Anitta (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anitta
Anitta no Multishow 2018 5.png
Anitta nel 2018
NazionalitàBrasile Brasile
GenerePop
Dance pop
Contemporary R&B
Bossa nova
Reggaeton
Periodo di attività musicale2010 – in attività
EtichettaWarner Records, Warner Brasil
Album pubblicati5
Studio4
Live1
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Anitta, pseudonimo di Larissa de Macedo Machado (Rio de Janeiro, 30 marzo 1993), è una cantante, compositrice, conduttrice televisiva e attrice brasiliana.

Legata alla Warner Music Group dal 2012, anno in cui fu notata per via del suo singolo Meiga e Abusada,[1] Anitta ha pubblicato cinque album e ottenuto un notevole successo internazionale con molti dei suoi singoli. Nella sua carriera, l'artista ha collaborato con artisti come Madonna, Major Lazer, Maluma, Ricky Martin, Alok e Ludmilla. Oltre al suo portoghese nativo, Anitta parla fluentemente inglese, spagnolo e discretamente italiano, tanto da aver inciso musica in tutte e quattro le lingue.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e adolescenza[modifica | modifica wikitesto]

Larissa Machado è nata a Rio de Janeiro, la figlia più giovane di Miriam Macedo e Mauro Machado; suo fratello Renan Machado è il suo produttore artistico.[2] Sua madre ha cresciuto i due figli da sola.[3]

Ha iniziato la sua carriera all'età di otto anni cantando nel coro della chiesa di Santa Luzia a Rio de Janeiro grazie all'intervento dei nonni materni.[4] A undici anni, con l'indennità che ha ottenuto, ha deciso di prendere lezioni di inglese. In seguito ha ricevuto lezioni di ballo fornite dall'insegnante di sua madre.[5]

A sedici anni ha terminato un corso di amministrazione presso una scuola tecnica a Rio de Janeiro.[5] Un anno dopo, decise di intraprendere una carriera artistica. Nello stesso anno, è stata la vincitrice del premio "Revelation of Music".[5] In questo periodo lo pseudonimo scelto da Larissa è Anita, in onore di un personaggio della serie TV Presença de Anita.[1]

Esordio, Anitta (2010 - 2013)[modifica | modifica wikitesto]

Anitta nel 2013

Nel 2010 ha firmato un contratto con l'etichetta Furacão 2000 grazie a un provino di successo con il produttore Renato Azevedo, pubblicando il suo singolo di esordio Eu vou ficar[5]. Il brano viene inserito in una pubblicazione della sua etichetta del tempo, Armagedom DVD, e in seguito a ciò l'artista decide di aggiungere una "T" al suo nome d'arte.[5] Segue il secondo singolo Fica Só Olhando, inserito in una seconda versione del citato DVD.[5]

Nel 2012 Anitta esegue la sua prima performance televisiva, eseguendo una cover di Claudia Leitte: in seguito alla performance, la produttrice Kamilla Fialho nota l'artista e decide di metterla sotto contratto con la sua etichetta K2L Entertainment, pagando la penale alla Furacão 2000.[1] Anitta entra a far parte del gruppo Meiga e Abusada: il singolo ottiene un notevole successo commerciale, e così Anitta viene messa sotto contratto dalla Warner Music Group.[1]

Viene dunque pubblicato un video ufficiale per il brano, diretto da Blake Farber, collaboratore di Beyoncé.[1] L'album di esordio eponimo Anitta viene pubblicato nel giugno 2013.[6] Nel 2013 ha acquisito fama internazionale con la canzone Show das poderosas, che ottiene un notevole successo in Brasile.[7] Il disco contiene altri brani di successo come Não para. In questo periodo, Anitta riceve un cachet di 27 mila dollari a concerto: uno dei più alti in Brasile.[6]

Ritmo perfeito, Bang (2014 - 2016)[modifica | modifica wikitesto]

Concluso il suo primo tour e pubblicato un DVD relativo allo stesso,[8] Anitta pubblica i singoli Quem Sabe e Blá Blá Blá.[9][10] Il primo serve a lanciare l'album dal vivo Meu lugar, mentre nel giugno 2014 esce il suo secondo disco Ritmo perfeito, lanciato proprio da Blá blá blá. Nel novembre 2014 si è esibita ai Latin Grammy Awards. Nei mesi successivi, Anitta pubblica altri singoli dall'album ed esordisce come attrice nel film Copa de Elite.[11] Seguono altre apparizioni in film televisivi brasiliani.[12]

Nel giugno 2015 annuncia il suo ritorno con il singolo Deixa ele sofrer, uscito il mese successivo. L'album Bang esce il 13 ottobre 2015.[13] Il progetto vende 40 000 copie nella sua prima settimana, nel solo mercato brasiliano.[13] Al termine della promozione, l'album vende 170 000 copie grazie al successo di vari altri singoli, tra cui la title track Bang.[14] Anitta vince l'MTV Europe Music Awards nel 2014 e nel 2015 come "Best Brazilian Act" e nel 2015 anche come "Best Latin America". Nello stesso periodo, l'artista pubblica il singolo Blecaute con Nile Rodgers e Jota Quest.[15]

A ottobre 2015 Anitta diventa la prima cantante brasiliana a vincere il premio di miglior artista latino-americano agli MTV Europe Music Awards.[16] Nel 2016 si esibisce accanto ad Andrea Bocelli[17] e pubblica varie collaborazioni tra cui Sim Ou Nau con Maluma e Ginza con J Balvin. Sempre nel 2016 viene pubblicato il videogioco Just Dance 2017, in cui viene incluso anche il brano Bang.

Checkmate (2017 - 2018)[modifica | modifica wikitesto]

Anitta nel 2017

Nel 2017 Anitta collabora con vari altri cantanti latini[18] nonché con la rapper australiana Iggy Azalea nel brano Switch: si tratta del primo brano in lingua inglese di Anitta.[19] Successivamente pubblica il singolo Piradinha, interpretato in parte in portoghese e in parte in spagnolo, e collabora con i Major Lazer e Pabllo Vittar nel singolo Sua Cara. Tale singolo ottiene un notevole successo internazionale, anche negli Stati Uniti. Segue la pubblicazione Will I See You, il primo singolo da solista di Anitta in inglese. Il brano è prodotto dal vincitore di Grammy Poo Bear.[20] Seguono la pubblicazione del singolo del DJ Alesso Is That For Me[21] e dell'EP Checkmate, da cui viene estratta la collaborazione con J Balvin Downtown.

Nel 2018 sulla piattaforma Netflix viene pubblicata la docu-serie Vai Anitta, che racconta in modo biografico la vita, i concerti e le attività musicali della cantante brasiliana.[22] Nello stesso periodo vengono pubblicati i singoli Machika con J Balvin e il brano da solista Indecente; la cantante è inoltre protagonista dello show televisivo Anitta Entrou no Grupo. Seguono performance a Rock In Rio e un tour in Brasile.[23] Viene poi pubblicato il singolo Medicina, inserito poi nel videogioco Just Dance 2019. Nei mesi successivi, dopo aver pubblicato altri singoli, Anitta esordisce come giudice a The Voice Messico[24] e pubblica l'EP poliglotta Solo.

Kisses, nuovo album (2019 - presente)[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2019, Anitta pubblica numerose altre collaborazioni, tra cui R.I.P. con Rita Ora e Sofia Reyes, Te Lo Dije con Natti Natasha, Faz Gostoso con Madonna.[25] Il 5 aprile 2019 pubblica l'album Kisses, il suo primo progetto trilingue, lanciato attraverso il primo singolo Poquito in collaborazione con Swae Lee. Dopo aver pubblicato altre collaborazioni con artisti latini, nonché una seconda collaborazione con Major Lazer (Make It Hot), Anitta si esibisce con i Black Eyed Peas a Rock in Rio sulle note di Explosion,[26] pubblicato come singolo nel 2019. Alla fine dell'anno Anitta firma un nuovo contratto con la Warner per la promozione su suolo statunitense e inizia a lavorare sul suo quinto album in studio.[27]

Nell'estate del 2020 diventa famosa anche in Italia grazie a una collaborazione con il cantante Fred De Palma sulle note del singolo Paloma, cantato completamente in italiano. Segue la pubblicazione di un singolo come artista principale, Tócame con la partecipazione di Arcángel e De La Ghetto. Nonostante queste pubblicazioni, Anitta annuncia che il suo quinto album sarà interamente in lingua inglese e prodotto da Ryan Tedder, leader degli OneRepublic.[27] Nel settembre 2020 collabora con Cardi B e Myke Towers nel singolo Me Gusta.

Stile e influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

Anitta nel 2019

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Il nome d'arte "Anitta" è stato ispirato dal personaggio Anita, della serie TV Presença de Anita. Pensava che il personaggio fosse "fantastico" perché "poteva essere sexy senza sembrare volgare, ragazza e donna allo stesso tempo".[4] L'artista cita Beyoncé, Shakira, Mariah Carey, Rihanna, Katy Perry, Pussycat Dolls, Madonna, Kane Nash, Britney Spears, Colbie Caillat.[28][29][30][31][32][33]

Voce[modifica | modifica wikitesto]

Anitta ha una voce da soprano e due ottave di estensione vocale.[34]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Anitta si definisce bisessuale.[35] La cantante ha sposato l'impresario Thiago Magalhães nel 2017 per poi separarsi di comune accordo dopo pochi mesi.[36] Nel gennaio 2019 Anitta ha dichiarato di essere diventata vegana in seguito alla visione del documentario del 2014 Cowspiracy.[37]

Immagine pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Anitta nel 2018

Fin dagli esordi, i media si sono riferiti ad Anitta con l'appellativo di sex symbol.[38] Nel 2017, Billboard ha inoltre definito la cantante come una delle personalità più rilevanti sui social network.[39] Raggiunto il successo, Anitta ha inoltre legato il suo volto a svariati marchi, prestandosi a numerose campagne pubblicitarie.[40]

Filantropia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 Anitta ha effettuato delle donazioni per le persone senzatetto.[41] Nel 2016 la cantante ha invece donato del denaro alle persone che vivono presso una delle principali favelas alle porte di Rio De Janeiro, Cidade de Deus.[42]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Anitta.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Copa de Elite, regia di Victor Brandt (2014)
  • Didi e o Segreto dos Anjos, regia di Jayme Monjardin (2014)
  • Breaking Dance (Breaking Through), regia di John Swetnam (2015)
  • Meus 15 Anos (Meus 15 Anos: O Filme), regia di Caroline Fioratti (2017)
  • Minha Vida en Marte, regia di Susanna Garcia (2018)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Amor à vida – telenovela (2013)
  • Dança dos Famosos – programma TV, concorrente (2014)
  • Vai Que Cola – telenovela, episodi 2x08, 4x31 (2014-2016)
  • Alto Astral – telenovela (2015)
  • Osmar, a Primeira Fatia do Pão de Forma – serie animata, episodio 2x14 (2015)
  • Tomara Que Caira – telenovela, episodio 1x01 (2015)
  • La Voz – programma TV, giudice (2018)
  • Vai Anitta – docuserie (2018-in corso)
  • Amor de Mãe – telenovela, 4 episodi (2020)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (PT) Anitta, a preparada da vez, su O Globo, 21 luglio 2013. URL consultato il 22 agosto 2020.
  2. ^ (PT) Laís Gomes Do EGO, no Rio, Com casa cheia, Anitta lança o DVD 'Meu lugar' em show no Rio, su Ego. URL consultato il 22 agosto 2020.
  3. ^ (PT) Mães lindas de Anitta e Arthur Aguiar roubam a cena; veja quem está no 'Tamanho Família' de 24/7, su Bastidores. URL consultato il 22 agosto 2020.
  4. ^ a b (PT) Vencedores do Prêmio Jovem Brasileiro 2016 e 2015 | BreakTudo, su www.breaktudo.com. URL consultato il 22 agosto 2020.
  5. ^ a b c d e f (PT) Anitta: O primeiro beijo, a emoção com o telefonema de Ivete e outras histórias contadas no bairro onde ela cresceu, su Extra Online, 7 luglio 2013. URL consultato il 22 agosto 2020.
  6. ^ a b (PT) 'Mulheres estão tomando lugar dos homens no funk', diz MC Anitta, su O Globo, 17 aprile 2013. URL consultato il 22 agosto 2020.
  7. ^ (PT) Anitta comemora os 10 milhões de visualizações de ‘Show das poderosas’: ‘Amo muito’, su Extra Online. URL consultato il 22 agosto 2020.
  8. ^ (PT) Em novo DVD, Anitta reduz presença do funk e faz novos arranjos para hits, su musica.uol.com.br. URL consultato il 22 agosto 2020.
  9. ^ (PT) Meu Lugar (Ao Vivo) [Deluxe Version] por Anitta, su Apple Music. URL consultato il 22 agosto 2020.
  10. ^ (PT) Milhões de músicas. Tudo isso sem comerciais., su Apple Music. URL consultato il 22 agosto 2020.
  11. ^ (PT) 15 músicos que já tiveram papéis no cinema - Revista Todateen, su web.archive.org, 9 aprile 2016. URL consultato il 22 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2016).
  12. ^ (PT) Dos palcos para a telinha! Anitta aparece poderosa em filme, su GSHOW. URL consultato il 22 agosto 2020.
  13. ^ a b (PT) Anitta, Lexa, Sandy e Wanessa estão entre os lançamentos mais esperados para 2015 pela Billboard Brasil – Portal Famosos Brasil, su web.archive.org, 29 agosto 2018. URL consultato il 22 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2018).
  14. ^ (PT) Revista UBC #28 by UBC - União Brasileira de Compositores - issuu, su web.archive.org, 30 aprile 2016. URL consultato il 22 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2016).
  15. ^ Blecaute di Jota Quest feat. Anitta & Nile Rodgers su Amazon Music - Amazon.it, su www.amazon.it. URL consultato il 22 agosto 2020.
  16. ^ (PT) Ricardo Oliveira, EMA 2015: Anitta se consagra e ganha prêmio "Worldwide Act: Latin America", su POPline, 25 ottobre 2015. URL consultato il 22 agosto 2020.
  17. ^ Rossella Pastore, Anitta, chi è?/ La cantante brasiliana in vetta alle classifiche con Fred De Palma (Battiti Live), su IlSussidiario.net, 10 agosto 2020. URL consultato il 22 agosto 2020.
  18. ^ (PT) Saiba por que single 'Loka' beneficia tanto Anitta como Simone & Simaria | G1 Música Blog do Mauro Ferreira, su Mauro Ferreira. URL consultato il 22 agosto 2020.
  19. ^ (EN) Iggy Azalea Previews New Single “Switch” Featuring Anitta: Watch, su idolator, 25 aprile 2017. URL consultato il 22 agosto 2020.
  20. ^ (EN) Anitta Celebrates Poo Bear's Birthday With New Single 'Will I See You', su Billboard, 4 settembre 2017. URL consultato il 22 agosto 2020.
  21. ^ (PT) Anitta divulga clipe de 'Is that for me', música em parceria com Alesso, su G1. URL consultato il 22 agosto 2020.
  22. ^ https://variety.com/2018/digital/news/netflix-anitta-brazil-singer-series-1202871262/
  23. ^ (PT) “Anitta é a maior artista pop brasileira atualmente”: cantora faz Trianon tremer em Paris, su RFI, 26 giugno 2018. URL consultato il 22 agosto 2020.
  24. ^ (PT) Anitta fala sobre 'La Voz' após final de reality musical no México: 'Feliz por formar uma família', su G1. URL consultato il 22 agosto 2020.
  25. ^ (EN) Contributing Reporter, Anitta's Song "Faz Gostoso" With Madonna was Released, su The Rio Times, 15 giugno 2019. URL consultato il 22 agosto 2020.
  26. ^ (PT) Black Eyed Peas, Anitta e Xutos & Pontapés no Rock in Rio Lisboa 2021, su TVI24. URL consultato il 22 agosto 2020.
  27. ^ a b (EN) Suzy Exposito, Suzy Exposito, Brazilian Pop Star Anitta Announces New Deal With Warner Music, su Rolling Stone, 18 giugno 2020. URL consultato il 22 agosto 2020.
  28. ^ (PT) Anitta ispirazioni musicali, su Hugogloss.
  29. ^ (PT) Beyoncè quoted as inspiration by Anitta, su web.archive.org, 2 febbraio 2019. URL consultato il 22 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2019).
  30. ^ (PT) No "Altas Horas", Anitta tieta Sandy: "Sei cantar todas as músicas", su UOL TV e Famosos. URL consultato il 22 agosto 2020.
  31. ^ (PT) Estação da Notícia » Anitta copia Beyoncé e as Pussycat Dolls?, su estacaodanoticia.com. URL consultato il 22 agosto 2020.
  32. ^ (PT) Isabela MarinhoDo G1 Rio, No Rio, Anitta chama meninos no palco e diz que é 'investimento', su Rio de Janeiro, 12 ottobre 2013. URL consultato il 22 agosto 2020.
  33. ^ (PT) Rodrigo OrtegaDo G1, em São Paulo, Em desafio musical, Anitta comenta ídolos: 'Dançava Britney no espelho', su Música, 16 luglio 2013. URL consultato il 22 agosto 2020.
  34. ^ (PT) Análise Vocal - Anitta ~ Vocal Pop, su web.archive.org, 7 aprile 2014. URL consultato il 22 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  35. ^ (EN) Dazed, How Anitta became Brazil’s biggest pop star, su Dazed, 19 agosto 2019. URL consultato il 22 agosto 2020.
  36. ^ (PT) Anitta casou com o empresário Thiago Magalhães, afirma colunista, su www.correiobraziliense.com.br. URL consultato il 22 agosto 2020.
  37. ^ (PT) Anitta afirma que virou vegana há 10 dias em comentário do Instagram, su Mercy For Animals, 9 gennaio 2019. URL consultato il 22 agosto 2020.
  38. ^ (BR) Anitta reclama da imagem de símbolo sexual: 'Tenho obrigação de ser gostosa', su www.purepeople.com.br. URL consultato il 22 agosto 2020.
  39. ^ (PT) Diario de Pernambuco, Diario de Pernambuco, Anitta supera Rihanna e Shakira em lista de artistas mais influentes da Billboard, su Diario de Pernambuco, 9 giugno 2017. URL consultato il 22 agosto 2020.
  40. ^ (PT) Os fatos de marketing de 2017, su meioemensagem.com.br. URL consultato il 22 agosto 2020.
  41. ^ (PT) Mariana PerimDo G1 ES, Cantora Anitta visita abrigo e faz doações a vítimas da chuva no ES, su Espírito Santo, 7 gennaio 2014. URL consultato il 22 agosto 2020.
  42. ^ (PT) Anitta aparece de surpresa em comunidade no Rio e distribui cestas básicas para a população, su Extra Online, 23 dicembre 2016. URL consultato il 22 agosto 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15154380887330290220 · ISNI (EN0000 0004 6708 7470 · Europeana agent/base/140247 · LCCN (ENno2018161334