Comodoro Rivadavia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comodoro Rivadavia
città
Comodoro Rivadavia – Stemma
Comodoro Rivadavia – Veduta
Localizzazione
Stato Argentina Argentina
Provincia Bandera de la Provincia del Chubut.svg Chubut
Dipartimento Escalante
Territorio
Coordinate 45°52′S 67°30′W / 45.866667°S 67.5°W-45.866667; -67.5 (Comodoro Rivadavia)Coordinate: 45°52′S 67°30′W / 45.866667°S 67.5°W-45.866667; -67.5 (Comodoro Rivadavia)
Altitudine 61 m s.l.m.
Superficie 548,2 km²
Abitanti 182 631 (2010)
Densità 333,15 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale U9000
Prefisso 0297
Fuso orario UTC-3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Comodoro Rivadavia
Comodoro Rivadavia
Sito istituzionale

Comodoro Rivadavia è una città dell'Argentina meridionale, appartenente alla provincia di Chubut, in Patagonia. Si affaccia sul golfo San Jorge, un'insenatura dell'Oceano Atlantico, ai piedi del Cerro Chenque. È chiamata comunemente Comodoro. Ha una popolazione di 182 631 abitanti (censimento del 2010) ed è la città più grande dell'intero Chubut, benché non ne sia la capitale.

Un tempo la città era capitale del Territorio di Comodoro Rivadavia, esistente dal 1946 al 1957. Il territorio era parte del Chubut prima e dopo la sua creazione. La città è ora capoluogo del dipartimento Escalante.

Comodoro Rivadavia è un centro di commercio e di trasporto per la regione circostante, ed è importante come punto d'esportazione per uno dei principali distretti petroliferi argentini. Un gasdotto lungo 1.770 km trasporta il gas naturale da Comodoro Rivadavia a Buenos Aires.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città fu fondata per mezzo di un decreto il 23 febbraio 1901 come porto per l'insediamento interno di Sarmiento. Il fondatore fu Francisco Pietrobelli. Fra i primi coloni vi erano boeri, in fuga dalle persecuzioni del governo britannico in Sudafrica. La città fu così chiamata in onore dell'ufficiale di Marina Martín Rivadavia, un sostenitore dello sviluppo dell'Argentina meridionale. Essa gode di una certa prosperità dal 1907, quando fu scoperto un giacimento petrolifero ad una profondità di 540 metri.

La città[modifica | modifica wikitesto]

Comodoro Rivadavia è sede della principale facoltà della Universidad Nacional de la Patagonia San Juan Bosco. La Cattedrale è sede della Diocesi di Comodoro Rivadavia, di cui è vescovo, dal 2005, Virginio Domingo Bressanelli. La cattedrale è dedicata a San Giovanni Bosco, ed è l'unica al mondo dedicata al fondatore della Società Salesiana. Fu inaugurata nel 1979.

Playa Costanera è la spiaggia cittadina. Rada Tilly è un sobborgo che funge da stazione balneare, situato 12 km a sud di Comodoro. Il Museo Nazionale del Petrolio si trova nel distretto General Mosconi, 3 km a nord del centro di Comodoro. Fu aperto nel 1987 dalla compagnia petrolifera nazionale YPF, successivamente privatizzata.

Dall'aeroporto di Comodoro Rivadavia (codice CRD), distante 17 km dal centro della città, partono voli giornalieri per Buenos Aires ed altre città della Patagonia e della Terra del Fuoco.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Industria e commercio[modifica | modifica wikitesto]

L'attività commerciale ed industriale della città è la più importante della regione. Le principali attività economiche della città sono: prodotti chimici, cemento, sale, industria navale, metallurgica, tessile e delle costruzioni.

Petrolio[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di idrocarburi rappresenta il 41% della produzione del Bacino del Golfo di San Jorge, che a sua volta rappresenta il 31,5% della produzione totale dell'Argentina. Attualmente, 7 compagnie petrolifere hanno sede in questa regione, senza considerare le compagnie che offrono servizi ed attività commerciali legate al petrolio. La produzione da gennaio 2002 ad agosto 2003 nella città e nella regione circostante è stata di 10.180.504,5 m³ di petrolio (con una media mensile di 509.025,2 m³) e di 2.237.913,2 m³ di gas (media mensile di 111.895,6 m³).

Energia eolica[modifica | modifica wikitesto]

La quantità di petrolio ha iniziato a diminuire ma l'area ora rivolge la propria attenzione anche all'energia eolica. I mulini a vento sul Cerro Chenque e sulle colline circostanti costituiscono il più grande impianto eolico del Sudamerica e fornisce il 20% del fabbisogno energetico di Comodoro. L'impianto eolico di Comodoro Rivadavia ha una capacità di 18.820 kW, e dispone di 26 generatori.

Persone legate a Comodoro Rivadavia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN125513859 · GND: (DE4841940-0