L'ora più buia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ora più buia
L'ora più buia.jpg
Gary Oldman nei panni di Winston Churchill
Titolo originaleDarkest Hour
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2017
Durata125 min
Generebiografico, drammatico, storico, guerra
RegiaJoe Wright
SceneggiaturaAnthony McCarten
ProduttoreTim Bevan, Lisa Bruce, Eric Fellner, Anthony McCarten, Douglas Urbanski
Produttore esecutivoJames Biddle
Casa di produzioneWorking Title Films
Distribuzione (Italia)Universal Pictures
FotografiaBruno Delbonnel
MontaggioValerio Bonelli
Effetti specialiGeorge Spensley-Corfield
MusicheDario Marianelli
ScenografiaSarah Greenwood
CostumiJacqueline Durran
TruccoHeather Manson, Kazuhiro Tsuji
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'ora più buia (Darkest Hour) è un film del 2017 diretto da Joe Wright.

La pellicola segue le vicende del Primo Ministro britannico Winston Churchill, interpretato da Gary Oldman, agli inizi della Seconda guerra mondiale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1940 Winston Churchill, da pochi giorni Primo ministro della Gran Bretagna dopo le dimissioni di Neville Chamberlain, deve affrontare una delle sue prove più turbolente e definitive: decidere se negoziare un trattato di pace con la Germania nazista o continuare la guerra per difendere gli ideali e la libertà della propria nazione.

Quando le inarrestabili forze naziste iniziano a conquistare tutta l'Europa occidentale e la minaccia di invasione diventa imminente, con un'opinione pubblica non preparata, Churchill dovrà sopportare la sua ora più buia, con re Giorgio VI scettico e il suo partito che trama contro di lui, mobilitando l'intera nazione e tentando di cambiare il corso della storia mondiale.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 febbraio 2015 la Universal annuncia di aver acquistato la sceneggiatura di Anthony McCarten riguardante le vicende di Winston Churchill agli inizi della seconda guerra mondiale.[1] Nel marzo 2016 Joe Wright viene scelto come regista[2] e nell'aprile successivo Gary Oldman viene scelto per interpretare il protagonista.[3] Inizialmente per il ruolo di Neville Chamberlain era stato scelto l'attore John Hurt, ma, a causa delle cure per il tumore al pancreas che non gli permettevano di recitare, venne sostituito da Ronald Pickup; Hurt morirà poi nel gennaio 2017.[4] Nel cast sono presenti anche Lily James e Kristin Scott Thomas.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziano il 3 novembre 2016.[5] Per interpretare Churchill, Gary Oldman ha passato più di duecento ore al trucco nel corso di tutte le riprese.[6]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer viene diffuso il 13 luglio 2017.[7]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato al Telluride Film Festival il 1º settembre 2017,[8] e successivamente al Toronto International Film Festival.

La pellicola è distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 22 novembre 2017,[9] in quelle britanniche dal 12 gennaio 2018, ed in quelle italiane dal 18 gennaio seguente.[10]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mike Fleming Jr, ‘Theory Of Everything’s Anthony McCarten & Working Title Set Winston Churchill WWII Epic, deadline.com, 5 febbraio 2015. URL consultato il 13 luglio 2017.
  2. ^ (EN) Ali Jaafar, Joe Wright In Talks To Direct Winston Churchill Pic For Working Title, deadline.com, 29 marzo 2016. URL consultato il 13 luglio 2017.
  3. ^ (EN) Dave McNary, Gary Oldman in Talks to Play Winston Churchill in ‘Darkest Hour’, Variety, 14 aprile 2016. URL consultato il 13 luglio 2017.
  4. ^ (EN) Rachel Babbage, John Hurt won't appear in Darkest Hour, what was thought to be his final film, digitalspy.com, 16 maggio 2017. URL consultato il 13 luglio 2017.
  5. ^ (EN) Jordan Raup, First Look: Gary Oldman Thoroughly Transforms into Winston Churchill in ‘Darkest Hour’, thefilmstage.com, 3 novembre 2016. URL consultato il 13 luglio 2017.
  6. ^ (EN) Anita Busch, Gary Oldman Spent 200 Hours In Make-Up Chair To Become Winston Churchill In ‘Darkest Hour’ — CinemaCon, deadline.com, 29 marzo 2017. URL consultato il 13 luglio 2017.
  7. ^ Filmato audio Universal Pictures, L'ora più buia - Trailer ufficiale italiano, su YouTube, 13 luglio 2017. URL consultato il 13 luglio 2017.
  8. ^ (EN) News, Telluride Film Festival. URL consultato il 5 settembre 2017.
  9. ^ (EN) Dave McNary, Gary Oldman’s Winston Churchill Film ‘Darkest Hour’ Gets Release Date, Rounds Out Cast, Variety, 6 settembre 2016. URL consultato il 13 luglio 2017.
  10. ^ Darkest hour, Universal Pictures. URL consultato il 13 luglio 2017.
  11. ^ Marita Toniolo, Oscar 2018: annunciate le nomination, Best Movie, 23 gennaio 2018. URL consultato il 23 gennaio 2018.
  12. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2018: La Forma dell’Acqua è il miglior film, tutti i vincitori!, badtaste.it, 5 marzo 2018. URL consultato il 5 marzo 2018.
  13. ^ (EN) 2018 Golden Globes Nominations: See the Full List, Vanity Fair, 11 dicembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  14. ^ Pierre Hombrebueno, Golden Globes 2018: trionfa Tre manifesti a Ebbing, Missouri, Best Movie, 8 gennaio 2018. URL consultato l'8 gennaio 2018.
  15. ^ (EN) Alex Ritman, BAFTA Awards: 'Shape of Water,' 'Three Billboards,' 'Darkest Hour' Lead Pack of Nominations, The Hollywood Reporter, 8 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  16. ^ Andrea Francesco Berni, BAFTA 2018: Tre Manifesti è il miglior film, tutti i vincitori degli Oscar inglesi!, badtaste.it, 18 febbraio 2018. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  17. ^ (EN) Here are the nominees for the 24th Annual Screen Actors Guild Awards, Los Angeles Times, 13 dicembre 2017. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  18. ^ Simona Carradori, Screen Actors Guild Awards: trionfa Tre manifesti a Ebbing, Missouri, Best Movie, 22 gennaio 2018. URL consultato il 22 gennaio 2018.
  19. ^ Andrea Francesco Berni, Get Out è il miglior film del 2017 per i critici di Washington DC, The Florida Project per i critici di Detroit, badtaste.it, 9 dicembre 2017. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  20. ^ (EN) 2017 San Diego Film Critics Society’s Award Nominations, San Diego Film Critics Society, 9 dicembre 2017. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) 'Call Me By Your Name,' 'Shape of Water' lead Chicago Film Critics nominations, Daily Herald, 10 dicembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  22. ^ (EN) Steve Pond, 'Dunkirk,' 'The Shape of Water' Lead Satellite Award Nominations, thewrap.com, 29 novembre 2017. URL consultato il 30 novembre 2017.
  23. ^ (EN) 2017 NOMINEES, pressacademy.com. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  24. ^ (EN) Pete Hammond, Critics’ Choice Awards Nominations: ‘The Shape Of Water’ Leads With 14; Netflix Tops TV Contenders, deadline.com, 6 dicembre 2017. URL consultato il 6 dicembre 2017.
  25. ^ Pierre Hombrebueno, Critics’ Choice Awards 2018: trionfa La forma dell’acqua. Wonder Woman batte Logan, Best Movie, 12 gennaio 2018. URL consultato il 12 gennaio 2018.
  26. ^ Andrea Francesco Berni, Dunkirk, The Shape of Water e Blade Runner 2049 tra i nominati agli ADG Awards, badtaste.it, 4 gennaio 2018. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  27. ^ (EN) Australian Academy Announces Nominees for AACTA International Awards, in The Hollywood Reporter, 12 dicembre 2017. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  28. ^ Andrea Francesco Berni, ASC Awards 2018: le nomination, Rachel Morrison è la prima donna candidata per un film, badtaste.it, 10 gennaio 2018. URL consultato il 10 gennaio 2018.
  29. ^ Andrea Francesco Berni, VES Awards: Blade Runner 2049 e The War: il Pianeta delle Scimmie dominano le nomination, badtaste.it, 16 gennaio 2018. URL consultato il 19 gennaio 2018.
  30. ^ Andrea Francesco Berni, CAS Awards e Make-Up Artists and Hair Stylist Guild Awards: tutti i vincitori, badtaste.it, 25 febbraio 2018. URL consultato il 25 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]