Bollengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bollengo
comune
Bollengo – Stemma Bollengo – Bandiera
Bollengo – Veduta
Il campanile della chiesa di San Martino
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoLuigi Sergio Ricca (centro-sinistra) dal 16-5-2011 (3º mandato dal 4-10-2021)
Territorio
Coordinate45°28′15.09″N 7°56′31.27″E / 45.470859°N 7.94202°E45.470859; 7.94202 (Bollengo)
Altitudine255 m s.l.m.
Superficie14,22 km²
Abitanti2 090[1] (31-8-2021)
Densità146,98 ab./km²
Comuni confinantiAlbiano d'Ivrea, Azeglio, Burolo, Ivrea, Magnano (BI), Palazzo Canavese, Piverone, Torrazzo (BI)
Altre informazioni
Cod. postale10012
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001027
Cod. catastaleA941
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 740 GG[3]
Nome abitantibollenghini
Patronosant'Eusebio
Giorno festivoprima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bollengo
Bollengo
Bollengo – Mappa
Localizzazione del comune di Bollengo nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Bollengo (Bolengh in piemontese) è un comune italiano di 2 090 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Da Bollengo, epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Bollengo è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 6 agosto 1988.[4]

«Partito: nel primo, d'argento, alla croce di rosso; nel secondo, di verde, alle tre stelle di otto raggi d'oro, ordinate in palo. Ornamenti esteriori da Comune.[5]»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa dei SS. Pietro e Paolo sulla Via Francigena
  • Monumento in ricordo dei nove bollenghesi periti nell'affondamento dell'Arandora Star[7]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Bollengo sono 123[9], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[10]:

  1. Romania, 68

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1882 e il 1933 il comune fu servito dalla tranvia Ivrea-Santhià.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1988 3 agosto 1990 Luigi Sergio Ricca Partito Socialista Italiano Sindaco [11]
9 agosto 1990 28 marzo 1991 Sergio Milesi - Sindaco [11]
16 aprile 1991 5 giugno 1993 Carlo Duò Partito Socialista Italiano Sindaco [11]
15 giugno 1993 28 aprile 1997 Piero Gontero Democrazia Cristiana Sindaco [11]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Giampiero Stratta - Sindaco [11]
14 maggio 2001 12 luglio 2005 Luigi Sergio Ricca centro Sindaco [11]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Carlo Duò centro-sinistra Sindaco [11]
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Luigi Sergio Ricca lista civica Gruppo democratico indipendente Sindaco [11]
5 giugno 2016 4 ottobre 2021 Luigi Sergio Ricca lista civica Gruppo democratico indipendente Sindaco [11]
4 ottobre 2021 in carica Luigi Sergio Ricca lista civica Vivere Bollengo Sindaco [11]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La locale squadra di calcio è l'U.S.D. Bollengo Albiano Morenica che milita nel campionato di Promozione, (girone B Piemonte-Valle d'Aosta) e nella stagione 2012/2013 ha vinto la Coppa Piemonte e Valle d'Aosta di Prima Categoria.
I colori sociali sono il bianco e il verde, il terreno di gioco è il campo sportivo "Giacomo Gaglione" di Via Biella s/n[12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Bollengo, decreto 1988-08-06 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  5. ^ Bollengo, su araldicacivica.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  6. ^ Copia archiviata, su comune.bollengo.to.it. URL consultato l'8 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2015).
  7. ^ R. Dutto, La strage degli italiani dell'Arandora Star (PDF), in PiemonteNewsletter, n. 27, 2020, p. 19.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 31-12-2019.
  9. ^ Dato Istat al 31/12/2017, su demo.istat.it. URL consultato il 27 agosto 2018.
  10. ^ Dati superiori alle 20 unità
  11. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/
  12. ^ https://web.archive.org/web/20140827031615/http://www.usdbollengoalbianomorenica.it/ www.bollengoalbiano.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN240568494 · GND (DE4998131-6
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte