Se Dio vuole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se Dio vuole
Se Dio vuole.png
Una scena del film
Paese di produzione Italia
Anno 2015
Durata 87 min.
Genere commedia
Regia Edoardo Falcone
Soggetto Edoardo Falcone
Marco Martani
Sceneggiatura Edoardo Falcone
Marco Martani
Produttore Fausto Brizzi
Casa di produzione Wildside, Rai Cinema con il contributo del MiBACT
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Tommaso Borgstrom
Montaggio Luciana Pandolfelli
Musiche Carlo Virzì
Scenografia Cristina Onori
Costumi Luigi Bonanno
Interpreti e personaggi

Se Dio vuole è un film del 2015 scritto e diretto da Edoardo Falcone.

Il film è uscito nelle sale cinematografiche il 9 aprile 2015. In coda finale c'è Cose, una canzone di Francesco De Gregori.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tommaso, uno stimato cardiochirurgo, vive con la moglie Carla, affascinante ma ormai sfiorita come gli ideali in cui credeva e segreta alcolizzata che adotta bambine/i a distanza. Tommaso e Carla hanno due figli: Bianca, che abita nell'attico accanto (Prati) insieme al marito Gianni Malloni, agente immobiliare, ed Andrea, iscritto alla facoltà di medicina.

Ultimamente Andrea però sembra cambiato: è spesso chiuso nella sua stanza e la sera esce senza dire a nessuno dove va. Il padre una sera lo osserva incontrarsi con l'amico venutolo a prendere in motorino e ipotizza che Andrea sia gay. Avendo il ragazzo comunicato a cena che la sera dopo vuole fare un annuncio alla famiglia, il padre raduna moglie, figlia e genero per convenire che avrebbero preso la novità con stile offrendo ad Andrea tutta la loro benevolenza. Ma la sera dopo Andrea, radunata la famiglia, dichiara di voler diventare sacerdote. Attoniti i familiari cercano di agire come convenuto ma hanno difficoltà e per Tommaso, ateo convinto, un figlio prete è un duro colpo. Mentre finge di dargli appoggio totale, decide di capirci di più e inizia a seguirlo di nascosto insieme al genero Gianni, che l'aiuta. Arriva così a Don Pietro: è lui ad aver fatto il lavaggio del cervello a suo figlio.

Intanto Bianca per solidarietà al fratello inizia a leggere i vangeli, guarda film religiosi e arriva a rifiutare rapporti intimi con il marito se non a scopo procreativo. Ha una forte lite con il padre al quale rimprovera di averla sempre giudicata e mai amata per quello che era.

Approfittando dell'assenza di Andrea, in ritiro in un monastero, Tommaso, sotto mentite spoglie, comincia una vera e propria guerra senza esclusione di colpi per smascherare la dubbia fede del prete: si finge povero, con una moglie (Rosa, la caposala) che lo picchia (e lo fa con piacere, perché finalmente può restituire al "professore" un po' della subita arroganza) e un fratello (sempre Gianni) con disturbi cognitivi e chiede aiuto al prete; quando la messinscena sembra finita, tornando a casa il chirurgo va a vedere Andrea nella sua stanza e lo trova in compagnia proprio del prete, il quale non lo smaschera davanti ad Andrea, ma in terrazzo gli chiede il perché delle bugie. Tommaso gli dice che Andrea non può buttare una brillante carriera da medico per seguire una cosa che nemmeno esiste. Allora Don Pietro per "penitenza" chiede a Tommaso di essere a sua disposizione ogni giorno per un mese, per fare insieme a lui i lavori nella piccola chiesa che sta rimettendo a posto. Tommaso deve accettare. Durante questo mese Tommaso, che inizialmente crede che Don Pietro sia un uomo losco e immorale (lo ha visto accettare denaro da un uomo, sa che Don Pietro è stato in carcere), si ricrede conoscendolo man mano, capendo che è un prete buono, gentile e disponibile. Intanto Carla non sopporta più la situazione e si trasferisce nella stanza della domestica Xenia e non vuole saperne del marito. Tommaso inizia così un percorso dentro di sé, riscoprendosi e arrivando a dubitare delle sue ferree convinzioni. Le giornate con Don Pietro diventano puntuali appuntamenti dove evolve e da lì nasce una vera amicizia con il sacerdote. Inizia quindi a confidarsi ed a chiedergli consigli su come affrontare la situazione che sta vivendo in casa. Proprio in una di queste occasioni, Don Pietro lo porta in un posto affascinante dove rivela al medico le sue convinzioni di fede e che lui si è fatto prete dopo esser stato scarcerato dopo 8 anni di reclusione. Tommaso è comunque un uomo cambiato. Arriva il giorno in cui finisce il quotidiano "lavoro" da Don Pietro e se ne sta andando in ospedale per il turno, dà l'appuntamento all'indomani ma il prete gli comunica che il mese è passato e che quindi non dovrà più ritornare. Tommaso cerca insistentemente di offrirsi per continuare a rimettere a posto la chiesetta, spiegando anche che c'è ancora tanto da fare ma Don Pietro è irremovibile e gli consiglia, se vuol fare qualcosa di utile, di parlare con il figlio. Tommaso una volta tornato a casa decide di affrontare il figlio ed entra nella stanza di Andrea ma lo trova con una ragazza in atti amorosi. Andrea gli spiega di aver cambiato idea, ma che proprio per questo non ne aveva parlato con lui per il timore di deluderlo. Tommaso sorprendentemente gli dice che non c'è niente di male nel cambiare idea e che lui stesso lo fa spesso, è un uomo cambiato. Divertito, pensa a quando Don Pietro lo saprà ma scopre che Andrea glielo aveva già detto un mese prima: quando Don Pietro era venuto a trovarlo gli aveva sconsigliato di diventare sacerdote, perché non sembrava fatto per quel mestiere. Tommaso capisce il gioco del prete e prova a chiamarlo sul cellulare, proprio mentre Don Pietro è in motorino e viene investito da un furgone (alla Garbatella, davanti al Palladium).

Tommaso, arrivato in ospedale, scopre che Don Pietro ha avuto un incidente e deve essere operato ma, ormai diventato suo grande amico, rifiuta di assistere all'operazione condotta dal collega constatando che le lesioni riportate sono molto gravi e che difficilmente il prete si riprenderà. Tommaso allora, fortemente dispiaciuto, finisce i lavori nella chiesa e torna nel posto affascinante in cui Don Pietro gli aveva rivelato i suoi segreti, sperando che il suo amico si riprenda presto e che tutti i problemi si risolvano.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nelle prime scene del film, quando Andrea dichiara la sua intenzione di entrare in seminario, a Tommaso vengono in mente una serie di immagini legate ad avvenimenti associati alla Chiesa. L'ultima immagine vede Terence Hill nei panni di don Matteo, nella cui serie televisiva ha recitato anche l'attrice che interpreta Bianca, la figlia di Tommaso, cioè Ilaria Spada, la quale nella popolare serie televisiva veste i panni di Amanda Patriarchi, la prima fidanzata a noi nota del capitano Giulio Tommasi.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema