali di origine ma ha effettuato altri interventi di modifica fisica o estetica).
  • la persona di genere non-binario (femmina genetica o maschio genetico di qualsiasi orientamento sessuale) che non si riconosce nel binarismo/dicotomia uomo/donna, rifiutando così lo stereotipo di genere che la società e la cultura locale impone ai due sessi. In questo senso e in questa accezione del termine, che però è la meno conosciuta in Italia, alcuni ritengono che transgender e "queer" siano due termini-ombrello fra loro sovrapponibili.
  • la persona crossdresser, termine che tende a sostituirsi sempre più alla dicitura "travestito" perché associato, quest'ultimo, alla parafilia. In questo senso il crossdresser è una persona che si traveste, in privato e/o pubblicamente, senza implicazioni di eccitazione sessuale, per esprimere la propria identità di genere e/o il proprio ruolo di genere interiore; il crossdressing può essere praticato sia da una donna che da un uomo, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale.

La traduzione italiana di transgender sarebbe transgenere, ma questo termine non si è radicato nell'uso comune e quindi un termine "importato" dall'inglese e lasciato in prevalenza immutato.

Leggi concernenti l'espressione e identità di genere

     Cambio di identità legale

     Cambio di identità illegale

     Sconosciuto/Ambiguo

Nell'uso psicologico, psichiatrico, endocrinologico e legale[modifica | modifica wikitesto]

Nella terminologia psicologica, psichiatrica, endocrinologica e legale il termine "transgender" viene utilizzato in termini semplificativi per indicare una persona transessuale non operata ai genitali[senza fonte]. Secondo questa accezione del termine quindi transgender diventa un termine per indicare solamente una sottocategoria delle persone transessuali, e per separare il/la transessuale operato/a (ai genitali) da quello/a non operato/a.
Così come per il transessualismo anche per il termine "transgender" vi è una totale e netta differenziazione sulla declinazione al maschile o al femminile fra mondo accademico e movimento transgender/transessuale.
Analogamente al transessualismo, i testi medici e legali declinano (salvo rarissime eccezioni) il termine al maschile per le persone che effettuano una transizione da maschio a femmina (androginoide) e al femminile per le persone che effettuano una transizione da femmina a maschio (ginoandroide).
Dando così la prevalenza alla genetica rispetto all'identità di genere della persona.
Tale utilizzo della declinazione è fortemente contestato dal movimento transgender e transessuale (e dal movimento GLBTQ) in quanto ritiene che sia da far prevalere l'identità di genere della persona sul mero dato biologico di nascita.
Semplificando: la persona nata maschio che assume l'identità femminile e di conseguenza anche un nome femminile (poniamo ad esempio "Anna") per la cultura scientifica è "il" transgender Anna, per il movimento è invece "la" transgender Anna.

Utilizzo accademico[modifica | modifica wikitesto]

L'utilizzo accademico della coniugazione del termine peraltro spesso fatto proprio dal giornalismo e dai media ha la controindicazione di determinare veri e propri "salti mortali" nella lingua italiana. Esemplificando: "IL" transgender Anna è andato o è andata a fare la spesa"? Il nome Anna si coniuga in genere al femminile, ma per una persona transessuale o transgender lo si coniuga al maschile con ciò determinando una sorta di discrimine fra la "Anna" donna genetica e la "Anna" transessuale o transgender.
Ed è proprio per questo fatto che la declinazione utilizzata dal mondo accademico viene contestata dal movimento transgender e transessuale in tutto il mondo ed anche dal movimento LGBT. L'articolo determinativo "il" si accosta al transessuale FtM che quindi è in fase di transizione da sesso femminile a sesso maschile L'articolo "la" si accosta invece al transessuale MtF dove la sua fase di transizione consiste nel cambiamento da sesso maschile a sesso femminile Talvolta si utilizzano i termini inversamente al fine di riprodurre un'offesa pertanto la comunità LGBT si impegna affinché venga utilizzata la terminologia applicata di definizione umana, liddove fosse ancora necessario definire l'essere umano in base al sesso e in base ai propri orientamenti.

Come sostituzione di transessuale[modifica | modifica wikitesto]

Una terza accezione del termine "transgender" è quella che sostituisce il termine "transessuale", sovrapponendosi ad esso.
La ragione, anch'essa nata all'interno del movimento LGBT o GLBT è da trovarsi nel fatto che il termine "transessuale" è di per sé impreciso, se non errato dal punto di vista clinico. In realtà qualsiasi persona operi una transizione sessuale, agisce sul "gender", sul genere sessuale e non sul sesso che, allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, è e resta immutabile.
Quindi transgender può anche essere usato al posto di transessuale, peraltro cancellando la dicotomia fra "operati" e non operati che poco interessa il "gender" ma molto invece interessa il "sesso" di una persona.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE7619945-9 · BNF (FRcb16536188f (data)
LGBT Portale LGBT: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di LGBT