Anna Foglietta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Anna Foglietta (Roma, 3 aprile 1979[1]) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce e cresce a Roma da una famiglia di origini napoletane[2]; conseguita la maturità classica al Liceo Socrate, il suo esordio di attrice avviene nella serie TV di Rai 3 La squadra, nella quale ha interpretato dal 2005 al 2007 l'agente scelto Anna De Luca. Dal 2008 è entrata a far parte del cast della serie Distretto di Polizia, dove ha interpretato il ruolo dell'ispettrice Elena Argenti. Fra le sue esperienze cinematografiche va segnalata la partecipazione ai film 4-4-2 - Il gioco più bello del mondo (2006), Se chiudi gli occhi e Solo un padre, questi ultimi entrambi del 2008, e Feisbum - Il film (2009). Ha anche recitato in diverse produzioni teatrali. Ha recitato nel film Nessuno mi può giudicare con Paola Cortellesi, dove interpreta una escort, per il quale ha ricevuto una candidatura al David di Donatello e al Nastro d'argento.

È stata la protagonista dei film Colpi di fulmine (ricevendo un'altra candidatura al Nastro d'argento), Mai Stati Uniti e Tutta Colpa di Freud. Nel 2013 ha presentato la serata di chiusura della Festa del Cinema di Roma. Nello stesso anno è fra i protagonisti del film L'oro di Scampia[2]. Nel 2015 ha recitato nel film Noi e la Giulia, per il quale riceve la seconda candidatura al David di Donatello. Nel 2016 è tra i protagonisti di Perfetti sconosciuti, film di Paolo Genovese, grazie al quale riceve la terza candidatura ai David di Donatello, la prima come miglior attrice protagonista. Nel 2016 è stata una delle testimoni di Trenta ore per la vita ed ha prestato la sua voce per la videostoria Giacomo e il Mago. Nel 2019 vince il nastro d'argento come attrice protagonista per Un giorno all'improvviso ed è tra i presentatori del DopoFestival con Rocco Papaleo e Melissa Greta Marchetto, e lavora alla realizzazione del film TV biografico Storia di Nilde incentrato sulla vita di Nilde Iotti, alla quale presta il proprio volto[3]. Nel 2020, è la protagonista femminile di Si vive una volta sola, film di Carlo Verdone, la cui uscita è stata rinviata a causa della pandemia di COVID-19[4].

Anna Foglietta, nel settembre 2020, è stata la madrina della 77ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, conducendo le serate di apertura e chiusura della kermesse che si sono tenute sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido[5].

Nell'estate del 2020 debutta con il suo nuovo spettacolo La bimba col megafono[6], scritto insieme a Marco Bonini e con le musiche di Davide Cavuti.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2010 è sposata con il consulente finanziario Paolo Sopranzetti, da cui ha avuto tre figli: Lorenzo (2011), Nora (2013) e Giulio (2014).

Filantropia[modifica | modifica wikitesto]

È tra i fondatori, nonché presidente e testimonial della ONLUS Every Child is My Child.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Titolo Categoria Risultato
2009 Festival delle Cerase Se chiudi gli occhi Miglior attrice – rivelazione dell'anno Vincitore/trice
2011 David di Donatello Nessuno mi può giudicare Miglior attrice non protagonista Candidato/a
Nastro d'argento Candidato/a
Premio Antica Fratta Vincitore/trice
Ischia Film Festival Miglior attrice – rivelazione Vincitore/trice
2013 Grolla D'oro Miglior attrice di commedia Candidato/a
Nastro d'argento Colpi di fulmine Miglior attrice non protagonista Candidato/a
Premio Cine'Ciak d'Oro Miglior comedian dell'anno Vincitore/trice
Roma Film Fest N\A Sorridendo onlus prize Vincitore/trice
2015 David di Donatello Noi e la Giulia Miglior attrice non protagonista Candidato/a
2016 David di Donatello Perfetti sconosciuti Miglior attrice protagonista Candidato/a
Nastro d'argento Nastro D'Argento speciale Vincitore/trice
Premio Vittorio De Sica N\A Vincitore/trice
Premio Le Maschere del Teatro italiano La pazza della porta accanto Miglior attrice protagonista Vincitore/trice
Premio Kineo N\A Miglior attrice Vincitore/trice
2017 Premio Flaiano La mafia uccide solo d'estate Miglior interprete televisiva Vincitore/trice
2018 Nastro d'argento Il contagio e Il premio Miglior attrice non protagonista Candidato/a
2019 David di Donatello Un giorno all'improvviso Miglior attrice protagonista Candidato/a
Nastro d'argento Vincitore/trice
Globo d'oro Candidato/a
2020 Nastro d'argento D.N.A. - Decisamente non adatti Miglior attrice in una commedia Candidato/a
2022 La Pellicola D'Oro Alfredino - Una storia italiana Miglior attrice di televisione Candidato/a
Ciak d'oro Trafficante di virus Miglior attrice protagonista In attesa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Data nascita e età di Anna Foglietta, su PaginaInizio.com. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  2. ^ a b Silvia Fumarola, Anna Foglietta in "L'oro di Scampia": madre coraggio e la scommessa di crescere i figli, su Repubblica.it, 7 febbraio 2014. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  3. ^ Redazione ANSA, Anna Foglietta è Nilde Iotti, per Rai1 - Tv, su ANSA.it, 9 luglio 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  4. ^ Mario Manca, Sospeso l'incontro «Si vive una volta sola» con Carlo Verdone, Anna Foglietta e Rocco Papaleo, su VanityFair.it, 18 febbraio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  5. ^ Anna Foglietta è la madrina di Venezia 77: "Lo vivrò con responsabilità e leggerezza", su Repubblica.it, 8 luglio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  6. ^ Anna Di Giorgio, Francavilla al mare: Anna Foglietta incanta con “La bimba col megafono”, su Rete8.it, 21 luglio 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  7. ^ Intervista a Il Mattino di Napoli

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313410058 · ISNI (EN0000 0004 4455 5112 · SBN CUBV067099 · LCCN (ENno2014163557 · GND (DE114327136X · WorldCat Identities (ENlccn-no2014163557