Noasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noasca
comune
Noasca – Stemma Noasca – Bandiera
Noasca – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitana Città metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
Sindaco Domenico Aimonino (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 45°27′N 7°19′E / 45.45°N 7.316667°E45.45; 7.316667 (Noasca)Coordinate: 45°27′N 7°19′E / 45.45°N 7.316667°E45.45; 7.316667 (Noasca)
Altitudine 1 065 (min 841 - max 4 026) m s.l.m.
Superficie 78,05 km²
Abitanti 185[1] (31-12-2010)
Densità 2,37 ab./km²
Frazioni Balmarossa, Borno, Gera, Gere Eredi, Jamoinin, Jerener, Pianchette, Pian, Piandellera
Comuni confinanti Ceresole Reale, Chialamberto, Cogne (AO), Groscavallo, Locana, Valsavarenche (AO)
Altre informazioni
Cod. postale 10080
Prefisso 0124
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001165
Cod. catastale F906
Targa TO
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona F, 3 904 GG[2]
Nome abitanti noaschini
Patrono santa Maria Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Noasca
Noasca
Noasca – Mappa
Localizzazione del Comune di Noasca nella Città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Noasca (Noasca in piemontese, Novaska in francoprovenzale) è un comune italiano di 186 abitanti della Città metropolitana di Torino, in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Cascata di Noaschetta

Noasca si trova in Valle dell'Orco e il territorio comunale è in parte situato nel Parco nazionale del Gran Paradiso. Il centro comunale si trova in sinistra idrografica dell'Orco, poco a valle della confluenza del torrente Noaschetta.

Il comune è situato sul versante meridionale della montagna del Gran Paradiso, e il territorio comunale giunge oltre quota 4.000 metri sul livello del mare in corrispondenza del Roc, a breve distanza dalla vetta più alta del massiccio. Noasca è anche uno dei comuni italiani a più elevata escursione altimetrica (altitudine minima 841 m, altitudine massima 4.026 m), la più alta di tutti i comuni dell'ex Provincia di Torino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchiale

Noasca dipendeva in epoca feudale dalla contea dei Valperga. Oltre all'agricoltura (basata in particolare sulla produzione di cereali montani come orzo e segale, di fieno e di patate) e all'allevamento in passato gli abitanti di Noasca erano dediti al commercio del bestiame, in particolare con i paesi allo sbocco della vallata come Cuorgnè. Erano inoltre noti come spazzacamini itineranti. Gli abitanti erano considerati di indicibile robustezza e di alta statura, oltre che di indole assai buona.[3]

La popolazione era un tempo diffusa tra molte frazioni, oggi quasi tutte abbandonate a causa dell'emigrazione, in particolare verso i centri della pianura canavesana. [4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale: la parrocchiale di Noasca, definita già nell'Ottocento dal Casalis molto antica[3], è collocata poco sopra il paese e quasi a ridosso della cascata; dedicata a Santa Maria Assunta è la meta di una processione religiosa che si svolge ogni anno nella notte del 14 agosto.[5]
  • Cascata di Noasca (o della Noaschetta): è un salto d'acqua formato dal torrente Noaschetta a breve distanza dal paese. Alta 32 metri è una delle più famose del Piemonte ed è stata fin dal'Ottocento citata nelle opere di vari viaggiatori e turisti anche stranieri.[6]
  • Nel vallone del Roc in borgata Maison, si può visitare la vecchia scuola statale, attiva fino agli anni '60 del novecento, ora recuperata anche come museo del territorio.
  • Ha sede in Noasca il CEA (centro educazione ambientale)[7], l'unico del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 giugno 1985 20 maggio 1990 Guido Lorenzo Noascono Democrazia Cristiana Sindaco [9]
20 maggio 1990 24 aprile 1995 Guido Lorenzo Noascono Democrazia Cristiana Sindaco [9]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Guido Lorenzo Noascono - Sindaco [9]
14 giugno 1999 27 gennaio 2001 Guido Lorenzo Noascono lista civica Sindaco [9]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Piero Sergio Cucciatti lista civica Sindaco [9]
29 maggio 2006 16 maggio 2011 Piero Sergio Cucciatti lista civica Sindaco [9]
16 maggio 2011 in carica Domenico Aimonino lista civica: Noasca siamo noi Sindaco [9]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità Montana Valli Orco e Soana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ a b Goffredo Casalis, Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale degli stati del Redi Sardegna, vol. 12, Maspero, 1843, pp. 5-6.
  4. ^ Noasca, Parco Nazionale del Gran Paradiso. URL consultato il 23 maggio 2017.
  5. ^ Un paradiso di stelle cadenti, Parco Nazionale del Gran Paradiso. URL consultato il 23 maggio 2017.
  6. ^ Filippo Ceragioli, La cascata di Noasca, in Piemonte Parchi, 3 aprile 2017. URL consultato il 23 maggio 2015.
  7. ^ AA.VV., Piemonte: Torino e il Canavese, Langhe, Monferrato, Ossola, le Alpi, i parchi, il Verbano, Touring Editore, 2005, pp. 118.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte