Anna Foglietta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anna Foglietta (Roma, 3 aprile 1979) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato il Liceo Classico Socrate di Roma. Ha recitato nella serie televisiva di Rai 3 La squadra, nella quale ha interpretato dal 2005 al 2007 l'agente scelto Anna De Luca. Dal 2008 è entrata a far parte del cast della serie Distretto di polizia, dove interpreta il ruolo dell'ispettore Elena Argenti. Fra le sue esperienze cinematografiche va segnalata la partecipazione ai film 4-4-2 - Il gioco più bello del mondo (2006), Se chiudi gli occhi e Solo un padre, questi ultimi entrambi del 2008, e Feisbum (2009). Ha anche recitato in diverse produzioni teatrali.

Ha recitato nel film Nessuno mi può giudicare con Paola Cortellesi, dove interpreta una escort, per il quale ha ricevuto una candidatura al David di Donatello e al Nastro d'argento. È stata la protagonista dei film Colpi di fulmine (ricevendo un'altra candidatura al Nastro d'argento), Mai Stati Uniti e Tutta Colpa di Freud. Nel 2013 ha presentato la serata di chiusura del Festival del Cinema di Roma. Nel 2015 ha recitato nel film Noi e la Giulia, per il quale riceve la seconda candidatura al David di Donatello. Nel 2016 è tra i protagonisti di Perfetti sconosciuti, film di Paolo Genovese,grazie al quale riceve la terza candidatura ai David di Donatello,la prima come miglior attrice protagonista.

Nel 2016 è stata una delle testimoni di Trenta Ore per la Vita. ha prestato la sua voce per la videostoria Giacomo e il Mago.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2010 è sposata con il promoter finanziario Paolo Sopranzetti da cui ha avuto tre figli: Lorenzo (2011), Nora (2013) e Giulio (2014).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • L'isola di Tulipatan da J. Offenbach, regia di P. Gallina (1997)
  • Teatro in pezzi di P. Gallin, regia di P. Gallina (1998)
  • Le false confidenze da Marivaux, regia di E. Metalli (1999)
  • Barbablu' da J. Offenbach, regia di P. Gallina (2000)
  • A nuttata ‘e San Lorenzo di C. Belsito, regia di M. Conte (2000)
  • Donne di ripicche di A. Quadrelli, regia di Pastiglia - Conte - Turchetta (2000)
  • Pulcinella Sciò di A. Petito, regia di A. Avallone (2000)
  • Tre pecore viziose di E. Scarpetta, regia di A. Avallone (2000)
  • Morte di carnevale di R. Viviani, regia di A. Avallone (2000)
  • Miseria e nobiltà di E. Scarpetta,regia di A. Avallone(2001)
  • O Scarfalietto di E. Scarpetta,regia di A. Avallone (2001)
  • Uomo e galantuomo di E. de Filippo, regia di A. Avallone (2001)
  • Questi fantasmi di E. de Filippo, regia di A. Avallone (2002)
  • Café Chantant di E. Scarpetta, regia di A. Avallone (2002)

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
2011 Nessuno mi può giudicare Migliore attrice non protagonista Candidatura
2015 Noi e la Giulia Migliore attrice non protagonista Candidatura
2016 Perfetti sconosciuti Migliore attrice protagonista Candidatura
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
2011 Nessuno mi può giudicare Migliore attrice non protagonista Candidatura
Premio Antica Fratta Vinto
2013 Colpi di fulmine Migliore attrice non protagonista Candidatura
2014 Tutta colpa di Freud Premio Wella Vinto
2016 Perfetti sconosciuti Nastro d'argento speciale Vinto
  • Vincitrice del Premio AILA Progetto Donna 2009, organizzato dalla Fondazione AILA Onlus. ´Per aver interpretato al cinema e in televisione l'ironia, la bellezza, la forza, le nevrosi e anche le contraddizioni della donna moderna e per il suo ruolo (2009)
  • Vince il premio come “Attrice rivelazione dell'anno” nell'ambito del Festival delle Cerase, manifestazione presieduta da Franco Montini (2009)
  • Ischia Film Festival 2011: Miglior attrice rivelazione per Nessuno mi può giudicare
  • Premio CinèCiak d'oro Best Comedian (2013)

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN313410058 · LCCN: (ENno2014163557 · SBN: IT\ICCU\CUBV\067099