Shrek 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Shrek 2 (disambigua).
Shrek 2
Shrek 2.jpg
Una scena del film
Titolo originale Shrek 2
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2004
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione, commedia, avventura
Regia Andrew Adamson, Kelly Asbury, Conrad Vernon
Soggetto William Steig, Andrew Adamson
Sceneggiatura Andrew Adamson, Joe Stillman, J. David Stem, David N. Weiss
Casa di produzione Dreamworks
Distribuzione (Italia) Dreamworks
Art director Steve Pilcher
Fotografia Guillaume Aretos
Montaggio Michael Andrews
Musiche Harry Gregson-Williams, John Powell
Sfondi Isis Mussenden
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Shrek 2 è un film d'animazione del 2004, secondo capitolo della serie iniziata con Shrek nel 2001, prodotto dalla DreamWorks Pictures.

Presentato in concorso al 57º Festival di Cannes,[1] è uscito nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti il 19 maggio 2004, mentre nelle sale in Italia il 22 dicembre 2004.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film si apre con il Principe Azzurro, un aitante giovane, che sta compiendo il suo viaggio per salvare la principessa Fiona. Dopo un lungo percorso però, una volta arrivato alla fortezza del dragone, non trova la principessa: al suo posto c'è il lupo di Cappuccetto Rosso, che gli comunica che Fiona è in viaggio di nozze.

Di ritorno dalla luna di miele, Shrek e Fiona ricevono un proclama reale dai sovrani di Molto Molto Lontano, che non sono altri che i genitori di Fiona, per un ballo regale in onore del loro matrimonio. Shrek non è affatto convinto della cosa, sapendo bene che i genitori di Fiona non si aspettano di trovarla sotto forma di orchessa e sposata con lui, ma la moglie (oltre che Ciuchino) è così entusiasta della cosa che l'orco si convince a partire.

Dopo un lungo viaggio, al loro arrivo nel regno, le premonizioni di Shrek diventano realtà: tutti, in particolare Re Harold e la Regina Lillian, sono sconvolti nel vedere la coppia. I genitori di Fiona non si aspettavano di certo un orco, ma il principe prescelto.

A tutto ciò segue una cena, nella quale si fa strada un forte diverbio tra il Re e Shrek. Fiona, amareggiata dal comportamento di padre e marito, esce dalla sala da pranzo triste e adirata, rifugiandosi nella sua stanza. In quel preciso momento sopraggiunge la Fata Madrina, (la madre di Azzurro) anche lei piuttosto sconvolta di vederla in quello stato. Quando poi Fiona le dice di essere già sposata con Shrek, sopraggiunto in quel momento, la fata è doppiamente sorpresa. Tra Fiona e Il marito seguirà poi una discussione.

La Fata Madrina, disgustata, si presenta alla finestra della camera dei sovrani, e obbliga il Re a salire a bordo della sua carrozza volante. La fata, accompagnata dal figlio appena tornato, minaccia il re, intimandogli di fare di tutto pur di provocare l'unione di Azzurro e Fiona. Re Harold si reca così alla Mela Avvelenata, una locanda malfamata del regno, per cercare un sicario che possa uccidere l'orco. Trova questa persona nel gatto con gli stivali, che riceve una lauta ricompensa e le indicazioni su dove trovare Shrek. Tornato a palazzo, Harold raggiunge Shrek e lo invita a una battuta di caccia la mattina dopo, con la scusa di conoscere meglio il genero. Shrek, per amore di Fiona, acconsente.

Accompagnato da Ciuchino, Shrek segue le indicazioni dategli dal re, ritrovandosi ovviamente a girare in tondo. I due vengono attaccati dal gatto con gli stivali, che rivela maldestramente di essere stato pagato proprio dal re per compiere il misfatto. Vedendo quanto l'orco ci sia rimasto male, e essendogli grato per avergli risparmiato la vita, il gatto decide di volerlo aiutare e di, prima o poi, voler ripagare il suo debito.

I tre si dirigono all'ufficio della fata madrina per chiederle aiuto, sorprendendola nel preparare una pozione. La fata si rivela cattiva con i tre, intimando all'orco che quelli della sua specie non vivranno mai felici e contenti. Shrek decide di cercare e rubare una pozione adatta: nel prelevarla, il gatto fa peró scattare l'allarme, e nella fuga i tre provocano un gran trambusto nell'ufficio. La fata madrina apprende quale sia la pozione rubata, e riconoscendone i poteri, decide di utilizzare la cosa a proprio vantaggio.

Il filtro prescelto è il "Per sempre Felici e Contenti", che promette non solo di rendere splendida la persona che lo beve, ma anche il vero amore di quest'ultima. La pozione ha un effetto temporaneo, che diverrà peró permanente solo allo scambio del bacio del vero amore entro mezzanotte. Ciuchino, per testare il liquido, beve il primo sorso, e a Shrek spetterà poi il resto della boccetta.

La mattina dopo, Ciuchino è diventato uno splendido stallone bianco, e Shrek ha l'aspetto di un uomo alto, bello e aitante. Ovviamente, al castello, anche Fiona si è risvegliata con l'aspetto della principessa di un tempo. Dopo aver rimediato dei vestiti, Shrek corre al castello, ma prima di riuscire ad incontrare Fiona, la fata Madrina lo rinchiude con lei in una stanza, facendogli assistere dalla finestra a quello che sta accadendo. Azzurro si è infatti sostituito a lui e ora sta parlando con Fiona, che comunque appare palesemente poco convinta.

Ciuchino, Shrek e gatto vanno così alla Mela Avvelenata, ma si accorgono del re che sta entrando nel retro, e decidono di spiarlo dalla finestra esterna. Il Re sta incontrando La Fata Madrina e Azzurro, per discutere del fatto che l'uomo non trovi particolarmente funzionante il loro piano. La fata madrina consegna al Re una piccola ampolla, contenente nient'altro che il filtro preparato il giorno della visita di Shrek: una pozione d'amore, che farà innamorare Fiona del primo uomo che bacerà. Sentendo Azzurro chiamare la Fata "Mamma" e capendo che i due puntano ai soldi reali, Shrek e i due amici si fanno notare, provocando il proprio inseguimento. I tre vengono rinchiusi, dopo la cattura, nelle segrete di Molto Molto Lontano.

Fiona, al castello, non sa che fare: non riconosce nell'uomo che ha accanto il suo Shrek. Il re, dopo aver preparato due tazze di tè e aver versato il filtro in una, va a parlare con Fiona col pretesto di offrirglielo. Vedendo la figlia triste, il sovrano sostituisce all'ultimo le tazze, tenendo per sè quella contenente la pozione.

Shrek, il gatto e Ciuchino vengono liberati da Pinocchio, il Lupo, Zenzy e altri personaggi delle favole, che li avevano riconosciuti in tv. Per attaccare il castello, la banda passa dall'uomo Focaccina, creatore di Zenzy, e animano un enorme uomo di pan di zenzero, che però verrà eliminato dalle guardie. Nonostante tutto Shrek riesce ad accedere al palazzo, seguito da Ciuchino, dal gatto e dagli amici. Inseguiti dai soldati, i tre accelerano, ma il gatto si ferma, volendo ripagare il proprio debito. L'animale raggira abilmente i soldati, combattendoli solo un attimo dopo.

Shrek riesce ad arrivare nella sala da ballo per impedire il bacio tra Azzurro e la moglie, riuscendo con l'aiuto degli altri a rubare la bacchetta della Fata Madrina, che intima ad Azzurro di baciare Fiona. La ragazza recita per un attimo, ma ovviamente non le è successo nulla, e mette fuori gioco Azzurro. La fata madrina non è ancora soddisfatta e per vendicarsi, cerca di colpire Shrek, ma il colpo viene parato da Harold, che si lancia davanti a lui per proteggerlo. La magia rimbalza contro la sua armatura e si rivolge contro la fata, che muore e scompare un attimo prima di scagliare un altro incantesimo. Re Harold, però, si è trasformato in un ranocchio, come era anni addietro, prima che la fata lo trasformasse per conquistare Lillian.

Giunta la mezzanotte, Shrek chiede a Fiona di baciarlo per rendere la magia permanente, ma lei rifiuta: vuole che suo marito sia sè stesso. Segue così un immenso festeggiamento, all'insegna di musica, balli e divertimento.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Per realizzare le animazioni sono state impiegate oltre 330 workstation HP con sistema operativo Linux, mentre per la composizione finale delle scene digitali sono stati utilizzati 780 server sempre HP con Linux.[2]

William Steig, autore del libro originale da cui è stato tratto il film, è morto durante le riprese. Il film gli è stato dedicato.[3]

Sebbene in genere ogni attore registri la sua parte da solo, Julie Andrews e John Cleese registrarono sempre le loro parti in coppia.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Shrek 2: The Motion Picture Soundtrack e Shrek 2: Original Motion Picture Score.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu programmato per la prima volta nel circuito televisivo:

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Shrek 2 ha ottenuto il terzo miglior risultato nel weekend d'esordio della storia del cinema, battendo il precedente record per i film d'animazione segnato dal cartoon della Disney-Pixar Alla ricerca di Nemo[4], diventando uno dei film di maggior successo di tutto il 2004.

Shrek 2 si trova al 30º posto nella lista di film che hanno incassato di più nella storia del cinema e al 6º posto dei film d'animazione di maggiore incasso della storia del cinema.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

  • Per sponsorizzare l'uscita di Shrek 2 nelle sale cinematografiche italiane, l'edizione del 16 dicembre 2004 de La Gazzetta dello Sport uscì colorata completamente di verde, anziché il classico rosa.[5]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • All'inizio del film, nella scena in cui si celebrano le nozze tra Shrek e Fiona, si vede un fabbro che forgia la fede nuziale: questa scena è un chiaro riferimento alla trilogia Il Signore degli Anelli.[6]
  • Quando il messaggero del re invita Shrek e la principessa ai festeggiamenti, uno dei musicisti suona la sigla di Hawaii Five-0.
  • La scritta "Far Far Away" ("Molto Molto Lontano") sulla collina antistante al palazzo richiama Hollywood.[3]
  • Durante la sequenza in carrozza che mostra Shrek, Fiona e Ciuchino entrare a Molto Molto Lontano, è possibile vedere sullo sfondo, attraverso il finestrino, l'insegna parodiata della catena di fast-food Burger King, qui rinominata "Burger Prince". Poco dopo vengono presentati, tramite insegne o manifesti, altri marchi famosi. Tra l'altro, è possibile vedere un manifesto del film "Lethal Arrow 4", ossia "Freccia Letale 4".
  • Nella scena all'osteria, dopo che Shrek ha deciso di rinunciare a Fiona, il Gatto con gli Stivali pronuncia la frase " Odio i Lunedì", tipica esclamzione di un altro celebre gatto, Garfield. La razza dei due gatti, tra l'altro, sembra essere la stessa: soriani con la base del pelame giallo-scura.
  • In una scena si vede Shrek sveglio nel letto di Fiona mentre lei dorme. Poi alza lo sguardo e sul soffitto vede un poster di un certo "Sir Justin", chiaro riferimento a Justin Timberlake (che interpreterà Arthur nel terzo capitolo della serie).[3]
  • Quando Ciuchino e Shrek incontrano per la prima volta il gatto con gli stivali, egli entra nei vestiti dell'orco, sbucandogli dal petto, rompendogli la camicia, chiaro riferimento ad Alien.[6]
  • Quando Shrek ed i suoi amici vengono scoperti a rubare le pozioni dal laboratorio della Fata Madrina, il gatto perde il cappello ma lo riprende all'ultimo prima che la porta si chiuda, proprio come nel film di Indiana Jones e il tempio maledetto.
  • Quando Shrek rovescia la pozione sui dipendenti della Fata Madrina durante la fuga dalla fabbrica, due di essi si trasformano in un candelabro e in un orologio a pendolo, come Lumière e Tockins nel film La bella e la bestia.[6]
  • La scena della creazione dell'Omino Pan di Zenzero gigante è una citazione di Frankenstein.[6]
  • Durante l'assalto al castello, l'Omino Pan di Zenzero gigante urla come Godzilla.
  • L'entrata in città dell'Omino Pan di Zenzero gigante ricorda molto l'entrata in scena del Pupazzo Marshmallow nel film Ghostbuster.
  • Quando la Fata Madrina legge a Shrek i titoli dei libri in cui non compaiono orchi cita Pretty Woman.[6]
  • La scena della liberazione di Shrek, Ciuchino e gatto è una citazione di Mission: Impossible, quando Tom Cruise si cala dall'alto con delle funi d'acciaio. Inoltre di sottofondo c'è la colonna sonora del film.[6]
  • La trasmissione Knights che gli amici di Shrek guardano nello specchio magico è la parodia della trasmissione statunitense Cops, dedicata a vere azioni della polizia.[6] Un attimo prima Zenzy chiede di passare su "La Ruota della Tortura", il cui nome richiama la "Ruota della Fortuna".
  • Durante l'inseguimento di Shrek e Gatto in sella a Ciuchino il telecronista dice "...in sella a un bronco bianco...", citando l'inseguimento di O. J. Simpson.
  • La scena in cui Shrek chiama disperatamente Fiona da dietro un vetro sbattendo le mani sul vetro è una chiara citazione del film Il laureato di Mike Nichols con Dustin Hoffman e Katharine Ross.[6]
  • Nella scena musicale del viaggio di nozze, quando Shrek e Fiona cadono nell'imboscata Fiona sconfigge i briganti utilizzando lo Shoryuken, la mossa dei personaggi di Ken e Ryu del videogioco Street Fighter II: The World Warrior, dopodiché bacia Shrek appeso a testa in giù citando la famosa scena del bacio di Spider-Man.[6]
  • Durante la canzone della Fata Madrina rivolta a Fiona, il vestito di fiona viene alzato da un colpo d'aria, chiaro riferimento alla scena di Marilyn Monroe col suo vestito bianco nel film Quando la moglie è in vacanza.[6]
  • Verso la fine del film, dopo la battaglia con la Fata Madrina, il Gatto con gli stivali mentre balla e canta sul palco si lascia cadere su una sedia e tira una corda che dall'alto gli fa cadere acqua su tutto il corpo, chiaro riferimento al film Flashdance.[6]
  • Durante la cena con i genitori di Fiona, ogni personaggio richiama chiamando per nome un altro commensale, in un velocissimo scambio di battute che cita il musical The Rocky Horror Picture Show.
  • Nei contenuti speciali del DVD è presente Far Far Away Idol, chiaro riferimento a American Idol e show televisivi del genere.
  • In Far Far Away Idol è presente un personaggio che rappresenta Simon Cowell, giudice di  American Idol,  America's Got Talent,  Britain's Got Talent e The X Factor..
  • Verso la fine del film, Ciuchino e Gatto cantano Livin' La Vida Loca di Ricky Martin.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati girati due sequel, Shrek terzo (2007) e Shrek e vissero felici e contenti (2010), mentre nel 2011 è uscito uno spin-off dal titolo Il gatto con gli stivali, che vedrà come protagonista il gatto con gli stivali.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - Golden Reel Award
    • Nomination Miglior montaggio sonoro in un film d'animazione

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2004, festival-cannes.fr. URL consultato il 9 luglio 2011.
  2. ^ Shrek 2, musicafilm.it.
  3. ^ a b c (EN) Trivia for Shrek 2 (2004), IMDb. URL consultato l'8 settembre 2010.
  4. ^ ...e l'Orco "schiaccia" il Pesciolino, film.35mm.it, 15 giugno 2004..
  5. ^ Per Shrek la Gazzetta dello Sport diventa tutta verde, guide.supereva.it, 14 dicembre 2004..
  6. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Movie connections for Shrek 2 (2004), IMDb. URL consultato l'8 settembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN181295884 · LCCN: (ENno2004055143 · GND: (DE7561111-9