Coazze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coazze
comune
Coazze – Stemma Coazze – Bandiera
Coazze – Veduta
Chiesa di Santa Maria del Pino
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitana Città metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
Sindaco Mario Ronco (lista civica) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate 45°03′06.52″N 7°18′02.27″E / 45.05181°N 7.30063°E45.05181; 7.30063 (Coazze)Coordinate: 45°03′06.52″N 7°18′02.27″E / 45.05181°N 7.30063°E45.05181; 7.30063 (Coazze)
Altitudine 750 (min 600 - max 2 719) m s.l.m.
Superficie 56,57 km²
Abitanti 3 280[1] (31-12-2014)
Densità 57,98 ab./km²
Frazioni Benna, Bosio, Brunetti, Cervelli, Dirotto-Sangonetto, Ferria, Forno, Indiritto, Marini, Marone, Oliva, Rosa, Rosseria, Selvaggio, Tiglietto e Toni
Comuni confinanti Chiesa di San Michele, Giaveno, Perosa Argentina, Roure, San Giorio di Susa, Sant'Antonino di Susa, Vaie, Valgioie, Villar Focchiardo
Altre informazioni
Cod. postale 10050
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001089
Cod. catastale C803
Targa TO
Cl. sismica zona 3s (sismicità bassa)
Nome abitanti coazzesi
Patrono santa Maria Assunta in Cielo
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Coazze
Coazze
Coazze – Mappa
Localizzazione del comune di Coazze nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Coazze (Coasse in piemontese, Couvase in francoprovenzale, Couasse in francese) è un comune italiano di 3 280 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova in Val Sangone e fa parte della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone. È naturalmente bagnata dal fiume Sangone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Località di villeggiatura di mezza montagna, rinomata soprattutto tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, è famosa per aver ospitato nel 1901 Luigi Pirandello per un mese di vacanza.

Il motto riportato sul campanile della chiesa di Coazze, Ognuno a suo modo, ispirò Pirandello per una delle sue opere più famose, Ciascuno a suo modo.

Il motto Ognuno a suo modo riportato sul campanile della chiesa di Coazze

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino covum, al plurale cova, cioè "cavità"[2]. Sachsum-i (Spada-Sassone), secondo una forma tarda di declinazione latina, dove al classico Saxo-onis è subentrata la forma radicale germanica Sachs-i; in base a tale lemma che è attestato nell'alto tedesco antico l'evoluzione corretta sarebbe da "Covum Sachsi"

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa Cattolica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune appartiene all'arcidiocesi di Torino e comprende due parrocchie.

Chiesa Evangelica[modifica | modifica wikitesto]

È presente una comunità valdese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Monumento ai Caduti

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
19 giugno 1985 7 giugno 1990 Guido Ostorero - Sindaco [4]
7 giugno 1990 24 aprile 1995 Giuseppe Rosa Brusin - Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Maria Grazia Gerbi - Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Maria Grazia Gerbi centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Paolo Allais lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Paolo Allais lista civica Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Mario Ronco lista civica: progetto Coazze Sindaco [4]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Comuni italiani-Coazze
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN239216128 · BNF: (FRcb14598386r (data)
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte