Usseaux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Usseaux
comune
(IT) Comune di Usseaux
Usseaux – Stemma Usseaux – Bandiera
Usseaux – Veduta
Murale posto all'ingresso del paese e che lo descrive
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoAndrea Ferretti (lista civica) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate45°03′N 7°02′E / 45.05°N 7.033333°E45.05; 7.033333 (Usseaux)
Altitudine1 416 (min 1 210 - max 2 996) m s.l.m.
Superficie37,97 km²
Abitanti180[1] (31-10-2020)
Densità4,74 ab./km²
FrazioniBalboutet, Fraisse, Laux, Pourrieres.
Comuni confinantiChiomonte, Exilles, Fenestrelle, Gravere, Meana di Susa, Pragelato
Altre informazioni
Cod. postale10060
Prefisso0121
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001281
Cod. catastaleL515
TargaTO
Cl. sismicazona 3s (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 4 478 GG[3]
Nome abitantiussesi
Patronosan Pietro
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Usseaux
Usseaux
Usseaux – Mappa
Localizzazione del comune di Usseaux nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Usseaux [uˈsɔ] (Ussiau in occitano[4]; Usseaux [yso] in francese; Usseaux in piemontese[5]) è un comune italiano di 180 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte.

Il comune è stato recensito come uno dei borghi più belli d'Italia[6] e insignito dal 2011 della Bandiera arancione dal Touring Club Italiano[7].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il capoluogo
La frazione Pourrieres

Si trova in Val Chisone e fa parte della Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca.

Il territorio comunale è interessato dal Parco naturale Orsiera - Rocciavrè e dal Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand.

Il comune, oltre al capoluogo Usseaux, comprende anche le seguenti frazioni: Balboutet (Finale), Fraisse (Frassineto), Laux (Lauso), Pourrieres (Purrieri), dove a partire dal 1950 uno sbarramento artificiale sul Chisone ha dato origine all'omonimo lago[8].
Il capoluogo comunale si trova in sinistra orografica sopra la strada principale che percorre la vallata. Balboutet si trova ad una quota superiore di Usseaux e sempre in sinistra orografica mentre Fraisse e Pourrieres si trovano lungo l'asse viario principale della vallata. Infine Laux si trova in destra orografica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Usseaux è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 1º marzo 2000.[9]

«D'azzurro, a due spade d'argento, guarnite d’oro, poste in decusse, con le punte all'insù, accompagnate in capo dalla scritta Uxellum, in lettere maiuscole d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa Parrocchiale

Nell'abitato di Usseaux spiccano alcuni edifici, in gran parte ristrutturati, che risalgono al 1700, come il forno, il lavatoio ed il mulino. Numerose e caratteristiche sono le fontane.,
Si incontrano anche, in ogni angolo del borgo di Balboutet, originali meridiane dipinte, una diversa dall'altra, unitamente a graziosi dipinti illustrativi.
Particolarmente imponente e pregevole è la chiesa parrocchiale dedicata a san Pietro. Presso l'omonima frazione si trova il piccolo Lago di Laux.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Lo spopolamento delle aree di montagna ha portato ad una perdita dell'82% della popolazione residente in cento anni, a partire dall'anno 1911.

Abitanti censiti[10]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
5 giugno 1985 19 maggio 1990 Luciano Fornero lista civica Sindaco [11]
19 maggio 1990 24 aprile 1995 Luciano Fornero lista civica Sindaco [11]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Luciano Fornero - Sindaco [11]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Adriano Sgarbanti lista civica Sindaco [11]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Adriano Sgarbanti lista civica Sindaco [11]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Elvio Rostagno lista civica Sindaco [11]
26 maggio 2014 in carica Andrea Ferretti lista civica: Alpes Sindaco [11]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2020.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ (FR) Lucie Amaro-Péguy, L’occitan alpin d’Usseaux, description d’une langue en danger, en contact avec deux aires dialectales (francoprovençale et piémontaise), et sous l’influence de deux langues standards (français et italien) (PDF), tesi, Lyon, Université Lumière Lyon 2, 2014, p. 251. URL consultato il 25 marzo 2022.
  5. ^ Gianfranco Gribaudo, 1996, Ël neuv Gribaud, dissionari piemontèis, Torino: Daniela Piazza Editore, p. 1015
  6. ^ Fonte dal sito de I borghi più belli d'Italia
  7. ^ Fonte dal sito del Touring Club Italiano
  8. ^ Riccardo Braggio, Impianto idroelettrico di Fenestrelle (PDF), in Atti e rassegna tecnica della società degli ingegneri e degli architetti in Torino - nuova serie - anno 7 - n. 6, giugno 1953, pp. 227 - 232. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  9. ^ Usseaux, decreto 2000-03-01 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su dati.acs.beniculturali.it. URL consultato il 12 settembre 2021.
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245453016 · GND (DE7661994-1
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte