L'arbitro (film 2013)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'arbitro
L'arbitro 2013.jpg
Stefano Accorsi in una scena del film.
Titolo originaleL'arbitro
Paese di produzioneItalia, Argentina
Anno2013
Durata90 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaPaolo Zucca
SoggettoPaolo Zucca
SceneggiaturaPaolo Zucca
ProduttoreAmedeo Pagani
Casa di produzioneClassic, Rai Cinema
Distribuzione (Italia)Lucky Red
FotografiaPatrizio Patrizi
MontaggioSarah McTeighe, Walter Fasano
MusicheAndrea Guerra
Interpreti e personaggi

L'arbitro è un film del 2013 scritto e diretto da Paolo Zucca.

È stato selezionato nella sezione "Giornate degli autori" della 70ª Mostra del cinema di Venezia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'Atletico Pabarile è una squadra sarda che disputa con scarse fortune il campionato di Terza Categoria; ogni anno viene umiliata dal team rivale del Montecrastu, guidato dall'arrogante allenatore Brai. Quando il giovane Matzutzi, calciatore fuoriclasse emigrato in Argentina, torna in Sardegna e indossa la maglia del Pabarile, la squadra comincia a vincere una partita dopo l'altra. Le vicende delle due squadre si alternano all'ascesa dell'arbitro Cruciani e alla faida ispirata ai codici della pastorizia di due cugini calciatori del Montecrastu. Mentre Matzutzi fa breccia nel cuore di Miranda, figlia dell'allenatore cieco Prospero, Cruciani è coinvolto in una vicenda di corruzione, che lo fa precipitare da arbitro in rampa di lancio agli inferi della terza categoria.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la presentazione al Festival di Venezia, la pellicola viene distribuita nelle sale italiane il 12 settembre 2013 dalla Lucky Red Distribuzione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]