Kygo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kygo
Kygo (28481718120) (2).jpg
Kygo dal vivo
NazionalitàNorvegia Norvegia
GenereTropical house
Deep house
Downtempo
Periodo di attività musicale2011 – in attività
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Kygo, pseudonimo di Kyrre Gørvell-Dahll (Singapore, 11 settembre 1991[1]), è un pianista, disc jockey e produttore discografico norvegese.

È diventato noto per il suo remix del brano Younger, che è stato ascoltato 27,5 milioni di volte su SoundCloud e più di 28 milioni di volte su YouTube.[2][3] Kygo ha poi accumulato oltre 80 milioni di visualizzazioni sui suoi account delle medesime piattaforme ed è l'artista che ha raggiunto 1 miliardo di streaming su Spotify più velocemente nella storia.[4]

Dopo la sua scoperta nel 2014, il cantante dei Coldplay Chris Martin gli ha chiesto di realizzare un remix per il singolo Midnight, che gli ha dato una ulteriore notorietà.[5][6]

Nel 2015 ha firmato un contratto con la Sony Music e ha iniziato così a pubblicare i video dei suoi singoli sul suo canale YouTube. Il primo video caricato fu Firestone con Conrad Sewell che ottenne subito un riscontro positivo e venne certificato Vevo con oltre 500 milioni di visualizzazioni. Il 13 maggio 2016 è uscito il suo primo album in studio, Cloud Nine, che contiene i suoi maggiori successi quali Firestone, Stole the Show e Stay, oltre a vari inediti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un dipendente dell'industria navale e di una dentista, Kygo ha due sorelle maggiori ed un fratellastro minore, è nato a Singapore, ma è cresciuto a Fana, quartiere periferico di Bergen.[7] Ha cominciato a prendere lezioni di pianoforte all'età di 6 anni[8] fino a che all'età di 15 anni ha deciso, studiando da autodidatta, di cominciare a praticare remix e creare musica House. Dopo il diploma al Fana Gymnas ha speso un anno, per rispettare il servizio militare, facendo il vigile del fuoco in una base navale e successivamente si è iscritto alla facoltà di Economia della Heriot-Watt University di Edimburgo che però abbandona dopo essersi reso conto che avrebbe potuto intraprendere una carriera musicale.[9][10][11] Il nome d'arte Kygo (che in norvegese si pronuncia Kigo) proviene dall'username del suo account per accedere ad un learning program della sua scuola superiore, corrisponde infatti alle semplici iniziali del suo nome.[12] Sua fonte di ispirazione, negli anni, è stato il DJ Avicii.

Dopo aver totalizzato oltre 80 milioni di visualizzazioni su Youtube e Soundcloud, Kygo è stato contattato sia da Avicii che da Chris Martin dei Coldplay per creare remix ufficiali di alcune tra le canzoni degli artisti. Kygo ha anche suonato all'apertura di Avicii al Findings Festival di Oslo[5] nell'agosto 2014 ed il mese successivo è stato confermato che lo avrebbe sostituito sul palco del TomorrowWorld a causa di problemi di salute del DJ svedese.[13] Da qui Kygo ha poi suonato in diversi eventi in Nord America nell'arco del 2015, ottenendo numerosi sold out. Ha poi anche ottenuto di essere intervistato per il Billboard magazine ufficiale.[14]

Nel giugno 2015, Kygo ha avviato una collaborazione col lifestyle brand EDM Electric Family, i ricavi della quale sono donati integralmente a iniziative di prevenzione del cancro al seno. Nello stesso mese, l'artista ha ottenuto un accordo con le etichette Sony International e Ultra Records che avrebbero prodotto i suoi singoli e l'album d'esordio.[15] Nel dicembre 2015 Kygo viene invitato al Nobel Peace Prize Concert diventando il primo musicista di musica elettronica a potersi esibire a questo evento.[16]

Nel 2015 Kygo ha vinto il prestigioso premio norvegese Spellemannprisen (ispirato ai Grammy Awards) sia nella categoria tormentone dell'anno con il brano Stole the Show che in quella di Spellemann dell'anno.

L'album di debutto di Kygo, Cloud Nine, viene rilasciato il 13 maggio 2016.[17]

In occasione dei Giochi Olimpici di Rio 2016 viene invitato a suonare alla cerimonia di chiusura[18] e nello stesso mese annuncia la creazione di una sua linea di abbigliamento.[19]

Il 16 febbraio 2017 esce il singolo It Ain't Me, in collaborazione con Selena Gomez, che anticipa l'uscita del nuovo Stargazing EP dell'artista norvegese.

Il 28 aprile 2017, Kygo collabora con Ellie Goulding per il nuovo singolo, First Time.[20]

Il 15 settembre 2017 esce un suo remix del singolo You're the Best Thing About Me del celeberrimo gruppo rock U2.

Il 3 novembre 2017 esce il suo secondo album intitolato Kids In Love dove vede la presenza di altri featuring importanti, come quelli con One Republic e John Newman. L'argomento che fa da filo conduttore tra tutte le canzoni del disco è l'amore.

Il 16 marzo 2018, a pochi mesi dalla pubblicazione del suo secondo album, annuncia l'uscita del singolo Remind Me to Forget, con Miguel.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Kygo.

Album[modifica | modifica wikitesto]

EPs[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Remix[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Artista originale
2013 Stay Rihanna feat. Mikky Ekko
The Willhelm Scream James Blake
Limit to Your Love James Blake
Let Her Go Passenger
Brother Matt Corby
Resolution Matt Corby
Caravan Passenger
Jolene Dolly Parton
Angels The xx
No Diggity vs. Thrift Shop Ed Sheeran e Passenger
Cant Afford It All Jakubi
Electric Feel Henry Green
Dancer Thulin
High for This Ellie Goulding
Sexual Healing Marvin Gaye
I See Fire Ed Sheeran
2014 Younger Seinabo Sey
Cut Your Teeth Kyla La Grange
Miami 82 Syn Cole
Wait M83
Shine Benjamin Francis Leftwich
Midnight Coldplay
Dirty Paws Of Monsters and Men
Often The Weeknd
2015 Take on Me A-ha
2016 Starboy The Weeknd
2017 Tired Alan Walker ft. Garvin James
2017 You're the Best Thing About Me U2

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN119144647640331813726 · GND (DE1101469323 · BNF (FRcb16992723g (data)