La bella e la bestia (film 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bella e la bestia
LaBellaeLaBestiaFilm.png
I protagonisti in una scena del film
Titolo originaleBeauty and the Beast
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata129 min
Rapporto2,35 : 1
Generedrammatico, fantastico, musicale, sentimentale
RegiaBill Condon
SoggettoLa bella e la bestia scritto da Linda Woolverton
La bella e la bestia di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont
SceneggiaturaEvan Spiliotopoulos, Stephen Chbosky
ProduttoreDavid Hoberman, Todd Lieberman
Produttore esecutivoJeffrey Silver, Thomas Schumacher, Don Hahn
Casa di produzioneWalt Disney Pictures, Mandeville Films
Distribuzione (Italia)Walt Disney Studios Motion Pictures
FotografiaTobias A. Schliessler
MontaggioVirginia Katz
MusicheAlan Menken
ScenografiaSarah Greenwood
CostumiJacqueline Durran
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La bella e la bestia (Beauty and the Beast) è un film del 2017 diretto da Bill Condon.

Scritto da Evan Spiliotopoulos e Stephen Chbosky, il film è un remake live action dell'omonimo film d'animazione del 1991, tratto dalla fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont. Il film è interpretato da un cast corale che comprende Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad, Ewan McGregor, Stanley Tucci, Ian McKellen ed Emma Thompson.

È il primo film Disney in cui compare un personaggio apertamente omosessuale: si tratta di Le Tont, interpretato da Josh Gad.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo decennio del XIX secolo, nel cuore della Francia, un giovane principe arrogante vive nel lusso e nell'agiatezza all'interno del suo castello, dando feste sfarzose e balli grandiosi, sfruttando gli introiti delle tasse che arrivano dalla popolazione dei villaggi vicini, pur essendo al di sotto dell'imperatore di Francia, Napoleone. Una sera d'inverno, durante un ballo, giunge al castello una vecchia che, per metterlo alla prova, offre al principe una rosa in cambio di ospitalità, ma viene respinta dal nobile superbo. La vecchia si mostra allora per quello che è in realtà, ossia una maga, che, per punire il ragazzino della sua arroganza, getta un incantesimo sul principe, trasformandolo in una bestia, sui suoi più fedeli servitori, tramutandoli in oggetti, e sul castello, rendendolo oscuro e tenebroso. Il sortilegio agisce inoltre su tutta la provincia del principe, cancellando la memoria dei suoi villaggi e delle popolazioni che li abitano, i quali dimenticano l'esistenza del castello e del nobile, come se non fossero mai esistiti. Il castello rimane così isolato nella foresta, in una sorta di inverno perenne e di spazio fuori tempo, per via dell'incantesimo. Prima di andare via, la maga lascia alla Bestia una rosa incantata: se il principe fosse riuscito ad amare e a farsi amare a sua volta prima che fosse caduto l'ultimo petalo, l'incantesimo si sarebbe spezzato; in caso contrario la magia sarebbe divenuta eterna.

Dieci anni dopo a Villeneuve, un villaggio non lontano dal castello, Belle è una giovane e bella ragazza che vive lì col padre artista, Maurice. I suoi compaesani non la vedono di buon occhio, perché è intraprendente e diversa dalle tipiche ragazze della sua età. Il capitano Gaston, cacciatore e ufficiale napoleonico nonché scapolo più ricco e ambito dalle donne del villaggio ma assai arrogante e cinico, vorrebbe sposare Belle e cerca di conquistarla nei modi più maldestri, credendo che basti solo la sua avvenenza a convincere la giovane a sposarlo. Belle rifiuta le sue attenzioni, ma questo non fa altro che accrescere l'ostinazione di Gaston verso di lei. Nel frattempo Maurice lascia il villaggio e parte verso una fiera artistica di un paese vicino, ma durante il tragitto, si perde nel bosco. Mentre infuria un temporale, un fulmine si abbatte su un albero, che crolla sulla strada, bloccando il passaggio a Maurice, lasciando come unica via percorribile la vecchia strada dimenticata che portava al castello del principe. Giunto sul posto dopo essere scampato a un attacco dei lupi, Maurice nota che il maniero è avvolto da un anormale clima invernale, nonostante sia giugno. Cercando riparo nel castello, trova gli oggetti parlanti e spaventato scappa via. Poco prima di varcare il cancello, Maurice si ferma a raccogliere una rosa dal giardino, in quanto Belle gliene aveva chiesta una come dono del viaggio. Tuttavia viene raggiunto dalla Bestia, che considerando Maurice un ladro, lo cattura e lo rinchiude in una cella nella torre del castello.

Al villaggio, Belle viene raggiunta da Philippe, il cavallo di suo padre, che era riuscito a fuggire e a ritrovare la strada di casa. Il destriero conduce la ragazza al castello della Bestia, dove trova rinchiuso suo padre. Maurice racconta a Belle della Bestia e la esorta a scappare, tuttavia Belle, una volta incontrato La Bestia, offre se stessa come prigioniera al posto di suo padre. La Bestia accetta, e così Maurice viene liberato. Belle viene accolta dai servitori oggetti del castello, Lumière il candelabro, Tockins l'orologio e Mrs. Bric la teiera, e condotta nelle sue stanze. Mentre loro fanno amicizia con Belle, la Bestia fatica a cambiare atteggiamento verso di lei. Venuta a conoscenza di una misteriosa ala ovest del castello dove l'accesso è proibito, Belle scopre l'esistenza della rosa incantata. Raggiunta dalla Bestia, questi la scaccia via in malomodo, temendo che la ragazza volesse nuocere in qualche modo alla rosa magica. Belle fugge via ma durante la corsa a cavallo viene attaccata dai lupi della foresta. In suo aiuto accorre la Bestia, che riesce a salvare Belle, ma rimane ferito dagli animali. La ragazza torna al castello con lui per curarlo. Durante la convalescenza, Mrs. Bric racconta a Belle di come il principe, da bambino, avesse perso la madre per colpa di una terribile epidemia di peste. Rimasto solo col padre altezzoso, che morì più tardi, il principe crebbe secondo una rigida educazione nobiliare, divenendo un uomo superbo. A Villeneuve, nel frattempo, Gaston non crede alle parole di Maurice sull'esistenza della Bestia e, per far rimanere orfana Belle e sposarla dato che ella non ha nessun altro parente, tenta di uccidere l'anziano artista, incatenandolo nel bosco in pasto ai lupi, ma Agata, che si rivela essere la maga che gettò l'incantesimo sul principe, salva l'uomo. Maurice accusa Gaston di tentato omicidio premeditato, ma non viene creduto, dato che Gaston è l'uomo più illustre e potente del villaggio, anche perché il suo amico Le Tont, corrotto e pagato da egli, lo difende; così il perfido cacciatore, per sposare Belle in cambio della libertà di suo padre, corrompe D'Arque, il proprietario del manicomio locale, affinché vi rinchiuda Maurice, che viene accusato dai compaesani di essere pazzo riguardo la storia della Bestia, con Gaston che incoraggia le loro supposizioni.

Intanto al castello Belle fa cambiare carattere alla Bestia aprendolo al mondo esterno con dolcezza e pazienza. Dopo aver trascorso settimane insieme e aver ballato romanticamente, la ragazza, grazie a un libro magico che la maga Agata ha lasciato alla Bestia, si teletrasporta nella casa in cui suo padre e sua madre vivevano quando lei era appena nata, a Parigi, scoprendo così cosa è successo a sua madre: la donna era morta di peste, e per questo Maurice era stato costretto ad andare via con Belle, viaggiando per anni fino a Villeneuve. Belle, condividendo lo stesso lutto del nobile, comincia ad innamorarsi della Bestia, che è cambiata in meglio, ma è ancora triste perché non può più vedere suo padre. La Bestia le rivela però che può farlo tramite uno specchio magico che mostra il mondo esterno, altro oggetto della maga. Belle vede nello specchio che suo padre sta per essere portato in manicomio e così, dando un saluto commovente alla Bestia, corre al villaggio, cercando di difendere Maurice e dichiarando che non è pazzo e che la Bestia esiste veramente, ma nessuno della folla le crede. Belle li convince usando lo specchio magico che la Bestia le aveva donato come regalo d'addio, mostrando il volto del nobile. Il geloso Gaston, capendo che Belle non è innamorata di lui ma della Bestia e per non permettere allo specchio di distruggere i suoi piani, ordina a Le Tont e alla folla di andare al castello per uccidere la Bestia, ma fa rinchiudere lo stesso Belle e Maurice nel carro del manicomio di D'Arque per impedirgli di avvertire la Bestia del pericolo. Inoltre i dieci anni della rosa incantata stanno per finire e il principe sta per diventare una Bestia per sempre, insieme al castello che si sta distruggendo per la magia quasi perenne.

Così Gaston e i compaesani vanno alla volta del castello, ma i servitori oggetti intervengono e così si svolge una grande battaglia, durante la quale Le Tont viene sconfitto insieme agli altri. A fine battaglia giunge Belle, liberatasi da D'Arque grazie a Maurice che ha scassinato il carro con una forcina per capelli, mentre Gaston armato cerca la Bestia nelle sue stanze. Una volta trovato il nobile in cima alla torre più alta, Gaston spara diversi colpi di pistola alla Bestia ferendola, anche se la Bestia non lo aggredisce e gli dice di non essere un assassino come lui, disarmandolo e facendolo scappare. I due innamorati si riuniscono, ma Gaston riprende la pistola e spara vigliaccamente al cuore della Bestia; tuttavia, il ponte di pietra su cui si trova il cacciatore si distrugge per l'incantesimo, così Gaston precipita nel burrone sottostante al castello e muore. Anche la Bestia sta morendo per gli spari ricevuti, ma Belle dice che lo ama proprio mentre cade l'ultimo petalo della rosa, così Agata guarisce magicamente il principe da tutte le ferite e lo fa tornare umano com'era tanto tempo prima, oltre a spezzare l'incantesimo completamente: il castello torna splendente e lucente, l'inverno finisce, i servitori oggetti tornano umani e gli abitanti del villaggio recuperano la memoria, ricordando l'esistenza del principe e di alcuni loro parenti servitori rimasti con lui. Il principe, divenuto generoso e altruista verso il popolo, abolisce le tasse provinciali sulle sue terre, fedele allo spirito repubblicano, mentre accoglie Belle e Maurice.

Belle si sposa col principe e la vita del castello e della provincia torna alla normalità.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Belle, interpretata da Emma Watson. Protagonista femminile della storia, è una giovane donna dai lunghi capelli castani. Sognatrice, amante dei libri, ottima inventrice e capace di guardare oltre le apparenze, si innamora della Bestia e trova l'umano di buon cuore represso in lui.
  • La Bestia, interpretata da Dan Stevens. Protagonista maschile, un giovane principe dal cuore freddo trasformato in una bestia come punizione per il suo egoismo e destinato, con l'aiuto di Belle, a ritrovare la sua umanità sopita e ritornare ad essere il ragazzo che era. Grazie alla sua costosa istruzione, condivide con Belle la passione per la lettura.
  • Gaston, interpretato da Luke Evans. L'antagonista principale, un cacciatore prestante, arrogante e maschilista, che gareggia per la mano di Belle e non ammette sconfitta.
  • Lumière, interpretato da Ewan McGregor: Il maître del castello della Bestia, di buon cuore ma ribelle, trasformato dal sortilegio lanciato sul castello in un candelabro. Ha l'abitudine di ribellarsi alle rigide regole del suo padrone, nonostante nutra verso i suoi confronti un forte timore. Ha una relazione con la bella Spolverina.
  • Henry Tockins, interpretato da Ian McKellen: Il colto ed efficiente maggiordomo del castello, trasformato in un pendolo. È il migliore amico di Lumière, a differenza del quale è però estremamente leale alla Bestia e ligio ai suoi ordini, il che causa spesso attriti fra lui e l'amico.
  • Mrs. Bric, interpretata da Emma Thompson: La signora a capo delle cucine del castello, trasformata in una teiera, che assume un atteggiamento materno verso Belle. Oltre al suo lavoro ufficiale, Mrs. Bric è anche una bravissima cantante, ed è infatti proprio sulla sua voce che Belle e la Bestia danzeranno il loro primo ballo.
  • Chicco, interpretato da Nathan Mack: Una tazza da tè, figlio di Mrs. Bric.
  • Maurice, interpretato da Kevin Kline: Un artista, padre di Belle. Viene considerato dai suoi compaesani un vecchio pazzo.
  • LeTont, interpretato da Josh Gad: L'aiutante maldestro, testardo, tonto e buffo di Gaston. Viene spesso maltrattato dal suo capo, che comunque non manca di idolatrare. Ha un debole per Gaston, ma nel corso della storia si renderà conto della sua malvagità e aiuterà gli oggetti del castello.
  • Spolverina, interpretata da Gugu Mbatha-Raw: Una cameriera del maniero della Bestia, fidanzata di Lumière e trasformata in uno spolverino con delle sembianze che ricordano un pavone bianco.
  • Madame Guardaroba, interpretata da Audra McDonald: La cantante lirica e l'autorità del castello sulla moda, trasformata in un armadio, è la moglie del Maestro Cadenza.
  • Maestro Cadenza, interpretato da Stanley Tucci: Il compositore del castello e marito di Madame Guardaroba. Trasformato in un clavicembalo, è un personaggio originale, creato appositamente per il film ma, come mansione e oggetto in cui è stato trasformato, parzialmente ispirato al Maestro Forte del film La bella e la bestia: Un magico Natale.
  • Frou-Frou: Il cane del castello (Sultano nella versione animata), trasformato in un poggiapiedi, è l'animale domestico di Madame Guardaroba e del Maestro Cadenza.
  • Agata, interpretata da Hattie Morahan: la maga che trasforma il principe in una bestia per punirlo della sua arroganza. Come Belle, è discriminata dagli abitanti del villaggio perché dalla morte del padre è rimasta zitella e chiede l'elemosina.
  • Monsieur Jean Bric, interpretato da Gerard Horan: è un abitante del villaggio che, per quanto regredito come gli altri, è il più gentile con Belle e Maurice, insieme al bibliotecario. Si unirà alla battaglia contro la Bestia per difendere il villaggio e, durante la battaglia, ritroverà sua moglie e suo figlio, Mrs. Bric e Chicco, con i quali resterà anche dopo la fine.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 la Walt Disney Pictures cominciò a progettare un adattamento cinematografico del musical di Broadway del 1994 La bella e la bestia, a sua volta ispirato al film d'animazione del 1991.[2] Tuttavia nel 2011 il compositore Alan Menken rivelò che i piani per una trasposizione del musical erano stati messi da parte.[3]

Nel marzo 2013 la Disney assunse Joe Ahearne per scrivere un film incentrato sul personaggio della Bestia intitolato The Beast,[4] ma il progetto venne in seguito messo da parte. Nell'aprile 2014 venne riportato che la Disney era al lavoro su un nuovo adattamento della fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, questa volta una versione live action de La bella e la bestia, dopo il successo avuto dai precedenti film ispirati ai classici Disney come Alice in Wonderland, Maleficent, Cenerentola e Il libro della giungla.[5] Nel giugno 2014 Bill Condon venne scelto come regista del film, scritto da Evan Spiliotopoulos.[6] Inizialmente Condon non voleva prendere ispirazione solo dal film originale, ma anche includere quasi tutte le canzoni scritte da Menken e Howard Ashman per il musical di Broadway.[7] Nel settembre 2014 venne annunciato che Stephen Chbosky avrebbe riscritto la sceneggiatura del film.[8]

Il budget del film è stato di 160 milioni di dollari.[9]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2015 Emma Watson annunciò che avrebbe interpretato la protagonista Belle,[10] percependo un salario base di 3 milioni di dollari più una percentuale sugli incassi.[11] Per interpretare Belle l'attrice ha preso lezioni di canto.[12] Nel marzo 2015 Luke Evans e Dan Stevens entrarono in trattative per interpretare Gaston e la Bestia.[13][14] Il 13 marzo si aggiunse al cast Josh Gad nel ruolo di Le Tont, assistente di Gaston.[15] Il 16 marzo venne annunciato l'ingresso nel cast di Emma Thompson nel ruolo di Mrs. Bric e di Kevin Kline nel ruolo di Maurice, padre di Belle.[16] A fine mese Audra McDonald entrò nel cast nel ruolo di Madame Guardaroba.[17] Nell'aprile 2015 entrarono nel cast Ian McKellen come Tockins,[18] Gugu Mbatha-Raw nel ruolo di Spolverina,[19] Ewan McGregor come Lumière,[20] e Stanley Tucci nel ruolo del Maestro Cadenza, personaggio creato appositamente per il film.[21]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali sono iniziate agli Shepperton Studios di Londra il 18 maggio 2015 e concluse il 21 agosto seguente.[22][23][24]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

il compositore Alan Menken, stesso compositore del film d'animazione del 1991.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La bella e la bestia (colonna sonora 2017).

La colonna sonora del film è composta da Alan Menken, già autore delle musiche del film d'animazione, con testi italiani adattati da Lorena Brancucci. La colonna sonora include canzoni dal film originale e nuove canzoni scritte da Menken e Tim Rice.[25] Non sono invece presenti le canzoni del musical di Broadway.[26] Ariana Grande e John Legend cantano una nuova versione di Beauty and the Beast, brano originariamente cantato da Céline Dion e Peabo Bryson nel film d'animazione originale.[27] La stessa Dion interpreta invece il brano How Does a Moment Last Forever, mentre Josh Groban esegue il brano Evermore, entrambi appositamente composti da Menken e Rice per il film.[28][29] Le canzoni in italiano sono cantate da Ilaria De Rosa, Luca Velletri, Marco Manca, Frédéric Lachkar, Luca Biagini, Giò Giò Rapattoni, Daniele Giuliani, Jacqueline Maiello Ferry, Fiamma Izzo e Pietro Biondi.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film venne distribuito il 23 maggio 2016.[30] Il trailer ottenne 91,8 milioni di visualizzazioni nelle prime ventiquattr'ore, divenendo il trailer più visto di sempre nelle prime ventiquattr'ore, battendo il precedente record detenuto dal trailer di Star Wars: Il risveglio della Forza (88 milioni di visualizzazioni).[31] Il teaser trailer italiano venne pubblicato il 16 giugno 2016. Il primo trailer del film venne distribuito il 14 novembre 2016, anche in italiano.[32][33] Il trailer definitivo è stato distribuito il 30 gennaio 2017,[34] seguito poco dopo da quello in italiano.[35][36]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita a partire dal 16 marzo 2017 in Italia e il giorno seguente negli Stati Uniti, anche in Disney Digital 3-D, RealD 3D, e IMAX 3D.[22][33]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'annuncio della presenza del primo personaggio omosessuale della filmografia Disney, Le Tont, un cinema dello stato dell'Alabama, l'Henagar Drive-In Theatre, ha confermato di aver tolto dalla programmazione il film.[37] Nei cinema russi invece è stato vietato ai minori di 16 anni per via di una legge del 2013 che pone il film sotto l'accusa di "propaganda omosessuale rivolta ai bambini".[38] In Malesia la Disney aveva deciso di ritirare il film dalle sale di fronte alla censura del "momento gay" da parte dei censori del Film Censorship Board, posticipando l'uscita al 30 marzo nel caso avessero deciso di ripristinare la scena.[39] Il film viene in seguito distribuito integralmente ma con un divieto ai minori di 13 anni non accompagnati.[40] Ci sono state inoltre delle petizioni contro il film: una su LifePetitions ha ricevuto più di 129.000 firme,[41] mentre l'American Family Association ne ha aperta una per il boicottaggio della pellicola raggiungendo oltre 50.000 firmatari.

Nello stesso periodo la Disney ha inserito, nel trentatreesimo episodio della serie Marco e Star contro le forze del male, una scena con un bacio gay.[42]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo fine settimana di programmazione nelle sale statunitensi, il film incassa 174,7 milioni di dollari,[43] segnando il record per il miglior esordio nel mese di marzo ed il settimo miglior esordio di sempre nel botteghino statunitense;[44] in Italia incassa invece 6,9 milioni di Euro, mentre a livello mondiale raggiunge i 350 milioni di dollari.[45]

Dopo il secondo weekend di programmazione, il film mantiene la testa della classifica ed arriva ad un incasso di 317 milioni di dollari negli Stati Uniti[46] e 14,1 milioni di Euro in Italia,[47] mentre a livello globale arriva a 690,3 milioni di dollari.[46]

Al terzo weekend, la pellicola scende in seconda posizione negli Stati Uniti arrivando ad un incasso di 395 milioni di dollari;[48] in Italia il film resta invece in testa nella classifica degli incassi ed arriva a 17,6 milioni di Euro.[49] A livello mondiale, dopo tre settimane di programmazione, l'incasso totale è di 876 milioni di dollari.[48]

Dopo il quarto fine settimana, il film si mantiene in seconda posizione nel box office statunitense arrivando ad un incasso di 432,2 milioni, mentre a livello mondiale sale a 977 milioni.[50] In Italia la pellicola si conferma al secondo posto ed arriva ad un incasso totale di 18,9 milioni di Euro.[51]

Il 12 aprile 2017 il film supera il miliardo di dollari d'incasso mondiale, diventando così il 30° film a superare la soglia del miliardo.[52]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film riceve il 71% delle recensioni professionali positive su Rotten Tomatoes, con un voto medio di 6,6 su 10, basato su 263 recensioni;[53] su Metacritic invece ottiene un punteggio di 65 su 100, basato su 47 recensioni.[54]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer ottiene 127,6 milioni di visualizzazioni nelle prime ventiquattr'ore, stabilendo un nuovo record come trailer più visto in un solo giorno,[55] per poi essere battuto poche settimane dopo dal trailer di Fast & Furious 8.[56]

Il 7 maggio 2017 il film ottiene il record del film con rating PG col miglior incasso nella storia sul territorio statunitense, precedentemente detenuto da Frozen - Il regno di ghiaccio, arrivando ad un incasso di 487.7 milioni di dollari.[57]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mirko D'Alessio, La Bella e la Bestia: il regista sui motivi dietro l’omosessualità di Le Tont, badtaste.it, 2 marzo 2017. URL consultato il 2 marzo 2017.
  2. ^ Alan Menken Adesso musicalanche in Italia, su La Stampa, 5 giugno 2009. URL consultato il 14 novembre 2009.
  3. ^ (EN) Simon Brew, Alan Menken interview: Tangled, movie scores, musicals, Enchanted 2, Snow Queen and more, su Den of Geek, 11 gennaio 2011. URL consultato il 14 novembre 2016.
  4. ^ (EN) Adam Chitwood, Disney Sets Joe Ahearne to Pen Live-Action BEAUTY AND THE BEAST Reimagining THE BEAST, su Collider, 11 marzo 2013. URL consultato il 14 novembre 2016.
  5. ^ (EN) Adam Chitwood, Rumor: Could Bill Condon Direct Disney’s Live-Action BEAUTY AND THE BEAST?, su Collider, 11 aprile 2014. URL consultato il 14 novembre 2016.
  6. ^ (EN) Justin Kroll, Bill Condon to Direct Live-Action ‘Beauty and the Beast’ Film for Disney (EXCLUSIVE), su Variety, 4 giugno 2014. URL consultato il 14 novembre 2016.
  7. ^ (EN) Kristopher Tapley, 'Twilight' director Bill Condon will translate Disney's 'Beauty and the Beast' to live action (UPDATED), su HitFix, 4 giugno 2014. URL consultato il 14 novembre 2016.
  8. ^ (EN) Nicole Sperling, 'Perks of Being a Wallflower' author will adapt 'Beauty and the Beast', su Entertainment Weekly, 29 settembre 2014. URL consultato il 12 novembre 2016.
  9. ^ (EN) Beauty and the Beast (2017), Box Office Mojo. URL consultato il 16 marzo 2017.
  10. ^ (EN) Eric Hayden, Emma Watson Cast in Disney's Live-Action 'Beauty and the Beast', su The Hollywood Reporter, 26 gennaio 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  11. ^ (EN) Mirko D'Alessio, La Bella e la Bestia: a quanto ammonta il cachet di Emma Watson?, badtaste.it, 18 marzo 2017. URL consultato il 18 marzo 2017.
  12. ^ La Bella e la Bestia - Curiosità e citazioni, Silenzio in Sala, 14 marzo 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  13. ^ (EN) Justin Kroll, Luke Evans to Play Gaston in Disney’s ‘Beauty and the Beast’ (EXCLUSIVE)!, su Variety, 4 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  14. ^ (EN) Borys Kit, Disney's 'Beauty and the Beast' Casting Dan Stevens as the Beast (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 4 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  15. ^ (EN) Borys Kit, Josh Gad Joining Disney's Live-Action 'Beauty and the Beast' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 13 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  16. ^ (EN) Emma Thompson and Kevin Kline cast in Beauty and the Beast remake, su BBC News, 17 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  17. ^ (EN) Borys Kit, Audra McDonald Joining Disney's Live-Action 'Beauty and the Beast' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 27 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  18. ^ (EN) Justin Kroll, Ian McKellen to Play Cogsworth in Disney’s ‘Beauty and the Beast’ (EXCLUSIVE), su Variety, 10 aprile 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  19. ^ (EN) Justin Kroll, ‘Beyond the Lights’ Star Gugu Mbatha-Raw Joins ‘Beauty and the Beast’ (EXCLUSIVE), su Variety, 13 aprile 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  20. ^ (EN) Ewan McGregor to Play Lumiere in 'Beauty and the Beast' (Exclusive)autore=Borys Kit, su The Hollywood Reporter, 21 aprile 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  21. ^ (EN) Justin Kroll, Stanley Tucci Rounds Out Cast of ‘Beauty and the Beast’ (EXCLUSIVE), su Variety, 21 aprile 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  22. ^ a b (EN) Rebecca Ford, Disney's Live-Action 'Beauty and the Beast' Gets Release Date, su The Hollywood Reporter, 16 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  23. ^ (EN) Haleigh Foutch, Todd Lieberman Offers Updates on Allegiant and Disney’s Beauty and the Beast, su Collider, 7 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  24. ^ (EN) David Trumbore, Emma Watson Wraps ‘Beauty and the Beast’ on ‘Harry Potter’ Anniversary, su Collider, 21 agosto 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  25. ^ (EN) Dave McNary, Disney’s Live-Action ‘Beauty and the Beast’ Set for March 17, 2017, su Variety, 16 marzo 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  26. ^ (EN) Caryn Robbins, Alan Menken Confirms 3 New Songs for BEAUTY AND THE BEAST Film; Broadway Tunes Will Not Be Included, su Broadway World, 5 giugno 2015. URL consultato il 14 novembre 2016.
  27. ^ (EN) Mariana Uribe, Ariana Grande and John Legend to Record "Beauty and the Beast" For Upcoming Live-Action Film!, su Oh My Disney, 11 gennaio 2017. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  28. ^ Mirko D'Alessio, La Bella e la Bestia: Céline Dion canterà la nuova canzone del film!, badtaste.it, 19 gennaio 2017. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  29. ^ (EN) Silas Lesnick, Evermore: Josh Groban to Release Beauty and the Beast Song, su Comingsoon.net, 26 gennaio 2017. URL consultato il 26 gennaio 2017.
  30. ^ (EN) Clark Collins, Beauty and the Beast trailer: Disney's live-action remake debuts first teaser, su Entertainment Weekly, 23 maggio 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  31. ^ Letizia Lara Lombardi, La Bella e la Bestia batte tutti, anche Star Wars!, su Best Movie, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  32. ^ (EN) Jessica Derschowitz, Beauty and the Beast debuts magical new trailer, su Entertainment Weekly, 14 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  33. ^ a b La Bella e la Bestia: Emma Watson nel nuovo trailer italiano!, su BadTaste.it, 14 novembre 2016. URL consultato il 14 novembre 2016.
  34. ^ Filmato audio Beauty and the Beast - NEW Trailer - Official Disney, su YouTube, 30 gennaio 2017. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  35. ^ Andrea Bedeschi, La Bella e la Bestia, Emma Watson e Dan Stevens nel nuovo trailer italiano!, su BadTaste, 31 gennaio 2017. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  36. ^ Filmato audio La Bella e la Bestia - Nuovo Trailer Italiano Ufficiale, su YouTube, 30 gennaio 2017. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  37. ^ Emanuele Biotti, La Bella e La Bestia: un cinema non proietterà il film dopo aver appreso dell’omosessualità di Le Tont, badtaste.it, 4 marzo 2017. URL consultato il 4 marzo 2017.
  38. ^ Andrea Francesco Berni, La Bella e la Bestia: il film verrà vietato ai minori di 16 anni in Russia!, badtaste.it, 6 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2017.
  39. ^ (EN) Mia Galuppo, Disney Defies Malaysia Censors, Won't Cut 'Beauty and the Beast' Gay Moment, The Hollywood Reporter, 15 marzo 2017. URL consultato il 16 marzo 2017.
  40. ^ (EN) Patrick Brzeski, Malaysia Clears Release of 'Beauty and the Beast,' With "Gay Moment" Intact, The Hollywood Reporter, 21 marzo 2017. URL consultato il 22 marzo 2017.
  41. ^ (EN) LifeSiteNews.com, SIGN THE BOYCOTT: Tell Disney 'NO' to LGBT agenda in Beauty and the Beast - #BoycottDisney, LifeSiteNews.com. URL consultato il 22 marzo 2017.
  42. ^ Disney first gay kiss in Star vs the forces of evil, Ew.com. URL consultato il 3 marzo 2017.
  43. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: La Bella e la Bestia, esordio ancora più impressionante nei definitivi!, badtaste.it, 20 marzo 2017. URL consultato il 21 marzo 2017.
  44. ^ Incassi Usa, record La bella e la bestia, ANSA, 19 marzo 2017. URL consultato il 19 marzo 2017.
  45. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: Weekend da 170 milioni per La Bella e la Bestia, 350 nel mondo!, badtaste.it, 20 marzo 2017. URL consultato il 20 marzo 2017.
  46. ^ a b Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: La Bella e la Bestia trionfa nel secondo weekend e supera i 317 milioni di dollari!, badtaste.it, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  47. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office Italia: La Bella e la Bestia vince il weekend, verso la vetta della classifica del 2017, badtaste.it, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  48. ^ a b Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: The Boss Baby batte La Bella e la Bestia e vince il weekend!, badtaste.it, 3 aprile 2017. URL consultato il 3 aprile 2017.
  49. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office Italia: La Bella e la Bestia chiude il weekend sopra i 17 milioni, Ghost in the Shell sotto il milione, badtaste.it, 3 aprile 2017. URL consultato il 3 aprile 2017.
  50. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: Baby Boss rimane in testa e vince il weekend, badtaste.it, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  51. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office Italia: I Puffi 3 vince il weekend, La Bella e la Bestia punta ai 20 milioni, badtaste.it, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  52. ^ Box Office, La Bella e la Bestia abbatte il muro del miliardo worldwide, su cineblog.it, 12 aprile 2017. URL consultato il 13 aprile 2017.
  53. ^ (EN) Beauty and the Beast (2017), Rotten Tomatoes. URL consultato il 26 marzo 2017.
  54. ^ (EN) Beauty and the Beast 2017, Metacritic. URL consultato il 20 marzo 2017.
  55. ^ La Bella e la Bestia batte Cinquanta Sfumature di Nero con il trailer dei record, su BadTaste.it, 16 novembre 2016.
  56. ^ Andrea Francesco Berni, Fast & Furious 8: il trailer dei record è stato visto da 139 milioni di persone in 24 ore!, badtaste.it, 13 dicembre 2016. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  57. ^ Emanuele Biotti, La Bella e la Bestia: in USA è record di incassi per un film dal rating PG, badtaste.it, 10 maggio 2017. URL consultato il 10 maggio 2017.
  58. ^ (EN) Crystal Bell, Here Are Your 2017 MTV Movie & TV Awards Nominations: See The Full List!, MTV, 06 aprile 2017. URL consultato il 04 maggio 2017.
  59. ^ Letizia Lara Lombardi, MTV Movie & TV Awards 2017: l’elenco completo dei vincitori+gallery, Best Movie, 8 maggio 2017. URL consultato l'8 maggio 2017.
  60. ^ Pierre Hombrebueno, Dimenticate gli Oscar: ecco le nomination ai Teen Choice Awards 2017, Best Movie, 20 giugno 2017. URL consultato il 21 giugno 2017.
  61. ^ Pierre Hombrebueno, Teen Choice Awards 2017: trionfano Wonder Woman e La Bella e la Bestia, Best Movie, 14 agosto 2017. URL consultato il 14 agosto 2017.
  62. ^ (EN) 2017 San Diego Film Critics Society’s Award Nominations, San Diego Film Critics Society, 9 dicembre 2017. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  63. ^ (EN) 2017 San Diego Film Critics Society Award Winners, in San Diego Film Critics Society, 11 dicembre 2017. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  64. ^ (EN) 'Call Me By Your Name,' 'Shape of Water' lead Chicago Film Critics nominations, Daily Herald, 10 dicembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  65. ^ (EN) NAACP Image Awards: 'Marshall,' 'Get Out,' 'Girls Trip' Dominate Film Nominations, The Hollywood Reporter, 20 novembre 2017. URL consultato il 21 novembre 2017.
  66. ^ (EN) Steve Pond, 'Dunkirk,' 'The Shape of Water' Lead Satellite Award Nominations, thewrap.com, 29 novembre 2017. URL consultato il 30 novembre 2017.
  67. ^ (EN) Pete Hammond, Critics’ Choice Awards Nominations: ‘The Shape Of Water’ Leads With 14; Netflix Tops TV Contenders, deadline.com, 6 dicembre 2017. URL consultato il 6 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]