Niní

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niní
Screeninì.png
Il logo della telenovela
Titolo originale Niní
Paese Argentina
Anno 2009-2010
Formato serial TV
Genere telenovela
Stagioni 1
Puntate 137 (128 in Argentina)
Durata 45 min (episodio)
Lingua originale spagnolo
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Florencia Bertotti, Guido Kaczka
Regia Jesús Braseras, Florencia Bertotti
Sceneggiatura Jorge Chernov, Gabriela Fiore
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Guido Kaczka, Florencia Bertotti, Martin Kweller
Prima visione
Prima TV Argentina
Dal 7 settembre 2009
Al 16 aprile 2010
Rete televisiva Telefe
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 13 giugno 2011
Al 25 aprile 2012
Rete televisiva Italia 1, Boing
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 15 novembre 2010
Al 3 giugno 2011
Rete televisiva Disney Channel (Italia)

Niní è una telenovela argentina creata da Florencia Bertotti e Guido Kaczka e prodotta da Kaberplay e Endemol, che ha come protagonisti Florencia Bertotti e Federico Amador. La serie è formata da un'unica stagione di centotrentasette episodi.

Dallo sceneggiato è stato pubblicato un compact disc che ha venduto oltre 20 mila copie in Argentina, diventando disco d'oro[1]. Inoltre, ha ottenuto un buon successo in termini di ascolti sia in patria che nei paesi in cui è stato esportato[2] oltre ad aver ricevuto una candidatura al premio Premio Carlos Gardel per l'album e una al Premio Martín Fierro alla serie[3][4].

Una puntata della serie è costituita dalla sigla, i fatti ed i titoli di coda con le anticipazioni dell'episodio seguente; nella prima puntata però la sigla è usata per staccare i fatti dalle anticipazioni.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nina Gómez, una ragazza innocente, molto distratta, spontanea e con un grande cuore, è cresciuta con suo nonno, il giardiniere dell'ambasciata dove vivono. La vita di Niní cambia con l'arrivo del nuovo ambasciatore, Tomás Parker, un giovane ordinato e distaccato. Parker arriva all'ambasciata accompagnato dalla sua ambiziosa segretaria Celina e dai suoi quattro figli adottivi che, nati in diversi paesi formano una famiglia eterogenea e molto particolare.

Niní, si affeziona subito ai ragazzi, infatti copre Martin quando causa un incendio all'ambasciata, e deve superare vari ostacoli per rimanere vicino a loro e a suo nonno, tanto da cambiare la propria identità e diventare Nicolàs, il nuovo autista dell'ambasciatore. Niní e i ragazzi di Tomas diventeranno grandi amici e lei diventerà loro complice. Ninì, con la sua sensibilità, vivacità e la sua bontà, arriva al cuore dei Parker, e soprattutto di Tomàs trasmettendo dei valori che né il potere né il denaro possono ottenere: libertà, amore e un umorismo fuori dal comune.

Niní dopo vari avvenimenti riuscirà a conquistare il cuore di Tomas, nonostante la loro storia verrà complicata da Celina e Victor, fratello di Celina, innamorati rispettivamente di Tomás e Niní. Oltre a loro, a complicare la storia ci saranno la bontà di Niní e la freddezza di Tomás, che nonostante siano le principali caratteristiche dei due protagonisti e non siano dei difetti, intralceranno la storia d'amore.

Nella serie troviamo altre storie d'amore, complicate quasi quanto quella di Niní e Tomás: quella tra Vicky e Sebastián, quella tra Carmen e Angelo, e quella tra Martín e Lola che riusciranno a stare bene solo nel finale e quella di Chow e Tony, inizialmente felice e in seguito intralciata da Tomàs, che però poi si ricrederà e Andy, studentessa di scambio che farà perdere la testa a Tony.

Celina, innamorata di Tomás, gli rivelerà di essere la madre naturale della piccola Cecilia, fingendo però che la bambina le fosse stata sottratta dopo il parto. La realtà però è ben diversa, per poter sposare Tomás, Celina decise di abbandonare la piccola, non sapendo che sarebbe stata adottata proprio dall'ambasciatore.Tomas si rende conto della malvagità di Celina quando prova a rinchiudere i ragazzi in un collegio, decisione alla quale Tomas era molto contrario.

Tomas raggiunge Ninì che decide di lasciare l'ambasciata, quando l'ambasciatore dice che, in seguito ad una perdita di memoria, ama Celina e la caccia dall'ambasciata, e le chiede di sposarlo. La felicità di Ninì durerà poco, perché Victor scopre che Nicolas è Ninì, e, benché in esilio, proprio nel giorno del suo matrimonio con Tomàs la smaschererà davanti a tutti.

Inizialmente sono tutti molto arrabbiati con lei, soprattutto Tomàs, che non sopporta le menzogne, ma poi capiscono che lei ha mentito solo per amore e la perdonano tutti, anche Tomàs capisce che non può vivere senza la donna della sua vita. La serie si conclude con il matrimonio tra l'ambasciatore e Ninì.

Personaggi ed interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Niní.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

In Argentina la prima ed unica stagione è stata trasmessa dal 7 settembre 2009[6] al 16 aprile 2010 su Telefe. La produzione diminuì gli ultimi dieci episodi in cinque per concludere prima la trasmissione[7] dopo il provvedimento dei giudici in seguito alle vicende giudiziarie tra la Bertotti e Cris Morena[8][9].

In Italia la telenovela è stata presentata per la prima volta a settembre del 2010 con alcuni video nel canale di Disney Channel[10]. Il 29 ottobre vengono trasmessi i primi 20 minuti della prima puntata sulla rete Disney[11], mentre inizia la sua programmazione ufficiale il 15 novembre 2010[12] e si conclude il 3 giugno 2011. Dieci giorni dopo, il 13 giugno 2011 inizia la trasmissione in chiaro su Italia 1[13], poi spostata sul canale tematico Boing e riproposta da quest'ultimo anche negli anni successivi[14].

A differenza della versione originale, quella italiana contiene i titoli per ogni episodio.

Stagione Puntate (Puntate Italia) Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 128 (137) 2009-2010 2010-2011

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie viene annunciata nel gennaio del 2009 quando la protagonista e ideatrice Florencia Bertotti realizza un set fotografico per la grafica del programma. Lo sceneggiato non ha ancora un canale definito[15], ma nei mesi successivi appare la notizia che verrà trasmesso da Telefe. La telenovela è stata ideata dalla stessa Bertotti e dall'allora marito Guido Kaczka già dal periodo in cui lei era incinta del primo figlio[16]. Inizialmente previsti centoventiepisodi da registrare a Buenos Aires[17] negli studi di Raúl Lecouna nel Partido di San Isidro[18], Nini viene girata a partire dei primi mesi del 2009 fino alla metà febbraio del 2010.

Nel luglio appare il primo promo della serie che debutta il 7 settembre 2009 e registra 19.1 di rating, risultando il terzo programma più visto della giornata[19]. Dopo vari cambi di orario[20], l'ultimo episodio (andato in onda come puntata doppia) ottiene 13.8 con picchi fino al 16.7[21] per un totale di centoventisette episodi.

Era prevista una seconda stagione per la fine del 2010[22], in collaborazione con Cris Morena. La produzione doveva essere a carico di Cris Morena Group e Kaberplay e doveva portare il titolo di Nini-cienta[23], ma non fu mai girata.

Nel novembre dello stesso anno Florencia Bertotti viaggia a Milano per una proiezione speciale, organizzata da Disney Channel Italia, della prima puntata della serie al Teatro Apollo[24].

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il ruolo di Federico Amador fu offerto a Juan Soler[25] scelto perché è un attore molto riconosciuto dal pubblico argentino. Invece, per il personaggio del nonno di Ninì era stato annunciato Roberto Catarineu e per l'amico della protagonista, Angelo, Nicolás Scarpino[18], attori poi non confermati. Vengono successivamente accreditati nella troupe Esteban Meloni, Paula Morales nel ruolo dell'antagonista principale e Vanesa Butera[26]. Alla sceneggiatura troviamo Gabriela Fiore e Gabriel Mesa.

L'attore Juan Manuel Guilera che interpreta Martín Parker è stato scelto mentre ultimava il tour della telenovela Il mondo di Patty in Nicaragua[27].

Per la scelta dei componenti del cast, Florencia Bertotti scriveva in un quaderno gli attori che le interessavano[16].

Media[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni in DVD[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di giugno del 2010 viene pubblicato in Argentina il cofanetto "Niní:La búsqueda" che include uno degli show svoltosi al Teatro Gran Rex con il backstage e le canzoni con relativi videoclip della serie.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Per l'unica stagione registrata viene utilizzata come sigla d'apertura la canzone Arriba las ilusiones, mentre come chiusura vengono utilizzate varie musiche dell'album.

Anno Dettagli
2009 Arriba las ilusiones

Altri prodotti[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, nel 2010 sono stati pubblicati diari e quaderni della serie in cui appare in copertina la protagonista[28]. Inoltre era presente nelle edicole l'album di figurine[29].

Niní: La búsqueda[modifica | modifica wikitesto]

Niní: La búsqueda è il musical tratto dalla serie con la direzione di Valeria Ambrosio[30]. Viene annunciato nel dicembre del 2009[31]. Lo spettacolo è ambientato al di fuori dell'ambasciata e vede i quattro figli adottivi dei due protagonisti cominciare la loro ricerca attraverso alcune situazioni che si verranno a creare nella rappresentazione[32]. La maggior parte dei testi sono cantati come nell'album, tranne per 4, 3, 2, 1 che è cantata dall'attrice Vanesa Butera e viene introdotta una nuova canzone dal titolo Tengo di Paula Morales.

Il debutto avviene il 24 gennaio 2010 nella Provincia di Córdoba[33]. Erano previsti concerti anche a Bahia Blanca, Corrientes, Comodoro Rivadavia, Neuquen, Tucumán, Salta, Trelew e Rio Gallegos[34], poi non realizzati.

Lo spettacolo è stato apprezzato da critica e pubblico, elogiando l'attenzione con cui sono stati scelti la scenografia, l'estetica e i costumi[35]. Inizialmente erano previste solamente cinque date al Teatro Gran Rex (con anche due rappresentazioni al giorno), ma visto la numerosa richiesta di biglietti ne sono state aggiunte altre sei nel mese d'aprile. Solo nella giornata del 18 aprile erano presenti 35 mila persone[36].

Data Stato Città Teatro
24 gennaio 2010[37] Argentina Argentina Provincia di Córdoba Estadio Polideportivo Islas Malvinas
27 febbraio 2010[37] Orfeo Superdomo
26 marzo 2010[38] Buenos Aires Teatro Gran Rex
27 marzo 2010[39]
28 marzo 2010[39]
1º aprile 2010[36]
2 aprile 2010[36]
4 aprile 2010[36]
5 aprile 2010[36]
17 aprile 2010[36]
18 aprile 2010[36]
15 maggio 2010[40] Rosario Estadio Cubierto Claudio Newell

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Paese Canale/i Fonte/i
Argentina Argentina Telefe, Magazine, Volver
[43][44][45]
Colombia Colombia Caracol Televisión
[46]
Spagna Spagna Disney Channel Spagna
[47]
Rep. Dominicana Rep. Dominicana Telesistema
[48]
Perù Perù Red TV
[49]
Italia Italia Disney Channel Italia, Boing, Italia 1
[50][14]
Romania Romania Disney Channel Romania
[51]
Uruguay Uruguay Monte Carlo TV
[52]
Paraguay Paraguay Paravisión
[53]
Costa Rica Costa Rica Canal 4
[54]
Ecuador Ecuador Ecuavisa
[55]
Bulgaria Bulgaria Disney Channel Bulgaria
Ucraina Ucraina Disney Channel Ucraina
Messico Messico Tiin
[56]
Internazionale Telefe Internacional
[57]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata apprezzata dagli adolescenti argentini[54]. Infatti, ha raggiungo un buon successo di ascolti e il disco pubblicato ha ottenuto il disco d'oro. Nonostante ciò, i giornalisti notarono fin da subito la somiglianza con la serie Flor - Speciale come te, la cui protagonista era la stessa Bertotti[19].

Secondo un sondaggio online del sito todotnv.com la telenovela è stata la seconda migliore dell'anno 2009, superata solamente da Valientes e davanti a Ciega a citas[58].

Vicenda giudiziaria tra Cris Morena e Florencia Bertotti[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2009 la produttrice Cris Morena insieme alla casa di produzione associata RGB Entertainment presentano una denuncia ai danni della Bertotti per plagio di Niní alla serie Flor - Speciale come te. Il giudizio in primo grado non ha dato ragione al reclamo[59], ma al secondo grado fu data ragione alla Morena, per cui il programma doveva essere cancellato dai palinsesti[60], così come ritirare dalla vendita i biglietti per lo spettacolo e tutto il merchandising[61]. Alla fine, è stata permessa la trasmissione, la distribuzione e gli sviluppi futuri della serie[62].

Accuse di plagio da parte di Ezequiel Palmieri[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'inizio delle riprese, Ezequeil Palmieri accusa di plagio la serie Niní per le sue scenografie che assomiglierebbero allo sceneggiato da lui creato Con luz de niño, ritardando il cominciare delle riprese[63].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Nini es disco de oro!, mundotkm.com. URL consultato il 14 luglio 2015.
  2. ^ (ES) “Niní” ya tiene 2º Temporada, todotnv.com, 9 febbraio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  3. ^ a b (ES) Martín Fierro: Canal 13 encabeza las nominaciones in La Nacion, lanacion.com.ar, 8 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  4. ^ a b (ES) Gustavo Cerati es el más nominado a los Premios Gardel, clarin.com, 20 settembre 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  5. ^ a b c d e f g Ninì, antoniogenna.net. URL consultato il 13 luglio 2015.
  6. ^ (ES) Floricienta regresa a Telefe como "Niní", lagaceta.com.ar, 7 settembre 2009. URL consultato il 13 luglio 2015.
  7. ^ (ES) “Niní” finaliza este viernes, todotnv.com, 15 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  8. ^ (ES) Nini tuvo que dejar Telefé, por plagiar Floricienta, mdzol.com, 17 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  9. ^ (ES) “Niní” se despidió de la pantalla de Telefe luego de que la justicia dictaminara que era un plagio de “Floricienta”, primiciasya.com. URL consultato il 13 luglio 2015.
  10. ^ Filmato audio Ninì prossimamente su Disney Channel Italia !, 27 settembre 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  11. ^ Ninì: su Disney Channel l'anteprima del telefilm con Florencia Bertotti di Flor, bambini.eu, 29 ottobre 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  12. ^ Ninì: su Disney Channel Florencia Bertotti è una tata tutta da ridere, bambini.eu, 15 novembre 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  13. ^ Nini su Italia 1, screenweek.it, 5 giugno 2011. URL consultato il 13 luglio 2015.
  14. ^ a b OGGI IN TV/ Programmi di stasera: Orgoglio e pregiudizio, Cambia la tua vita con un click e Tempesta d’amore. Reti Mediaset, martedì 17 giugno 2014, ilsussidiario.net, 17 giugno 2014. URL consultato il 13 luglio 2015.
  15. ^ (ES) Bertotti, cara de una tira juvenil, laracon.com.ar, 23 gennaio 2009. URL consultato il 14 luglio 2015.
  16. ^ a b (ES) Lucila Olivera, Florencia Bertotti: "Estoy pasada de felicidad" in Clarin, clarin.com, 4 settembre 2009. URL consultato il 14 luglio 2015.
  17. ^ (ES) Endemol lanza comedia familiar Nini con protagónico de Florencia Bertotti, prensario.tv. URL consultato il 20 maggio 2009.
  18. ^ a b (ES) Novedades de Niní, la nueva historia que protagonizará Florencia Bertotti, showdelanoticia.com, 25 marzo 2009. URL consultato il 15 luhlio 2015.
  19. ^ a b (ES) Llegó Niní... ¿o Floricienta?, lanacion.com.ar. URL consultato il 14 luglio 2015.
  20. ^ (ES) “Niní” vuelve al horario de las 19 hs., todotnv.com, 2 febbraio 2010. URL consultato il 16 luglio 2015.
  21. ^ (ES) La semana en 7 cuestiones y media, lanacion.com.ar, 18 aprile 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  22. ^ (ES) Niní tendrá una segunda temporada, todotnv.com, 5 gennaio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  23. ^ (ES) Florencia Bertotti en “Nini-cienta”, todotnv.com, 23 aprile 2010. URL consultato il 16 luglio 2015.
  24. ^ Angela Leucci, Florencia Bertotti a Milano il 7 novembre, diredonna.it, 2 novembre 2010. URL consultato il 15 luglio 2015.
  25. ^ (ES) Juan Soler no se molesta por sketch de 'Hazme reír!' en que cuestionan su talento, terra.com.mx, 21 aprile 2009. URL consultato il 14 luglio 2015.
  26. ^ (ES) La Voz, lavoz.com.ar, 29 giugno 2009, http://archivo.lavoz.com.ar/nota.asp?nota_id=529539 . URL consultato il 15 luglio 2015.
  27. ^ “Nini”: il telefilm argentino con Juan Manuel Guilera, il Gonzalo de Il Mondo di Patty, 10elol.it, 5 settembre 2009. URL consultato il 16 luglio 2015.
  28. ^ Tornare a scuola… con Flor e Ninì, screenweek.it, 7 settembre 2011. URL consultato il 14 luglio 2015.
  29. ^ [UPDATE] È arrivato l’album delle figurine di Ninì!, screenweek.it, 19 settembre 2011. URL consultato il 14 luglio 2015.
  30. ^ (ES) Niní , de la televisión al Gran Rex, lanacion.com.ar, 2 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  31. ^ (ES) Niní se va a Mar del Plata, todotnv.com, 28 dicembre 2009. URL consultato il 14 luglio 2015.
  32. ^ (ES) El Show de “Niní”, todotnv.com, 1º marzo 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  33. ^ (ES) Victoria Tórtora, clarin.com, 19 gennaio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  34. ^ (ES) “Niní” suma nuevas presentaciones, todotnv.com, 26 aprile 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  35. ^ (ES) Niní llega al Orfeo Superdomo, todotnv.com, 25 febbraio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  36. ^ a b c d e f g (ES) Nini continua su exitosa gira por el interior del pais, realtvnews.com.ar, 27 aprile 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  37. ^ a b (ES) Niní hizo vibrar Mar del Plata, todotnv.com, 28 gennaio 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  38. ^ (ES) “Niní” en el teatro Gran Rex, todotnv.com, 26 gennaio 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  39. ^ a b (ES) Niní en el Orfeo de Córdoba!, lunateen.com.ar. URL consultato il 14 luglio 2015.
  40. ^ (ES) Florencia Bertotti tuvo que refugiarse para que no la vean los fotógrafos, lacapital.com.ar, 13 maggio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  41. ^ (ES) Ganadores del Premio Martín Fierro 2010, m24digital.com, 2 maggio 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  42. ^ (ES) Premios Gardel 2010: Gustavo Cerati fue el gran ganador, vos.lavoz.com.ar, 4 novembre 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  43. ^ (ES) Floricienta regresa a Telefe como "Niní", lagaceta.com.ar, 7 settembre 2009. URL consultato il 13 luglio 2015.
  44. ^ (ES) Niní y el embajador descubren que tienen muchas cosas en común en “Niní”, todotnv.com, 12 aprile 2012. URL consultato il 13 luglio 2015.
  45. ^ (ES) Llega a Volver la serie Ninì, ipuntotv.com, 26 agosto 2013. URL consultato il 13 luglio 2015.
  46. ^ (ES) Llega a las tardes del Canal Caracol una divertida y juvenil producción, caracoltv.com, 29 gennaio 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  47. ^ (ES) Series y programas que se emiten actualmente en Disney Channel España (TDT), progratele.com, febbraio 2011. URL consultato il 13 luglio 2015.
  48. ^ (ES) Margarita Brito, 2011 trae exitosas telenovelas en Telesistema in El Nacional, elnacional.com.do, 5 gennaio 2011. URL consultato il 13 luglio 2015.
  49. ^ (ES) La Floricienta regresa como Niní, larepublica.pe, 28 maggio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  50. ^ Paolino, Ninì, la nuova telenovela argentina da domani mattina su Italia 1, tvblog.it, 12 giugno 2011. URL consultato il 13 luglio 2015.
  51. ^ Filmato audio Nini Promo #2, peteava.ro. URL consultato il 14 luglio 2015.
  52. ^ (ES) Próximamente, pantallazo.com.uy, 20 gennaio 2010. URL consultato il 14 luglio 2015.
  53. ^ (ES) Niní, mi.tv. URL consultato il 13 luglio 2015.
  54. ^ a b (ES) Ana Yancy Flores M., Actriz de Floricienta regresa a la TV como Nini, nacion.com. URL consultato il 13 luglio 2015.
  55. ^ (ES) Ecuavisa estrena la telenovela infantil Niní, detelenovelas.com, 11 gennaio 2010. URL consultato il 13 luglio 2015.
  56. ^ (ES) TiiN: Cambio de horario de Luna roja y estreno de la telenovela Niní, infotelenovelas.com, 5 marzo 2012. URL consultato il 13 luglio 2015.
  57. ^ (ES) Telefe Internacional, programación 2011 "en vivo y en directo", todotvnews.com, 3 febbraio 2011. URL consultato il 14 luglio 2015.
  58. ^ (ES) Diana Campos, Encuesta: Valientes la mejor telenovela argentina del 2009, todotnv.com, 28 novembre 2009. URL consultato il 14 luglio 2015.
  59. ^ (ES) Florencia Bertotti rompió el silencio: Estoy separada, y acá doy por terminado este tema por respeto a la otra persona, primiciasya.com, 17 agosto 2010. URL consultato il 26 luglio 2014.
  60. ^ (ES) Cris Morena le gana a “Niní”, en la Justicia, diaadia.com.ar, 10 marzo 2010. URL consultato il 26 luglio 2014.
  61. ^ (ES) "Niní" es una copia in Clarin, clarin.com, 19 marzo 2010. URL consultato il 26 luglio 2014.
  62. ^ (ES) El comunicado oficial de Kazcka, Bertotti y Endemol por el tema “Niní” y el acuerdo con RGB y CMG, laubfal.com, 20 marzo 2010. URL consultato il 27 luglio 2014.
  63. ^ (ES) Denuncia por plagio demora el comienzo, haceinstantes.net, giugno 2009. URL consultato il 15 luglio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei serial televisivi trasmessi in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione