Lessolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lessolo
comune
Lessolo – Stemma Lessolo – Bandiera
Lessolo – Veduta
Castello Cagnis
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoElena Caffaro (lista civica Il paese che vorrei) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate45°28′41.73″N 7°48′52.98″E / 45.478258°N 7.814717°E45.478258; 7.814717 (Lessolo)
Altitudine277 m s.l.m.
Superficie7,94 km²
Abitanti1 780[1] (31-8-2021)
Densità224,18 ab./km²
Comuni confinantiBorgofranco d'Ivrea, Brosso, Fiorano Canavese, Montalto Dora, Valchiusa, Val di Chy
Altre informazioni
Cod. postale10010
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001132
Cod. catastaleE551
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 773 GG[3]
Nome abitantilessolesi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lessolo
Lessolo
Lessolo – Mappa
Localizzazione del comune di Lessolo nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Lessolo (Léssoj ['leswi] in piemontese, dunque Léssolo in italiano) è un comune italiano di 1 780 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Cappella di S. Rocco e Municipio

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lessolo viene citato per la prima volta in un documento del 1044. Nella zona sono stati però rinvenuti indizi che fanno pensare alla presenza di insediamenti salassi, romani e poi longobardi.

La parrocchia di San Giorgio fu istituita nel 1305. La chiesa di San Giorgio nella sua attuale struttura risale principalmente al XVIII secolo.

Un ramo dei signori di Castellamonte, che comprendeva le famiglie Cagnis, Cognenco, Magnis, Capris, ebbe a lungo giurisdizione sul paese.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Lessolo è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 28 marzo 2007.[4]

«D'azzurro, al tralcio di vite al naturale, posto in banda, con il grappolo d'uva d'oro, munito in capo di due pampini di verde, uno a destra, l'altro a sinistra, il tutto accompagnato in punta da due spighe di grano, decussate, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.»

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1985 18 maggio 1990 Valter Caffaro Democrazia Cristiana Sindaco [6]
18 maggio 1990 24 aprile 1995 Valter Caffaro Democrazia Cristiana Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Valter Caffaro - Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Valter Caffaro lista civica Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Franco Sicheri lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Franco Sicheri lista civica Sindaco [6]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Elena Caffaro lista civica Il paese che vorrei Sindaco [6]
27 maggio 2019 in carica Elena Caffaro lista civica Il paese che vorrei Sindaco [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Lessolo (Torino), D.P.R. 28.03.2007 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte