Foglizzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Foglizzo
comune
Foglizzo – Stemma Foglizzo – Bandiera
Foglizzo – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoFulvio Gallenca (lista civica) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate45°16′N 7°49′E / 45.266667°N 7.816667°E45.266667; 7.816667 (Foglizzo)
Altitudine247 m s.l.m.
Superficie15,64 km²
Abitanti2 260[1] (31-8-2021)
Densità144,5 ab./km²
Comuni confinantiBosconero, Caluso, Montanaro, San Benigno Canavese, San Giorgio Canavese, San Giusto Canavese
Altre informazioni
Cod. postale10090
Prefisso011
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001106
Cod. catastaleD646
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 724 GG[3]
Nome abitantifoglizzesi
Patronosanta Maria Maddalena
Giorno festivo22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Foglizzo
Foglizzo
Foglizzo – Mappa
Localizzazione del comune di Foglizzo nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Foglizzo (Fojiss in piemontese, già Foglizzo Canavese) è un comune italiano di 2 260 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La nascita di Foglizzo risale all'epoca imperiale romana, quando il villaggio era una tappa obbligata della Via Cursi, la strada lastricata più veloce diretta verso la Gallia. Il primo documento scritto che attesta l'esistenza di Foglizzo è dell'882, quando il borgo viene menzionato in un diploma di Carlo il Grosso come territorio appartenente ai possedimenti del vescovo di Vercelli. Nel medioevo acquistò importanza e divenne uno dei centri nevralgici del Canavese.

I conti di Biandrate e il passaggio sotto i Savoia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XII secolo, il borgo di Foglizzo passò nelle mani dei conti di Biandrate, grazie a Antonio Il Grande, comandante delle truppe di Federico Barbarossa, che sposando Isabella del Monferrato ottenne il dominio su quelle terre. Sempre i Biandrate istituirono la parrocchia locale nel 1238 quando la contessa Isabella, vedova del conte Alberto, col consenso del vescovo di Ivrea e di quel capitolo, lasciò la chiesa di Foglizzo ai canonici di Sant'Egidio di Verrès.

Foglizzo rimase territorio indipendente fino al 1326, quando divenne vassallo dei Marchesi del Monferrato e nel 1631, con il trattato di Cherasco, entrò nel ducato sabaudo.

Nel luglio 1811, la vendita dei beni posseduti dai Biandrate a Foglizzo ai piccoli contadini locali, diede molto impulso all'attività agricola. Nel 1885 il comune di Foglizzo ottenne l'autorizzazione all'acquisto del castello dei Biandrate, utilizzando la vecchia sede comunale per accogliervi un asilo d'infanzia. Nel medesimo anno, venne installato a Foglizzo uno studentato con noviziato diretto dai salesiani. Nel 1916, a Torino morì l'ultimo erede dei Conti di Biandrate, e nel 1958 morì anche l'ultima contessa dei Biandrate, Maria Luisa: con lei si estinse la famiglia dei Biandrate di Foglizzo.

Nel 1912, presso il noviziato dello studentato di Foglizzo, emise la propria professione religiosa salesiana Luigi Maria Olivares, futuro vescovo di Sutri e Nepi e poi venerabile.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Tiziana Reinero lista civica sindaco I mandato
2009 2014 Tiziana Reinero lista civica sindaco II mandato
2014 2019 Fulvio Gallenca lista civica sindaco I mandato
2019 in carica Fulvio Gallenca lista civica sindaco II mandato

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246287502
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte