Paolo Mereghetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Mereghetti (Milano, 28 settembre 1949) è un critico cinematografico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in filosofia[1] a Milano con una tesi su Orson Welles,[1][2] più precisamente sul “periodo hollywoodiano di Orson Welles” (relatori: Adelio Ferrero e Marco Rosci),[3] collabora con il Corriere della Sera (sezione Corriere TV del sito internet), Radiotre e Rai 3 (trasmissione La mostra della laguna). Ha scritto su Ombre Rosse, il francese Positif, Reset, Linus, Lo straniero e Linea d'ombra (comitato di redazione).

È titolare della rubrica di critica cinematografica su Io Donna. Scrive su Ciak, nella rubrica" L'opinione di Paolo Mereghetti"

Nel 2001 ha vinto il Premio Flaiano per la critica cinematografica.

È assurto a grande notorietà per il Dizionario dei film, "il dizionario di cinema più venduto in Italia",[4] da lui curato a partire dal 1993.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cinema secondo Orson Welles, a cura di, Roma, Sindacato nazionale critici cinematografici italiani, 1977.
  • Mostra internazionale del cinema. La Biennale di Venezia, 28 agosto-8 settembre 1982, a cura di e con Enrico Magrelli e Emanuela Martini, Venezia, La Biennale di Venezia, 1982.
  • XL Mostra internazionale del cinema. Venezia Mestre, 31 agosto-11 settembre 1983, a cura di, Venezia, La Biennale di Venezia, 1983. ISBN 88-208-0309-7.
  • XLI Mostra internazionale del cinema. Venezia 27 agosto-7 settembre 1984, a cura di, Venezia, La Biennale, 1984. ISBN 88-208-0319-4.
  • XLII Mostra internazionale del cinema. Venezia, 26 agosto-6 settembre 1985, a cura di, Venezia, La Biennale, 1985. ISBN 88-208-0326-7.
  • Bertrand Tavernier, a cura di, Venezia, Ufficio attività cinematografiche del Comune di Venezia, 1986.
  • Dizionario dei film, a cura di, Milano, Baldini & Castoldi, 1993. ISBN 88-85988-97-0.
  • Dizionario dei film italiani, a cura di, 2 vol., Milano, Baldini & Castoldi, 1994.
  • 100 film da salvare (e da vedere), a cura di, Milano, Zelig, 1995. ISBN 88-86471-06-8.
  • Dizionario dei film 1996, a cura di, Milano, Baldini & Castoldi, 1995. ISBN 88-85987-99-0.
  • Dizionario dei film. Aggiornamento 1996-1997, a cura di, Milano, Baldini & Castoldi, 1996. ISBN 88-8089-189-8.
  • Dizionario dei film 1998, a cura di, Milano, Baldini & Castoldi, 1997. ISBN 88-8089-195-2.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2000, Milano, Baldini & Castoldi, 1999. ISBN 88-8089-718-7.
  • Cinema anni vita. Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, a cura di e con Enrico Nosei, Milano, Il castoro, 2000. ISBN 88-8033-195-7.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2002, Milano, Baldini & Castoldi, 2001. ISBN 88-8490-087-5.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2004, Milano, Baldini & Castoldi, 2003. ISBN 88-8490-419-6.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2006, Milano, Baldini & Castoldi, 2005. ISBN 88-8490-778-0.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2008, 3 vol., Milano, Baldini Castoldi Dalai, 2007. ISBN 978-88-6073-186-9.
  • Orson Welles. Introduzione a un maestro, Milano, Rizzoli, 2008. ISBN 978-88-17-02772-4.
  • Mondo piccolo, grande schermo. La fortuna internazionale di Giovannino Guareschi, tra cinema e letteratura, a cura di e con Enrico Mannucci, Milano, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, 2010. ISBN 978-88-85938-43-4.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2011, 3 vol., Milano, Baldini Castoldi Dalai, 2010. ISBN 978-88-6073-626-0.
  • Movie: box. Il grande cinema e la fotografia, a cura di, Roma, Contrasto, 2012. ISBN 978-88-6965-348-3.
  • Il Mereghetti. Dizionario dei film 2014, 3 vol., Milano, Baldini&Castoldi, 2013. ISBN 978-88-6852-058-8.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cfr. Il cinema non è la vita!, intervista del 2005 a DVD italy webzine. URL consultato il 18 gennaio 2010.
  2. ^ Cfr. Matteo Persivale, Quando Welles bocciò Hitchcock, articolo del 27 dicembre 2008 ora nell'archivio online del Corriere della Sera.
  3. ^ Cfr. dichiarazione rilasciata al sito www.formacinema.it.
  4. ^ Cfr. presentazione come docente della LUISS Writing School for Cinema. URL consultato il 23 giugno 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34609357 · LCCN: (ENn80035523 · SBN: IT\ICCU\CFIV\047830 · ISNI: (EN0000 0000 2474 0995 · BNF: (FRcb13483523p (data)