Easy Girl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Easy Girl
Easy Girl.JPG
Una scena del film
Titolo originale Easy A
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2010
Durata 89 min
Rapporto 16:9
Genere commedia
Regia Will Gluck
Sceneggiatura Bert V. Royal
Produttore Zanne Devine, Will Gluck, Mark B. Johnson (co-produttore)
Casa di produzione Olive Bridge Entertainment
Distribuzione (Italia) Sony Pictures
Fotografia Michael Grady
Montaggio Susan Littenberg
Musiche Brad Segal
Scenografia Marcia Hinds
Costumi Mynka Draper
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Easy Girl (Easy A) è un film del 2010 diretto da Will Gluck.

La sceneggiatura è parzialmente ispirata al romanzo La lettera scarlatta di Nathaniel Hawthorne.[1] Per questo film Emma Stone ha ricevuto una candidatura al Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La liceale Olive, per sfuggire a un fine settimana di campeggio con la migliore amica e i suoi genitori, inventa una scusa dicendo che lo trascorrerà con un ragazzo. Passato il fine settimana, quando l'amica Rhiannon le chiede com'è andato, per una serie di incomprensioni Olive mente dicendo di aver perso la verginità. La bugia diventa così argomento di discussione per tutto il liceo e un suo amico le chiede di fingere di avere avuto rapporti sessuali con lui per non essere tormentato per la sua presunta omosessualità.

Da questo avvenimento parte un circolo vizioso: mentre i ragazzi la pagano per proteggere la propria reputazione, distruggono a poco a poco quella di Olive. Dopo alcuni mesi la situazione le sfugge di mano e arriva a farsi odiare da tutta la scuola. Per sistemare le cose, gira un video da mostrare a tutta la scuola in cui spiega come sono andate realmente le cose.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato interamente a Ojai, California. La scuola presente nel film, Ojai North High School, in realtà è la Nordhoff High School, anch'essa situata a Ojai. Molti studenti della scuola sono stati scritturati come comparse.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata presentata per la prima volta al Toronto International Film Festival del 2010. È stata poi distribuita nelle sale statunitensi il 17 settembre 2010, mentre in Italia il 4 marzo 2011.

Il film in Italia ha avuto una diffusione limitata, ma è riuscito lo stesso ad incassare, a due settimane dall'uscita, € 59.266.

In totale la pellicola ha incassato 74 952 305 $, nove volte il budget di produzione (di circa 8 milioni di dollari[3]), rendendolo un grande successo finanziario.[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collegamenti e citazioni, movieplayer.it. URL consultato il 4 luglio 2011.
  2. ^ (EN) Christopher Stolz, New movie features Nordhoff High, Ojai; earns an 'Easy A' from extras, in Ventura Country Star, 16 settembre 2010. URL consultato il 12 novembre 2017.
  3. ^ (EN) Movie projector: 'Easy A' expected to lead 'The Town,' 'Devil,' 'Alpha and Omega', in Los Angeles Times, 16 settembre 2010. URL consultato il 12 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Easy A (2010) - Box Office Mojo, su www.boxofficemojo.com. URL consultato il 12 novembre 2017.
  5. ^ Golden Globes 2011: tutte le nomination, cineblog, 14 dicembre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2017.
  6. ^ Emma Stone ragazza facile in Easy Girl, panorama. URL consultato il 17 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema