Monastero di Lanzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monastero di Lanzo
comune
Monastero di Lanzo – Stemma Monastero di Lanzo – Bandiera
Monastero di Lanzo – Veduta
La chiesa parrocchiale
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoNicola Ferroglia (lista civica Alpes) dal 14-6-2004
Territorio
Coordinate45°18′N 7°26′E / 45.3°N 7.433333°E45.3; 7.433333 (Monastero di Lanzo)Coordinate: 45°18′N 7°26′E / 45.3°N 7.433333°E45.3; 7.433333 (Monastero di Lanzo)
Altitudine825 m s.l.m.
Superficie17,66 km²
Abitanti361[1] (31-12-2014)
Densità20,44 ab./km²
FrazioniChiaves, Cresto, Cà di Savi, Cà di Sciold, Cà di Tuie, Fornelli, Marsaglia, Mecca, Menulla, Monastero di sotto, San Rocco, Sistina, Stabio
Comuni confinantiCantoira, Ceres, Coassolo Torinese, Lanzo Torinese, Locana, Pessinetto
Altre informazioni
Cod. postale10070
Prefisso0123
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001155
Cod. catastaleF327
TargaTO
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Cl. climaticazona F, 3 591 GG[2]
Nome abitantimonasteresi
Patronosant'Anastasia
Giorno festivoterza domenica di novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Monastero di Lanzo
Monastero di Lanzo
Monastero di Lanzo – Mappa
Localizzazione del comune di Monastero di Lanzo nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Monastero di Lanzo (Monasté 'd Lans in piemontese, Moutier in francoprovenzale) è un comune italiano di 361 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte.
Si trova nelle Valli di Lanzo ed è un tranquillo luogo di villeggiatura.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sicuramente piccoli insediamenti umani erano già presenti in epoca preromana, come testimoniato dalla toponomastica e dalle incisioni rupestri. Sempre la toponomastica evidenzia l'utilizzo del territorio in epoca romana e poi in epoca longobarda. È però intorno all'anno Mille che si ha un maggiore sviluppo dei centri abitati che formano il borgo con la fondazione nel 991 di un piccolo priorato femminile di monache benedettine. Proprio a questo monastero, dedicato a Santa Anastasia, dipendente dall'abbazia di San Mauro di Pulcherada che il luogo deve il nome. I benedettini daranno impulso alle coltivazioni ed allo sfruttamento delle risorse esistenti anche con la costruzione di muri a secco per terrazzare i pendii, con la creazione di una rete di sentieri che univa i centri abitati con i pascoli di alta quota. A testimonianza della presenza benedettina resta il bel campanile romanico (XII secolo) della parrocchiale di Monastero Capoluogo. Nel Medioevo Monastero ha sempre seguito le sorti della Castellania di Lanzo, alla quale apparteneva. In quel periodo numerose furono le liti con i paesi confinanti, talvolta sfociate in vere e proprie battaglie, per il possesso dei territori degli alpeggi di alta quota, da sempre principale fonte di reddito per il comune. A partire dal XIII secolo circa, la "Comunità di Monastero" è menzionata in documenti sia civili che religiosi. Nel 1724 viene eretto in feudo, col titolo di Contea, a favore dei Giriodi, Signori di Costigliole Saluzzo. Nel 1769, su istanza dei Baroni Chionio Signori del luogo, viene eretta a Chiaves la Parrocchia di San Giovanni Evangelista. Il toponimo Chiaves sembra derivare dal ruolo riconosciuto alla zona quale "chiave del Canavese". Nel 1862 Monastero assunse l'attributo "di Lanzo" per evitare omonimie. A partire dal 1880 si è verificato un progressivo spopolamento legato all'impoverirsi di un'economia locale basta prevalentemente sull'agricoltura, ma che negli ulltimi anni ha potuto anche trovare un'importante risorsa nel turismo estivo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Nicola Ferroglia lista civica Sindaco
2009 2014 Nicola Ferroglia lista civica Sindaco II mandato
2014 in carica Nicola Ferroglia lista civica Alpes Sindaco[4] III mandato

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Monastero di Lanzo fa parte dell'Unione dei Comuni montani delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, ex Comunità montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Comune di Monastero di Lanzo - Liste e risultati, La Repubblica,www.repubblica.it (consultato nell'ottobre 2014)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte