Carlo Doglioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Doglioni

Presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
In carica
Inizio mandato 28 aprile 2016
Predecessore Stefano Gresta

Carlo Doglioni (Feltre, 25 gennaio 1957) è un geologo italiano, dall'aprile 2016 presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in geologia all'Università di Ferrara nel 1981, dove è rimasto come assistente e ricercatore dal 1983 al 1992. Professore associato all'Università di Bari dal 1992 al 1994, è poi divenuto professore ordinario all'Università della Basilicata e poi professore di geodinamica all'Università Sapienza di Roma nel 1997[1].

Ha partecipato nel 1995 alla crociera oceanografica ODP Leg 161 nel Mediterraneo occidentale ed è stato uno dei componenti del Tectonics Panel dell'Ocean Drilling Program. Dal 1999 ha presieduto il consiglio scientifico del Progetto Strategico Crosta Profonda (Crop) del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Dal 2009 al 2014 è stato presidente della Società Geologica Italiana, dal 2009 è membro dell'Accademia dei Lincei e dal 2011 dell'Accademia dei XL.

Il 27 aprile 2016, col decreto 276[2], è stato nominato presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) dal ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) Stefania Giannini; è il primo geologo che viene posto a capo di questo istituto[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\RAVV\059671