Merry Christmas (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Merry Christmas
Merry christmas.png
Massimo Boldi e Christian De Sica in una scena del film
Paese di produzione Italia
Anno 2001
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Neri Parenti
Soggetto Fausto Brizzi
Lorenzo De Luca
Marco Martani
Neri Parenti
Sceneggiatura Fausto Brizzi
Lorenzo De Luca
Marco Martani
Neri Parenti
Produttore Aurelio De Laurentiis e Andrés Vincente Gòmez
Fotografia Gianlorenzo Battaglia
Montaggio Luca Montanari
Musiche Bruno Zambrini
Scenografia Maria Stilde Ambruzzi
Juan Botella
Costumi Cristina Lafayette
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Merry Christmas è un film del 2001 diretto da Neri Parenti. Appartiene al filone dei cosiddetti "Cinepanettoni" del consolidato duo formato da Massimo Boldi e Christian De Sica, ed ha segnato l'esordio di Sarah Calogero e Marco Iannone.

L'uscita nelle sale è avvenuta il 21 dicembre 2001.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Trivellone è un comandante d'aereo con due famiglie, la prima composta da Selvaggia e dalla figlia Martina, la seconda composta invece da Serena, sua seconda moglie, e Matteo, figlio di lei. Il Natale di queste famiglie si ambienterà ad Amsterdam in un lussuoso albergo in cui Fabio dovrà cercare di non far sapere niente dell'altro alle due famiglie. Oltre alla famiglia Trivellone ci sono anche due componenti della famiglia Carli: Enrico ed il suo futuro genero Cesare Mandrione che avrebbe dovuto sposare Michela, figlia di Enrico, il quale non vuole accettare Cesare in quanto lo detesta.

Nell'albergo ci sono anche un portiere gay e due proprietari di pompe funebri, Bruno & Max. Nel corso del film si scoprirà che Fabio era marito sia di Selvaggia che di Serena, le quali scoprono la verità, e lo stesso accade anche per Martina e Matteo, ma alla fine si scopre anche che Fabio è fidanzato con una donna di colore, la quale ha pure dei figli e ne ha appena partorito uno avuto da lui. Martina, Matteo, Selvaggia e Serena, mentre guardano il notiziario credono che Fabio si sia gettato dal balcone dell'albergo e si precipitano così in ospedale.

In realtà Fabio non si era buttato dal balcone, ma era stato il portiere che, intrufolatosi nella sua stanza, aveva indossato la sua giacca, dove c'erano i suoi documenti, e, mentre faceva uno striptease col suo compagno, era caduto dalla finestra. Invece, Enrico viene ricattato da degli uomini che lo obbligano a dare 10.000 dollari e che lo tormentano, fino a che Cesare non lo salva e i rapporti tra i due cambiano.

Tutti si ritrovano in chiesa: chi per il matrimonio di Cesare con Michela e di Matteo con Carla, chi per un funerale al quale assistono Bruno & Max.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Inizialmente il film doveva chiamarsi Natale a New York, ed essere ambientato proprio in questa città, ma dopo gli attentati dell'11 settembre si decise di cambiare la storia ed ambientare il film ad Amsterdam. Questo "cambio di rotta" si può comunque capire da alcune scene: ad esempio dal fatto che spesso vengono accettati dollari nei pagamenti, dal paesaggio che si vede nelle scene in aereo oppure ancora dalle spogliarelliste vestite con i colori della bandiera americana. Un film dal titolo Natale a New York verrà poi girato effettivamente dallo stesso Neri Parenti cinque anni dopo, nel 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]