Cris Morena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cris Morena nome d'arte di María Cristina De Giacomi (Buenos Aires, 23 agosto 1956) è un'attrice, compositrice e produttrice televisiva argentina.

Fondatrice della società Cris Morena Group, ha ideato programmi come Jugate conmigo, Chiquititas, Rebelde Way, Flor - Speciale come te, Alma pirata, Teen Angels e Aliados.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Buenos Aires, è la seconda di quattro fratelli. Cresce nel quartiere di Palermo con la sua famiglia di ceto borghese. Suo padre era un ingegnere e la madre una sociologa. Cris studia in un istituto religioso privato. All'età di 17 anni inizia a lavorare come modella per Lee Jeans. Durante questo periodo, studia assistenza sociale in un'università[1] e milita insieme a Padre Carlos Mugica[2].

Alla fine degli anni 1960 fa parte del ciclo televisivo Vol tops[3]. Mentre lavora per questo show, incontra Gustavo Yankelevich che faceva parte dello staff[4]. I due si sposano nel 1972 e da questa relazione nascono Romina e Tomás[5]. Per dedicarsi alla famiglia, Cris decide di lasciare temporanemente il mondo dello spettacolo. Alcuni anni dopo, ottiene un ruolo nella telenovela Dulce Fugitiva del 1979 con il personaggio di Laura Morena; adottando anche l'attuale nome d'arte che prende spunto proprio dal cognome della parte che interpretava[6].

Nel 1980 inizia a scrivere canzoni[7]. Nel 1984 è una delle protagoniste della commedia televisiva Mesa de noticias[8] e dal 1990 al 1991 partecipa a Amigos son los Amigos. L'ultimo ruolo da attrice è quello in Quereme[9], poiché dal 1995 si ritira dalla carriera d'attrice e diventa una produttrice[10].

Il successo come produttrice[modifica | modifica wikitesto]

Jugate Conmigo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991 debutta il primo programma ideato da Morena chiamato Jugate Conmigo sulla rete argentina Telefe[11]. La trasmissione prevedeva un game show in cui Cris era la conduttrice e il resto del cast era composto da adolescenti, cinque per ogni sesso. La produzione è durata fino al 1994[12] e per ogni stagione sono stati incisi album certificati dischi di platino[13]. La trasmissione viene presentata anche nel 1994 al Teatro Gran Rex[14]. Nonostante vinca un premio ai Martín Fierro[7], lo show fu stroncato dalla critica.

Nel 1995 non fu registrata una quinta stagione, ma iniziò la trasmissione di Jugate con Todo dedicato alla famiglia e non più solo agli adolescenti[12] con sempre Cris alla conduzione. Stavolta Jugate è anche prodotto dalla stessa presentatrice. La programmazione durò solamente cinque mesi quando nell'agosto iniziò la messa in onda della telenovela Chiquititas. Dopo Jugate, Cris si ritira completamente come personaggio televisivo[7].

Chiquititas[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiquititas.

Nello stesso anno inizia la serie televisiva ideata e prodotta da Morena chiamata Chiquititas[15] producendo un totale di otto stagioni.

Nel 2001 l'Argentina stava attraversando un periodo di crisi economica. A causa di ciò, Telefe (che non era più diretto da Yankelevich) ha tagliato il budget dello spettacolo e questa decisione non è stata accolta positivamente da Cris. Durante le riprese della sesta stagione ha dovuto cambiare la storia e da programma giornaliero diventa settimanale[16]. Per questi disaccordi tra Morena e Vilarruel, presidente di Telefe, il telefilm ha visto la luce solamente nel giugno e non nel marzo come invece era successo per le altre stagioni[17]. Conclusa la messa in onda, il canale pensava di continuare senza l'ideatrice con una nuova stagione dal titolo Corazones en Banda, ma non fu realizzata[18].

La serie è stata molto criticata per essere troppo ipocrita, con scopi sessuali e per mostrare ragazzi in un orfanotrofio con abiti costosi. Nonostante questo, sono state registrate sette stagioni, un lungometraggio, due remake, vendite alte per gli album e oltre un milioni di dollari provenienti dallo spettacolo[15]. È stato venduto in oltre 25 paesi[19].

Verano del'98[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Verano del '98.

Serie televisiva prodotta dal 1998 al 2000.

Durante la prima visione, la serie fu accusata di plagio per la trama molto simile a Dawson's Creek anche se il programma argentino iniziò le trasmissioni prima di quello americano. Gustavo Yankelevich, l'allora presidente di Telefe, ammise che prese spunto dal programma americano, così Telefe e Sony (società produttrice di Dawson's Creek) trovarono un accordo per distribuire Verano in tutto il mondo[20].

Cris ha lavorato sul set di questa telenovela solo fino alla metà della prima stagione, quando decise di concentrarsi solamente su Chiquititas, anche se appare come produttore esecutivo di tutte le stagioni. La compositrice era responsabile anche delle musiche insieme a Carlos Nilson e sono stati pubblicati due album tratti dalle due stagioni[7].

Rebelde Way[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Rebelde Way.

Dopo i disaccordi tra Morena e Vilarruel, per la diminuzione di budget per Chiquititas[21] la produttrice lavora ad una nuova telenovela. Il telefilm si chiama Rebelde Way e va in onda dal 2002 al 2003 su Canal 9 ed è la prima elaborazione firmata Cris Morena Group[7]. Tuttavia la società non riusciva a gestire gli aspetti commerciali e giuridici quindi si dovette rivolgere ad altre aziende. Inizialmente, il partner doveva essere RGB Entertainment, ma essendo impegnata con il gruppo musiciale Bandana, Morena dovette cercare qualcun altro[22].

Il successo in Israele di Chiquititas ha portato ad un accordo tra Morena e Dori Media Group[22] (le altre serie sono in collaborazione con RGB Entertainment). Il primo album della serie diventò triplo platino e furono commercializzati altri prodotti. Finita la prima stagione, lo sceneggiato dovette cambiare canale nel mezzo della seconda stagione in quanto Canal 9 non poteva più finanziare la serie e quindi si spostò su América TV. Era la prima volta che un programma veniva cambiato di rete nel mezzo della stagione[23].

Dalla serie nasce il gruppo musicale Erreway. Le recensioni del quotidiano Clarin sulla serie furono negative definendolo "leggermente porno" o "nonostante non siano più in Chiquititas, si comportano ancora come se fossero alle elementari" o ancora per trattare argomenti come la corruzione, la droga e il sesso[7][24][25]. Anche la "Camera degli inserzionisti argentina", formata da dirigenti pubblici, protestò contro il programma. Il giornalista Carlos Polimenni insultò Morena per le sue telenovela[26].

Non fu rinnovata per una terza stagione in quanto Cris Morena non volle continuare il progetto[27]. La telenovela è stata venduta in oltre 30 paesi[28] e viene adattata in altri 5. In Israele ha raggiunto un notevole successo in cui sono stati ospiti gli Erreway[29].

Flor - Speciale come te[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Flor - Speciale come te.

Dal 1991 al 2004 il quotidiano Clarin ha sempre stroncato i lavori di Morena, fino alla telenovela Flor - Speciale come te che l'ha giudicata come "molto buona"[30], anche se il quotidiano e Canal 13 che trasmetteva lo sceneggiato sono controllate dalla stessa società.

Erano disponibili oltre 300 prodotti nel mercato[31] tra cui anche con il primo album che è risultato il terzo più venduto del 2004[32] e il decimo nel 2005[33]. È stato adattato in 5 paesi.

Nel 2012 esce Niní prodotta da Florencia Bertotti e Cris Morena accusò la Bertotti di plagio. I giudici diedero ragione a Cris e diede il permesso di continuare la trasmissione della telenovela e del musical[34].

Teen Angels[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Teen Angels.

Inizialmente Cris pensava di rinnovare di una nuova stagione la telenovela Chiquititas, ma all'ultimo momento creò una nuova serie con la gran parte del cast della serie.

Il quotidiano La Nacion apprezzò la serie[35], ma i fans trovarono molto analogie con le serie precedenti della stessa Morena. Dopo quattro stagioni con oltre 12 punti di share fino a 18[36] e oltre 600 mila spettatori agli spettacoli. È stata venduta in Israele, Italia, Uruguay, Spagna, Messico, Ecuador e altri paesi[37][38]. Dalla serie nasce il gruppo musicale TeenAngels.

Dopo questa produzione, Cris Morena si ritira dalle scene[14].

Aliados[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Aliados.

Dopo due anni, Cris Morena annuncia il suo ritorno nel novembre 2012 ai Grammy Awards[39]. Il progetto che sta preparando è Aliados che va in onda dal 26 giugno 2013 e conta 240 web-episodi e 23 episodi televisivi[40]. Viene rinnovata una seconda stagione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 esce il suo primo libro Canciones de Cris para personas Chiquititas da Editorial Sudamericana[7].

Nel 2005 ha debuttato una nuova serie ideata dalla compositrice ed intitolata Amor mío che ha debuttato con 20.3 punti[41]. Esistono spin off in Russia e Messico. I protagonisti sono la figlia Romina Yan e Damián De Santo che si sono rincontrati nel 2009 sul set di B&B prodotta sempre da Cris Morena Group e RGB. Morena è anche ideatrice di Alma pirata.

RGB e Cris Morena gestiscono il canale Yups TV, nato nel 2012[42].

Compositrice[modifica | modifica wikitesto]

Cris Morena ha composto dal 1970 ad oggi canzoni per alcuni artisti dell'Argentina e dell'America Latina. Solo per le serie che ha prodotto, ha scritto più di 500 musiche e testi[43]. Tra i suoi album prodotti troviamo colonne sonore tratte da Rebelde Way, Chiquititas, Flor - Speciale come te, Teen Angels e altri.

Negli anni 1990, Morena e Carlos Nilson erano responsabili delle musiche della maggior parte delle serie prodotte da Telefe come Brigada Cola, Ritmo de la Noche, Videomatch, Cebollitas e Dibu[7]. Sempre insieme a Nilson, erano i compositori dei testi degli spettacoli per bambini di Flavia Palmiero; ha scritto anche per Silvana Di Lorenzo[14]. Carlos e Cris si separano dall'attività lavorativa nel 2007, quando il compositore inizia a lavorare per Ideas del Sur[44].

Durante la pausa come produttore televisivo, Cris ha contribuito ad alcune canzoni del CD della serie Super T - Una schiappa alla riscossa[45], per il quarto album in studio dei TeenAngels e per il remake brasiliano di Rebelde Way. Inoltre, ha creato il tema principale del canale Telefe, chiamato Todos Juntos[14].

Cris Morena Group[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cris Morena Group.

Nel 2002 viene fondata la società Cris Morena Group e la sede è situata a Buenos Aires[46]. I prodotti vengono commercializzati attraverso Telefe Internacional. La maggior parte delle serie sono state vendute in Asia, America Latina, Europa Occidentale e Europa Orientale[28]. Ogni serie ideata o prodotta da Cris Morena è registrata dal suo gruppo, in co-produzione con RGB Entertainment con l'eccezione di Rebelde Way che è una collaborazione con Dori Media Group.

È stata temporaneamente chiusa per due anni[14], quando ritorna con Aliados[47].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiquititas, regia di Cris Morena (1995-2001, 2003, 2006)
  • Rebelde Way, regia di Cris Morena (2002)
  • Erreway, regia di Cris Morena (2003-2004)

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Sandra Commisso, Cris Morena: Para mí, el concepto no se puede, no existe, in Clarin, clarin.com, 4 luglio 2010. URL consultato il 7 luglio 2014.
  2. ^ (ES) CRIS MORENA Y SU PASADO MILITANTE JUNTO AL PADRE MUJICA: ‘ME SALVO LA SUPERFICIALIDAD’, gacemail.com.ar. URL consultato il 7 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2014).
  3. ^ (ES) Un recorrido por las grandes producciones de Cris Morena. Mirá las fotos, elintransigente.com, 30 maggio 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  4. ^ (ES) Nada de lo que tengo me cayó del cielo, in Clarin, crismorenagroup.com.ar, 2 luglio 2006. URL consultato il 7 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2008).
  5. ^ Emilse Pizarro, Cris Morena y la fábrica de éxitos, in La Nacion, lanacion.com.ar, 15 settembre 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  6. ^ (ES) Cris Morena celebra hoy su cumpleaños, alejada de los medios, elcivico.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 7 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  7. ^ a b c d e f g h (ES) Una mujer sinónimo de éxito, in El Diario de Hoy, elsalvador.com, 25 aprile 2006. URL consultato il 7 luglio 2014.
  8. ^ (ES) Javier Vogel, Con Mesa de noticias les salió todo mal, in La Voz, vos.lavoz.com.ar, 23 ottobre 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  9. ^ (ES) Cris Morena se emocionó durante la presentación de Aliados, diariopopular.com.ar, 22 aprile 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  10. ^ (ES) Telefe va a homenajear a Cris Morena, infonews.com, 5 luglio 2013. URL consultato il 7 luglio 2014.
  11. ^ (ES) Jugate Conmigo: 20 años, puntual.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014.
  12. ^ a b (ES) A más de 20 años, ¿qué pasó con los chicos de Jugate conmigo?, puntual.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014.
  13. ^ (ES) Miriam Molero, La televisión también logra hacerse escuchar, lanacion.com.ar, 1 ottobre 1997. URL consultato l'8 luglio 2014.
  14. ^ a b c d e (ES) Emilse Pizzaro, Cris Morena y la fábrica de éxitos, lanacion.com.ar, 15 settembre 2013. URL consultato l'8 luglio 2014.
  15. ^ a b Juan Garff, Show asombroso sin golpes bajos, in Clarin, clarin.com, 13 luglio 1998. URL consultato l'8 luglio 2014.
  16. ^ (ES) Marcelo Stiletano, El fenómeno de Chiquititas, in La Nacion, lanacion.com.ar, 18 luglio 2001. URL consultato l'8 luglio 2014.
  17. ^ (ES) Miriam Molero, Una rebelde con causa, in La Nacion, lanacion.com.ar, 27 maggio 2002. URL consultato l'8 luglio 2014.
  18. ^ (ES) Verónica Bonacchi, Este año, la TV veranea en Buenos Aires, in La Nacion, lanacion.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014.
  19. ^ (ES) Natalia Trzenko, Chiquititas: el regreso de un clásico, in La Nacion, lanacion.com.ar, 1 aprile 2006. URL consultato l'8 luglio 2014.
  20. ^ (ES) Miriam Molero, Telefé, en una inspiración de verano, lanacion.com.ar, 7 marzo 1998. URL consultato l'8 luglio 2014.
  21. ^ (ES) Cris Morena avanza en sus tratativas con América TV, eldia.com.ar, 24 maggio 2004. URL consultato l'8 luglio 2014.
  22. ^ a b (ES) Mariana Enriquez, El verano eterno, pagina12.com.ar, 2 giugno 2002. URL consultato l'8 luglio 2014.
  23. ^ (ES) Miriam Molero, Dos tiras de mudanza, in La Nacion, lanacion.com.ar, 28 luglio 2003. URL consultato l'8 luglio 2014.
  24. ^ (ES) Rebelde Way, in Clarin, clarin.com, 31 maggio 2002. URL consultato l'8 luglio 2014.
  25. ^ Una fórmula probada, clarin.com, 25 settembre 2002. URL consultato l'8 luglio 2014.
  26. ^ (ES) Laura Eiranova, ¿Moria, Mirtha, Trezeguet, Cris o Polimeni?, terra.com.ar, 2002. URL consultato l'8 luglio 2014.
  27. ^ (ES) Pablo Gorlero, Hace hablar en español a los israelíes, in La Nacion, lanacion.com.ar, 9 giugno 2004. URL consultato l'8 luglio 2014.
  28. ^ a b (ES) Venta internacional, crismorenagroup.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2012).
  29. ^ (ES) Los rebeldes que conquistaron Tierra Santa, in Clarin, clarin.com, 20 aprile 2003. URL consultato l'8 luglio 2014.
  30. ^ (ES) Fernanda Longo, La edad de la inocencia, in Clarin, clarin.com, 30 aprile 2004. URL consultato l'8 luglio 2014.
  31. ^ (EN) Isabel de la A. Valadez Figueroa, Music Latin - Latin America's Top Stories Of 2004, in Billboard, vol. 116, nº 51, Nielsen Business Media, 18, pp. p. 30, ISSN 0006-2510.
  32. ^ (ES) Ranking Anual de Audio 2004, capif.org.ar. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2005).
  33. ^ (ES) Ranking Anual de Audio 2005, capif.org.ar. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2006).
  34. ^ (ES) Analía Alvarez, Cris Morena denunció a Niní por plagio a Floricienta, tvycabel.com, 15 dicembre 2009.
  35. ^ (ES) Dolores Graña, La renovación de un clásico infantil, in La Nacion, lanacion.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014.
  36. ^ (ES) "Casi ángeles", final bien arriba, in Clarin, clarin.com, 5 dicembre 2009. URL consultato l'8 luglio 2014.
  37. ^ (ES) Disney Channel estrenó Casi ángeles, eluniversal.com, 19 marzo 2009. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  38. ^ El mundo es un escenario y el escenario un mundo (PDF), pusc.it. URL consultato l'8 luglio 2014.
  39. ^ Cris Morena viajó a Las Vegas para ser jurado de los Latin Grammy Awards, telefenoticias.com.ar, 20 novembre 2012. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  40. ^ (ES) Claudio Ipolitti: "Queremos que este contenido se viralice", todotvnews.com, 15 maggio 2013. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2013).
  41. ^ (ES) ¿Cuál fue la comedia más vista de Telefe?, television.com.ar. URL consultato l'8 luglio 2014.
  42. ^ (ES) Yups.tv, canal de internet de Cris Morena, ya emite en fase beta[collegamento interrotto], todotvnews.com. URL consultato l'8 luglio 2014.
  43. ^ (ES) Juan Manuel Domínguez, Cris Morena: "Salir no se sale nunca, es tener el corazón respirando", perfil.com, 26 maggio 2013. URL consultato l'8 luglio 2014.
  44. ^ (ES) Pablo Sirvén, Un planeta fuera de la galaxia Cris, in La Nacion, lanacion.com.ar, 12 aprile 2007. URL consultato l'8 luglio 2014.
  45. ^ (ES) Cris Morena pondrá su mirada sobre “Supertorpe”, laubfal.com, 2 settembre 2011. URL consultato l'8 luglio 2014.
  46. ^ (ES) Natalia Trzenko, El imperio de Cris Morena, in La Nacion, lanacion.com.ar, 19 aprile 2009. URL consultato l'8 luglio 2014.
  47. ^ (ES) Cris Morena en Mipcom: Aliados es el idioma de la nueva era", telam.com.ar, 8 ottobre 2013. URL consultato l'8 luglio 2014.
  48. ^ (ES) Se anunciaron los Nominados 2009-2010, premioshugo.com.ar, 1 marzo 2011. URL consultato l'8 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2014).
  49. ^ (ES) El emotivo discurso de Cris Morena, infobae.com, 18 maggio 2014. URL consultato l'8 luglio 2014.
Controllo di autoritàVIAF (EN168917822