DJ Magazine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
DJ Magazine
StatoRegno Unito Regno Unito
Linguainglese, italiano, portoghese
PeriodicitàMensile
GenereRivista
Fondazione31 gennaio 1991
Tiratura32 250
ISSN0951-5143 (WC · ACNP)
Sito webwww.djMag.com/
 

DJ Magazine, o più semplicemente DJ Mag, è una rivista mensile dedicata alla musica elettronica (EDM) ed ai DJ di tutto il mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rivista iniziò ad essere pubblicata il 31 gennaio 1991 ed oltre alla versione inglese è anche tradotta in portoghese, italiano, polacco, ucraino, lituano, bulgaro e cinese. La rivista è stata designata come "la più grande rivista di musica dance di vendita" ed attualmente vende 27 750 copie con una tiratura complessiva di 32 250 copie (con 5 000 copie date liberamente).

Nel gennaio 2008, la rivista ha creato il "DJ Blackbook", una banca dati di DJ, produttori e promoter con oltre 10 000 contatti, rendendolo disponibile in versione cartacea e web.

Top 100 DJ Mag[modifica | modifica wikitesto]

La rivista pubblica annualmente due classifiche "Top 100", una per i DJ e una per le discoteche. La classifica dei DJ è basata sui voti del pubblico, mentre la classifica delle discoteche è votata dai DJ stessi. Il sondaggio è abbastanza importante per il settore dei DJ, i quali, a volte, tentano di "barare" per cercare di raggiungere la posizione più alta[1], così è stata formata una collaborazione con Trackitdown.net per il sondaggio del 2008, dicendo: "Grazie all'offerta di un brano scaricabile gratuitamente a ciascun elettore dal nostro catalogo di 350 000 titoli da oltre 10 000 etichette, siamo in grado di dimostrare come sia facile trovare la tua musica elettronica preferita legalmente".'[2]

Le più importanti case discografiche o etichette musicali (come per esempio la Spinnin' Records) nelle settimane precedenti all'inizio dei voti creano degli spot atti a sponsorizzare i propri artisti, pubblicandoli principalmente sul canale YouTube o sui propri profili social. Esistono numerose classifiche ufficiali, come quella mensile stilata da Beatport o quella annuale di 1001Tracklist, ma quella di DJ Magazine è la più prestigiosa nel panorama della musica elettronica.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • IDMA Best Music Publication 2003[3]
  • IDMA Best Music Publication 2004[4]
  • IDMA Best Music Publication 2005[5]
  • IDMA Best Music Publication 2006[6]
  • IDMA Best Music Publication 2007[7]
  • IDMA Best Music Publication 2008[8]
  • IDMA Best Music Publication 2009[9]
  • IDMA Best Music Publication 2010[10]
  • IDMA Best Music Publication 2011
  • IDMA Best Music Publication 2012
  • IDMA Best Music Publication 2013
  • IDMA Best Music Publication 2014
  • IDMA Best Music Publication 2015

Top 5 DJ[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono riportati i risultati di tutti i DJ vincitori e di coloro che sono entrati nella Top 5.

DJ 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020
Regno Unito Carl Cox 1 2 2 5 7 8 7 11 10 11 7 12 18 22 31 45 46 59 63 74 62 53 35 34
Regno Unito Paul Oakenfold 2 1 1 2 5 6 8 9 11 14 12 14 23 51 69 69 92 - - - - - - -
Galles Sasha 3 5 3 1 2 2 4 4 4 7 5 7 13 27 63 - - - - - - - - -
Regno Unito Judge Jules 4 3 4 6 11 7 9 14 15 16 21 32 44 18 67 - - - - - - - - -
Regno Unito Pete Tong 6 4 11 21 35 25 25 46 49 57 39 78 83 85 - - - - - - - - - -
Regno Unito John Digweed 12 7 6 3 1 3 5 8 6 8 3 9 17 29 55 98 - - - - - - - -
Germania Paul van Dyk 42 6 5 4 4 4 2 2 1 1 4 3 5 6 11 16 32 38 41 60 51 55 87 50
Stati Uniti Danny Tenaglia - 13 8 7 3 10 18 40 34 58 43 47 - - - - - - - - - - - -
Paesi Bassi Ferry Corsten - - 77 22 19 9 6 5 5 6 8 6 7 9 18 22 42 91 85 99 90 75 59 53
Paesi Bassi Tiësto - - - 24 6 1 1 1 2 3 2 2 2 3 3 2 4 5 5 5 5 6 8 16
Paesi Bassi Armin van Buuren - - - - 27 5 3 3 3 2 1 1 1 1 2 1 2 3 4 4 3 4 4 4
Stati Uniti Christopher Lawrence - - - - 44 52 35 7 14 4 - - 40 - - - - - - - - - - -
Stati Uniti DJ Dan - - - 94 46 - - 24 24 5 - - - - - - - - - - - - - -
Regno Unito Above & Beyond - - - - - - - 39 19 9 6 4 4 5 5 8 17 25 29 47 27 51 22 19
Francia David Guetta - - - - - - - - 39 31 10 5 3 2 1 4 5 7 6 6 7 5 3 1
Canada deadmau5 - - - - - - - - - - - 11 6 4 4 5 12 16 25 31 49 59 71 64
Svezia Avicii - - - - - - - - - - - - - 39 6 3 3 6 7 11 28 15 - -
Paesi Bassi Hardwell - - - - - - - - - - - - - - 24 6 1 1 2 3 4 3 12 17
Belgio Dimitri Vegas & Like Mike - - - - - - - - - - - - - - - 38 6 2 1 2 2 2 1 2
Paesi Bassi Martin Garrix - - - - - - - - - - - - - - - - 40 4 3 1 1 1 2 3
Stati Uniti Marshmello - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 28 10 10 5 11
Brasile ALOK - - - - - - - - - - - - - - - - - - 44 25 19 13 11 5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DJMag
  2. ^ Vote now in DJmag's Top 100 DJs 2008 poll!, su djmag.com. URL consultato il 9 settembre 2008.
  3. ^ Nominees / Winners for Year the 2002, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2008).
  4. ^ Nominees & Winners for the Year 2003, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2008).
  5. ^ Winners for the 20th Annual International Dance Music Awards, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2008).
  6. ^ 21st Annual International Dance Music Awards Nominees & Winners, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2008).
  7. ^ 22nd Annual IDMA Nominees & Winners, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2008).
  8. ^ 23rd Annual International Dance Music Awards Nominees & Winners, WinterMusicConference.com. URL consultato il 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2009).
  9. ^ 24th Annual International Dance Music Awards Nominees & Winners, WinterMusicConference.com. URL consultato il 16 agosto 2010.
  10. ^ 25th Annual International Dance Music Awards Nominees & Winners, WinterMusicConference.com. URL consultato il 16 agosto 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]